QR code per la pagina originale

Lenovo K5: economico e funzionale

Lenovo K5 è uno smartphone dual SIM economico, compatto e completo di tutte le caratteristiche necessarie a renderlo un dispositivo da tenere d’occhio.

7,6
  • Recensione
Prezzo

€ 189

In offerta su Amazon

€ 171

Giudizi
  • Caratteristiche7,5
  • Design8,5
  • Prestazioni7
  • Qualità prezzo7,5
Pro

Qualità costruttiva, qualità audio degli speaker, batteria removibile

Contro

Cuffie in dotazione di scarsa qualità, prestazioni discontinue di processore e batteria, assenza del modulo NFC

Lenovo K5 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 1 agosto 2016

Lenovo K5: il design ()

Già aprendo la scatola del Lenovo K5, la dotazione ricca ne rimarca la cura per i dettagli: il produttore fornisce infatti una custodia in plastica rigida trasparente e una pellicola di protezione per il display oltre, naturalmente, al caricabatteria e agli auricolari, che però sono di fattura economica.

In particolare, le cuffie possono andare bene per rispondere alle chiamate, ma sono sconsigliate per ascoltare musica. La custodia invece può rivelarsi molto utile e inserisce e rimuove molto facilmente.

Di per sé, il K5 mostra un design interessante. Ad un’occhiata superficiale lo si potrebbe confondere facilmente con un dispositivo unibody, ma la backcover è rimovibile. Questo risultato estetico è stato ottenuto rivestendo la plastica esterna con una lamina in alluminio che piega sui bordi.

Nella parte superiore e inferiore a questa fascia ci sono due bande in plastica che contengono la fotocamera con il relativo flash e i due speaker Dolby. Sul lato destro sono presenti il tasto di sblocco e il bilanciere del volume mentre quello sinistro e quello inferiore sono completamente puliti.

Nella parte superiore è stato collocato l’ingresso per le cuffie e la porta micro USB per il caricabatteria. Questa disposizione è piuttosto inusuale e può risultare scomoda in alcune situazioni come, ad esempio, quando si vuole effettuare una chiamata con il telefono in carica.

La parte anteriore, infine, è dotata di un frame in plastica, tasti non retroilluminati, fotocamera frontale e un luminosissimo led RGB per le notifiche. Le dimensioni sono di 142 x 71 x 8,2 mm per un peso di 142 grammi.

Lenovo K5: l’hardware ()

Lenovo K5 è dotato di un processore Qualcomm Spandragon 415 octa core cortex A53 da 1.4 GHz, cui si aggiungono la GPU Adreno 405 e 2 GB di RAM. La memoria interna è da 16 GB, di cui 10 circa disponibili all’avvio. C’è comunque lo slot micro SD per l’espansione, al quale si può accedere rimuovendo la backcover.

Con questa operazioni sono accessibili anche gli slot per le micro-SIM e la batteria da 2750 mAh, removibile.

Il display ha una risoluzione di 720 x 1280 pixel, il che non è eccezionale, ma la densità di 294 ppi risulta, comunque, sufficiente a garantire una buona esperienza d’uso. Ciò che stupisce è piuttosto l’elevata resistenza alle impronte digitali: si sentirà davvero poco il bisogno di ripulirlo.

Trattandosi di un pannello IPS, i neri tendono a ingrigire leggermente come si inclina il punto di visuale. I colori sono comunque tarabili via software, attraverso dei preset oppure manualmente.

Lenovo K5: il software

Nel Lenovo K5, Android si presenta in versione 5.1.1 con interfaccia Vibe UI. Le personalizzazioni del produttore non sono molte, ma ci alcune chicche – come la possibilità di sdoppiare l’interfaccia per utilizzarla con i visori VR – che ne arricchiscono l’operatività.

Le modifiche dell’interfaccia più importanti sono sicuramente grafiche e riguardano la scelta di alcune icone e la tendina dei quick setting, in cui sono stati inseriti tutti i toggle disponibili.

Manca invece il drawer delle app (il suo ripristino è comunque previsto tramite alcuni semplici passaggi nelle Impostazioni) e l’accesso al task manager richiede una pressione prolungata del tasto dedicato, il che può risultare fastidioso.

Vero punto dolente è la scarsa cura nella localizzazione dell’interfaccia, almeno nell’unità di prova: ci si imbatte spesso in sottomenu parzialmente o completamente in inglese. Inoltre, il sensore della luminosità è un po’ pigro nell’adattarsi ai cambi di luce.

Lenovo K5: le prestazioni ()

In generale, il Lenovo K5 si comporta molto bene nell’utilizzo quotidiano. Gli otto core e i 2 GB di RAM si mostrano sempre all’altezza delle attività da svolgere. I primi rallentamenti si hanno solo con applicazioni che richiedono qualche sforzo in più.

Con alcuni giochi più impegnativi, inoltre, può capitare che il retro del dispositivo si scaldi leggermente e si può notare un leggero conseguente calo delle prestazioni.

Anche la batteria, stranamente, pare avere un comportamento discontinuo. Visto lo schermo dalla risoluzione non impegnativa e il processore non troppo energivoro, ci si aspetterebbe un’ottima autonomia, ma, quando il terminale viene sfruttato al massimo delle sue potenzialità, si verificano cali di percentuale di carica piuttosto repentini. Dato che anche i tempi per la ricarica lasciano un po’ a desiderare (due ore circa), l’aggiunta della carica veloce non avrebbe guastato.

Lenovo K5: fotocamera e audio ()

La fascia di prezzo in cui si colloca il Lenovo K5 non fa ben sperare nel comparto fotografico e, in effetti, il sensore da 13 MP della fotocamera posteriore riesce ad eseguire buoni scatti solo in condizione di luce ottimale. Inoltre la messa a fuoco ha spesso bisogno di alcuni tap di correzione per poter individuare il punto giusto. La situazione peggiora, in condizioni di scarsa luce.

La fotocamera frontale da 5 MP risulta sufficiente per scattare dei buoni selfie.

L’interfaccia permette di accedere velocemente ad alcune impostazioni, come HDR e gestione delle ISO, e applicare alcuni filtri in tempo reale. I video sono ripresi in Full HD a 30 fps con stabilizzatore di immagine digitale.

Una menzione positiva va fatta alla qualità degli speaker che riproducono un suono forte e pulito. Solo la posizione influisce negativamente, attutendone il suono quando il dispositivo è poggiato su una superficie piana.

Conclusioni e prezzo ()

Si può dire che questo Lenovo K5 sia un discreto terminale, che ben si inserisce nella fascia di medio-bassa. Occorre sicuramente scendere ad alcuni compromessi, com’è ovvio che sia, ma le buone funzionalità aggiuntive e il form factor ne fanno uno dei modelli da tenere in considerazione al momento di un acquisto a basso costo. Ovviamente, prima di sceglierlo, è opportuno valutare le proposte alternative.

Notizie su: ,