QR code per la pagina originale

Dell Studio XPS 17:

Dell propone un notebook dotato di tecnologia Nvidia Optimus e piattaforma Intel Calpella

8,0
Prezzo

€ 1.100

Giudizi
  • Qualità prezzo8
  • Dimensioni8
  • Prestazioni8
  • Caratteristiche8
Pro

Performance, scheda grafica dedicata, design

Contro

Risoluzione video migliorabile

Dell Studio XPS 17 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 7 gennaio 2011

Uno sguardo alle caratteristiche

Il Dell Studio XPS 17 è un desktop replacement con una configurazione ricca ed efficiente. Caratterizzato in primo luogo dall’impiego della piattaforma Intel Calpella abbinata alla tecnologia Nvidia Optimus (che consente di attivare automaticamente la scheda video dedicata quando le richieste elaborative lo richiedono), offre anche la nuova interfaccia di trasferimento dati ad elevata velocità USB 3.0.

Il Dell Studio XPS 17 dispone di una scheda tecnica capace di affrontare le sfide più impegnative. Il modello in esame, che rappresenta la versione base, ha con un processore Intel Core i3-370M con frequenza operativa di 2,4 GHz, coadiuvato da una dotazione di memoria di 2 GB DDR3 1.333MHz – dotazione espandibile fino a un massimo di 8 GB su 2 slot.

Il display TrueLife ha una diagonale di ben 17,3 pollici ed è di tipo retroilluminato a LED. Lavora a una risoluzione massima di 1.600×900 pixel e ha una superficie lucida. Oltre al controller integrato Intel GMA HD, il notebook sfoggia anche una scheda video Nvidia GeForce GT435 da 1 GB di memoria DDR3 dedicata.

Pratico ed efficiente, dispone di altoparlanti JBL ad alta fedeltà e della tecnologia Waves MaxxAudio che massimizza l’esperienza sonora e rende le prestazioni del comparto superiore alla media di categoria.

Dati e programmi possono essere memorizzati, insieme al sistema operativo Windows 7 di Microsoft, all’interno dell’hard disk da 320 GB e 7.200rpm SATA accompagnato da un masterizzatore DVD e da uno slot per card di memoria.

Equipaggiato con una batteria agli ioni di litio da 6 celle e 56Whr, il Dell Studio XPS 17 offre una scheda di rete LAN e il Wi-Fi 802.11b/g/n. Inoltre sono presenti uscita video HDMI, 2 porte USB 2.0, altrettante porte USB 3.0, 1 combinata eSATA/USB Sleep’n’charge e il mini-DisplayPort. Completa la configurazione una webcam integrata con sensore da 2 megapixel.

Il design

Dell Studio XPS 17 misura 414,9×287,3×32,8-38,5 millimetri e ha un peso complessivo, batteria inclusa, di circa 3,43 chilogrammi.

Il design è piuttosto sobrio, dall’aspetto professionale, che punta più sulla concretezza che non sullo stile a tutti i costi lasicnado da parte i vezzi stilistici che caratterizzano device maggiormente consumer-oriented. Si tratta, comunque, di un modello elegante.

La tastiera è composta da tasti piatti, che restituiscono un discreto feedback durante la digitazione. C’è anche il tastierino numerico, piuttosto utile per l’immissione di cifre. Sulla parte alta della keyboard sono presenti i classici tasti di accensione e spegnimento e alcune spie LED, che forniscono informazioni circa il funzionamento del Wi-Fi e di altri componenti.

Il touchpad è sensibile al punto giusto e ha una superficie di dimensioni ottimali. Si compone di due pulsanti di selezione distinti che ne facilitano l’utilizzo.

La collocazione delle porte e delle interfacce segue una logica attenta alle necessità dell’utente in modo da ridurre l’eventuale ingombro di cavi.

Galleria di immagini: Dell Studio XPS 17

Le prestazioni

Il Dell Studio XPS 17 offre una buona potenza elaborativa dovuta, sostanzialmente, al processore impiegato, al tipo di memoria installata e, quando attivata, alla scheda grafica Nvidia. Si difende bene anche nel settore del gaming e dà il meglio di sé in ambito multimediale, soprattutto considerando l’elevata qualità del comparto sonoro.

L’hard disk, perlomeno nella versione in nostro possesso, non può essere definito particolarmente capiente sebbene appaia sufficiente per la maggior parte degli utilizzi. Il produttore, comunque, offre la possibilità di scegliere tagli maggiori.

Uno degli aspetti che ha convinto di meno consiste nel fatto che il display, benché caratterizzato da elevati livelli di luminosità e buon contrasto, abbia una risoluzione limitata. Data la diagonale, sarebbe stato utile arrivare fino a 1080p per rendere l’esperienza multimediale davvero completa.

La batteria fornita in dotazione è coadiuvata, durante la sua attività, dall’eccellente tecnologia Nvidia Optimus e dal tipo di piattaforma impiegata. Nonostante questo, deve scontrarsi con la natura stessa del XPS, propenso ai consumi per configurazione e dimensioni dello schermo. L’autonomia è comunque in linea con prodotti analoghi.

Notizie su: ,