QR code per la pagina originale

HTC One X+: nessun compromesso

HTC ONE X+ è uno smartphone Android bello e prestante che racchiude in sé caratteristiche da top di gamma senza accettare compromessi nemmeno sul prezzo.

Prezzo

€ 610

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Connessioni8,5
  • Design9
  • Qualità prezzo8,2
Pro

Ampio display HD, registrazione video in HD per entrambe le fotocamere

Contro

Non supporta le memorie esterne, manca un tasto fisico per lo scatto, sono assenti le videochiamate standard

HTC One X+ lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 20 dicembre 2012

Dritto al sodo

HTC One X+ è il nuovo smartphone Android Jelly Bean proposto da produttore taiwanese per far concorrenza agli attuali high-level del mercato. Per farlo, HTC ha puntato su un hardware di altissimo livello e un ampio display capacitivo Super LCD2 da 4,7 pollici con Gorilla Glass 2 a retroilluminazione Led e una risoluzione HD da 720×1.280 pixel.

Proprio lo schermo è uno dei principali punti di forza del HTC One X+ poiché restituisce ottimi valori per definizione, nitidezza e leggibilità, merito anche dei suoi 312 ppi. Buone anche la resa dei colori, la profondità dei neri e la sensibilità del touchscreen, che valorizza l’uso del multitouch, risultando quasi ai livelli dell’S3 di Samsung.

Le prestazioni del HTC One X+ sono da top di gamma, data la presenza del processore quad-core Nvidia Tegra 3 da 1,7 GHz affiancato da 1GB di RAM. Queste dotazioni consentono, infatti, di raggiungere velocità e affidabilità unitamente a buone performance di rete.

Nemmeno in tale ambito il HTC One X+ è da meno. Abbiamo riscontrato elevate performance per merito di un comparto connettività completo e ben strutturato: GPRS/EDGE/UMTS/HSPA (in grado di raggiungere i 21 Mbps in downlink e i 5,76 Mbps in uplink), funzione di Hotspot Wi-Fi o Tethering USB/Bluetooth e, per lo scambio di contenuti in wireless, supporto alla tecnologia DLNA e, grazie alla presenza del chip NFC, ad Android Beam.

Purtroppo, manca il supporto alle videochamate standard, ma almeno la qualità della ricezione del segnale è ottima così come la voce in conversazione, dal tono chiaro e pulito da rumori di sottofondo. Forse, ci si poteva aspettare qualcosa di più dalla potenza del vivavoce, ma la potenza complessiva dell’altoparlante resta pur sempre valida.

Notevole anche la capienza della memoria interna pari a 32 GB, che però si priva dell’espandibilità tramite memorie esterne. Da evidenziare la presenza di un connettore microUSB con supporto MHL per connettervi dispositivi USB o HDMI, naturalmente previo utilizzo di un apposito cavo.

Intrattenimento completo

Galleria di immagini: HTC ONE X+, le foto

Tutto ciò si traduce, ovviamente, in un potenziale elevato e pronto a essere espresso in ogni ambito, incluso l’intrattenimento. HTC One X+ è dotato di una validissima fotocamera da 8 megapixel con autofocus, flash Led, stabilizzatore d’immagine e sensore BSI il cui scopo è quello di far aumentare la luce catturata per migliorare l’immagine in condizioni di scarsa illuminazione. Le foto catturate sono ottime e i video non sono da meno, in Full HD a 1.920×1.080 pixel.

Molte sono le impostazioni disponibili, tra le quali meritano menzione l’HDR e la possibilità di fare scatti multipli con un’unica pressione prolungata del tasto di scatto, purtroppo solo touch. Anche per lo zoom non troviamo nessun tasto fisico, ma solo una regolazione touch. In compenso, apprezziamo la disponibilità dell’utile VideoPic che consente di scattare foto a 6 megapixel mentre si riprende in HD. Sono buoni anche i video in HD realizzati con una fotocamera anteriore da 1,6 megapixel.

L’acustica nell’ascolto della musica con HTC One X+ è splendida grazie al Beats Audio, che regala bassi corposi e un buon equilibrio anche tra toni medi e alti. HTC One X+  offre anche ampia scelta sulle applicazioni con le quali gustarsi la musica, a partire dal semplice ma funzionale  Player, passando per la Radio FM con RDS, anch’essa priva di particolari funzionalità, proseguendo con TuneIn Radio per le radio online. Indubbiamente da promuovere è anche il Player Video che supporta formati come i DivX e gli Mkv, aggiungendo anche la possibilità di catturare le immagini del filmato riprodotto.

Ultime, ma non in ordine di importanza, sono la resa nei videogiochi, che è ottima, con prestazioni grafiche di alto livello anche con i giochi più impegnativi, e l’esperienza sul Web, entusiasmante sia per l’ottima risposta del touchscreen sia per la connettività rapida e per l’inclusione del Flash Player.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Chiudiamo con uno sguardo al design del HTC One X+. La lieve affossatura verso il centro della scocca lo rende esteticamente armonioso ed elegante. Lungo 134,36 mm, largo 69,9 e spesso solo 8,9 mm, sottolinea la bontà dei suoi materiali con i 129 grammi di peso.

Il design e la gradevole gommatura predominante nello chassis consentono anche un’agevole presa permettendo di dominare l’ampio display con una sola mano senza eccessive difficoltà. Poiché è un monoblocco, non ritroviamo alcuna possibilità di apertura per, ad esempio, rimuovere la prestante batteria da 2.100 mAh, che permette al HTC One X+ di raggiungere un’autonomia di una giornata e mezza senza particolari sforzi.

Visto che tutti i lati del perimetro sono occupati da connettori e pulsanti, lo slot per la microSIM è nascosto in un apposito cassettino a scomparsa, sapientemente mimetizzato sul retro dello chassis. Caratteristica peculiare proprio del retro è la mappatura dei vari ricevitori di cui l’HTC One X+ è dotato. Nello specifico, sul retro ritroviamo: nella parte bassa l’antenna integrata, al centro il chip NFC e, subito sopra, la fotocamera. Accanto a quest’ultima, sulla sinistra, trovano posto i moduli Wi-Fi (n) e Bluetooth 4.0 mentre, sulla destra, l’ottimo ricevitore GPS con supporto GLONASS, in grado di ottenere il fix in pochi istanti.

Sopra il display, invece, spiccano il comodo Led di notifica, la fotocamera secondaria di cui abbiamo già parlato, lo speaker e i sensori di luminosità e prossimità, che si aggiungono all’e-compass, all’accellerometro e al giroscopio in dotazione del HTC One X+.

A conti fatti

HTC One X+ ha una dotazione software eterogenea, a sottolineare la versatilità di questo smartphone, adatto a molteplici usi. Tra le applicazioni pre-installate, annoveriamo Polaris Office che ben spalleggia l’ottimo e completo client e-mail.

Per chi lo scegliesse prevalentemente per il tempo libero, invece, evidenziamo la presenza di SoundHound, che consente il riconoscimento dei brani ascoltati, la già citata TuneIn Radio e DropBox, per la condivisione dei file in Cloud.

Tra le utility  meno comuni ma frequenti negli HTC, ritroviamo la Torcia e lo Specchio che utilizzano le correlate risorse hardware.

Se mettiamo assieme il profilo hardware di spessore con la dotazione software di partenza e un sistema operativo ormai ben maturo, ecco che HTC One X+ si rivela una promessa per ogni tipo di esigenza.

Notizie su: , ,