QR code per la pagina originale

Huawei Mate S: huawei fa sul serio

Huawei Mate S è un phablet Android da 5,5 pollici dalla costruzione di alta qualità e con caratteristiche tecniche da vero top di gamma.

Prezzo

€ 699

In offerta su Amazon

€ 270

Giudizi
  • Caratteristiche8,3
  • Design8,7
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo7,7
Pro

Design premium con materiali pregiati, esperienza fantastica con la EMUI, reattivo e per-formante

Contro

Per la fotocamera si poteva fare qualcosa in più, non azzeccato il posizionamento del sen-sore di impronte digitali, da rivedere la multimedialità

Huawei Mate S lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 9 dicembre 2015

Design del Mate S

Dal punto di vista estetico, Huawei Mate S è un phablet di stampo decisamente premium. Materiali pregiati, forme tondeggianti ed un fantastico bordo riflettente sono i principali elementi che caratterizzano il form factor del terminale.

Parlando nello specifico delle dimensioni, Huawei Mate S ha un display da 5,5 e con un peso di circa 150 grammi. Una scocca interamente in metallo delinea il terminale lasciando lo spazio per le varie porte, ai lati, con uno spessore di 7,2 mm, decisamente in linea con i top di gamma attuali.

Nella parte bassa è collocata una micro USB 2.0 per la ricarica e il trasferimento dei dati. Ai suoi lati, due griglie rispettivamente per speaker e microfono. La parte laterale sinistra ospita solo il carrello estraibile per nano SIM e micro SD, mentre nella parte laterale destra si trovano il tasto per l’accensione ed il bilanciere del volume. Infine, in alto sono collocati jack audio da 3,5 mm ed un secondo microfono.

La scocca posteriore lascia spazio alla fotocamera, accompagnata da un flash LED dual-tone. Interessante la scelta di Huawei di posizionare sempre in questa zona del terminale il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali.

Nessun tasto fisico nella parte frontale, ma solo – si fa per dire – la fotocamera frontale (anch’essa accompagnata da flash LED), lo speaker per l’audio in entrata, un led per le notifiche, il sensore per la luminosità ambientale e per la prossimità e anche un sistema di magneti per gestire la cover offerta da Huawei nella confezione del Mate S.

Schermo del Mate S

Il display è un fantastico AMOLED da 5,5 che vanta una risoluzione Full HD (1920×1080) con una densità di pixel pari a 401 ppi.

L’angolo di visuale è davvero buono, così come la riproduzione dei colori. In particolare, i neri sono molto profondi mentre il bianco è regolabile tramite software.

Il sensore per la luminosità ambientale riesce nel suo compito, ma non in modo ottimale. Il passaggio da situazioni con poca luce a situazioni con molta luce si riassume in un aumento della luminosità piuttosto repentino e non graduale come su molti altri phablet.

Ottimo, il pannello in vetro. È un Gorilla Glass 4 e assicura una grande resistenza a graffi ed urti. Risulta, inoltre, incredibilmente oleofobico: a fine giornata sembra che il telefono non sia stato per niente utilizzato.

Fotocamera del Mate S

La fotocamera anteriore del Huawei Mate S è da 8 megapixel con flash LED mentre quella posteriore è da 13 mpx con flash LED dual-tone.

Entrambe scattano foto davvero valide. Ottimi i selfie che, grazie all’aiuto del flash LED anteriore, risultano ben definiti e con poco rumore, anche in condizioni di luce non particolarmente buone.

Anche la fotocamera posteriore non è da meno: buone le foto da 13 megapixel, buona la gestione della luce. In notturna gli scatti sono discreti grazie al flash LED dual-tone.

Avendo una fotocamera anteriore da 8 mpx sarebbe stato gradito qualche megapixel in più per quella posteriore, ma gli scatti restano comunque validi.

Dal punto di vista software, invece, la fotocamera è arricchita da Huawei con diverse opzioni tra cui la funzione Bellezza, che promette di rimuovere imperfezioni dai visi fotografati.

Videocamera non da meno, ma si poteva fare di meglio. Huawei Mate S permette la registrazione di video fino a 1080p a 30 fps. Purtroppo è assente la modalità Slow Motion, ma si apprezza quella Timelapse.

Software del Mate S

Huawei Mate S esce dalla scatola con Android Lollipop 5.1.1 installato. Non è Android stock e sembra essere davvero un bene per il terminale. Huawei, infatti, ha deciso di personalizzare il suo phablet con la Emotion UI 3.1 (EMUI) che dà un tocco in più più al terminale. Minimalismo ed eleganza, sono questi i due aggettivi che descrivono al meglio la EMUI.

In particolare, si nota un richiamo ad iOS di Apple. La EMUI, infatti, si presenta con una interfaccia molto semplice e con icone tutte della stessa forma, proprio come accade in casa Apple.

Sono diverse le funzioni che Huawei ha deciso di rendere disponibili per il suo Mate S. In particolare, è davvero interessante la funzione con la quale, effettuando uno swipe verso destra sui 3 pulsanti di sistema Android, si può rimpicciolire lo schermo per renderlo fruibile al meglio, anche con una mano sola. Interessante anche lo split-screen che però risulta limitato alle sole app di Huawei.

Nel complesso, il software gira in modo impeccabile: non ci sono né impuntamenti, né rallentamenti di sorta.

Prestazioni del Mate S

Huawei Mate S è dotato di un processore octa-core: un Quad-Core a 2,2 GHz Cortex A53 e un Quad-Core da 1,5 GHz Cortex A53. Il tutto è contornato da ben 3 GB di RAM e una GPU Mali-T624.

Ottimi dettagli tecnici che sembrano mantenere le proprie promesse: Huawei Mate S non perde un colpo. Videogiochi pesanti dal punto di vista grafico, applicazioni per l’ufficio e lo studio e social sono tutti gestiti in modo impeccabile.

Buona la gestione del multitasking in relazione alla memoria RAM: con molte applicazioni aperte, si occupano in media solo 1,5 GB a fronte dei 3 GB disponibili per il sistema. Dunque c’è molto spazio per gestire al meglio la fluidità di Android che, come già detto, è inappuntabile.

Davvero ottima lantenna 2G-3G-LTE. Grazie all’opzione Segnale+ di Huawei si riesce ad avere pieno campo anche in zone poco coperte. Segnale+, in sostanza, fa in modo che l’antenna possa captare il segnale da più direzioni per aumentarne la stabilità e la potenza. Stessa cosa per l’antenna Wi-Fi.

Ottimo anche il sensore per le impronte digitali. Nell’utilizzo di tutti i giorni non ha mai perso un colpo. È posizionato nella parte posteriore del telefono, il che lo rende, a volte, scomodo da utilizzare. Ma è comunque questione di gusti.

La batteria è da 2700 mAh ma questo è uno dei pochi casi sul mercato in cui non si deve tener troppo conto dei numeri. Il sistema sembra essere davvero ottimizzato e non si fatica ad arrivare a sera con una giornata di utilizzo alle spalle. Con un utilizzo medio-intenso, Huawei Mate S arriva verso la sera con ancora il 20-25% di batteria disponibile.

Unica nota dolente, insomma, pare essere il prezzo. Huawei Mate S ha un prezzo di listino di €699, molto alto specie per Huawei. Ma la casa produttrice cinese ha puntato a fari spenti al mercato di fascia alta, lasciando al marchio Honor il “vantaggio” del rapporto qualità/prezzo. D’altronde, sia fuori che dentro questo Mate S merita un palcoscenico di primo piano.

Ad ogni modo, sono davvero molte le offerte in rete che, nella maggior parte dei casi, propongono il terminale in questione con risparmio di circa €150 rispetto a quello di listino.

Notizie su: ,