QR code per la pagina originale

LG 65LA970V: video e audio da cinema

LG 65LA970V è un TV 4k/UHD dall’eccellente schermo retroilluminato a LED e dotato di un innovativo set di altoparlanti integrato 4.1.

Prezzo

€ 5.499

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design9
  • Prestazioni9
  • Qualità prezzo8
Pro

Eccellente qualità 2D e 3D, suono potente e fedele, design moderno, sintonizzatore TV e media player con supporto 4k

Contro

Manca l’interfaccia HDMI 2.0, Smart TV migliorabile

LG 65LA970V lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 29 novembre 2013

New Entry

LG è il quarto brand entrato in ordine di tempo nel mondo dei televisori con risoluzione Ultra HD. La famiglia di TV ad altissima definizione comprende ben quattro modelli, suddivisi in due serie con altrettante diagonali ciascuna: LA965V e LA970V, rispettivamente con retroilluminazione Edge LED e Full LED, da 55 o 65 pollici.

Del top di gamma LA970V abbiamo provato il taglio più grande, venduto al prezzo di 5.499 euro, mentre per acquistare il fratello minore occorrono 3.999 euro.

LG si è mossa con attenzione, curando soprattutto l’esperienza cinematografica grazie al fondamentale supporto degli speaker integrati 4.1 e all’ottimo comparto video, che si basa su un vero pannello Full LED e su una modernissima elettronica di controllo.

L’attenzione ai dettagli, invece, non è stata completa: se da un lato troviamo un decoder DVB-T2 compatibile con lo standard HEVC e il media player che supporta filmati 4k da memoria esterna USB 3.0, dall’altro manca il supporto della più recente interfaccia HDMI 2.0 fondamentale per lettori Blu-ray compatibili con l’altissima definizione.

Design

Il design del LG 65LA970V riprende quello delle ultime proposte LG di alta gamma nel campo Full HD, con alcune differenze sostanziali. Si nota subito la nuova base in metallo, che contribuisce ad alleggerire l’intera struttura. Il design minimale è studiato per avere anche un riscontro funzionale: la particolare foggia serve per il passaggio all’esterno della Soundbar 4.1 altrimenti nascosta a televisore spento.

Galleria di immagini: LG 65LA970V, le foto

Il pannello invece presenta la stessa estetica dei Full HD, con cornice sottilissima, bordi leggermente arrotondati e l’ormai irrinunciabile webcam nascosta al centro, sul lato superiore, utilizzabile sia per le videochiamate Skype tramite l’app integrata nella Smart TV sia per il controllo del televisore tramite le gesture.

Uno dei primi aspetti che si nota a televisore spento è il rivestimento opaco del pannello Full LED da 65”, che contribuisce a eliminare i riflessi causati dall’illuminazione ambientale.

Qualità video

LG 65LA970V è il top di gamma della serie ed è quindi dotato delle migliori tecnologie LG come la retroilluminazione Nano Full LED, con Local Dimming chiamato Micro Pixel Control, per la massima precisione nel controllo della qualità dell’immagine.

Nel visualizzare contenuti nativi 4k preparati ad hoc da LG, non si può che rimanere sorpresi dall’eccellente qualità delle immagini. Come espresso per altri televisori 4k, come le più recenti proposte Sony, Samsung e Panasonic, l’immersione nella scena è forse l’aspetto più evidente rispetto a un TV Full HD di pari categoria e analoga diagonale dello schermo.

LG 65LA970V

In particolare questo LG 65LA970V ci è piaciuto per l’ottimo livello del nero, sopra la media dei televisori retroilluminati a LED, e per l’eccellente resa dei colori in termini di fedeltà e definizione. Il potente motore grafico Triple XD Engine, che opera in contemporanea su colore, contrasto e chiarezza, dimostra di lavorare in modo estremamente efficace.

Purtroppo mancano ancora contenuti nativi e l’unico modo per godere dell’altissima definizione è giocare collegando al televisore un PC con scheda video compatibile 4k. Purtroppo il 65LA970V non ha un’impostazione ottimizzata per il gaming a 3.840×2.160 pixel, ma in ogni caso l’effetto scia è appena percettibile.

Upscaling e 3D

Con LG 65LA970V è possibile effettuare il cosiddetto upscaling di contenuti SD o HD (720p e 1080p), da trasmissioni televisive o da Blu-ray. LG ha integrato lo speciale algoritmo Tru-Ultra HD nel proprio motore di elaborazione, con risultati di buon livello anche se non all’altezza dei migliori visti finora (Sony e Samsung), soprattutto da trasmissioni a definizione standard. Se invece l’upscale viene compiuto da Blu-ray di ottima qualità, come recenti film dianimazione o comunque con bit rate molto elevato, la resa passa da buona a eccellente, senza sgraditi artefatti digitali o perdita di dettaglio nelle aree più scure dell’immagine.

Anche sul 65LA970V la tecnologia Cinema 3D passiva per la visione stereoscopica mostra il suo valore, risolvendo alcune pecche intrinseche. Parliamo nella naturale perdita di dettaglio che si avverte nelle scene con grande profondità e negli oggetti più vicini al telespettatore. Il naturale senso di profondità e realismo della risoluzione 4k viene in aiuto nella visione di contenuti 3D, che risultano di una qualità complessiva semplicemente ottima, con effetto scia quasi impercettibile anche nelle scene di azione più concitate.

Come ciliegina sulla torta, insieme al televisore sono fornite quattro paia di occhiali, di cui due Dual Play per il gaming 2D in contemporanea senza schermo altrimenti suddiviso in due.

Soundbar 4.1

A completare l’ottima esperienza cinematografica concorre in modo sostanziale l’altrettanto ottimo comparto sonoro, merito della Soundbar 4.1 integrata, da 50 W complessivi e con design a scomparsa.

Nonostante le dimensioni compresse, per rientrare all’interno del televisore, la resa è soddisfacente per fedeltà, pienezza e pulizia del suono, con distorsioni ridotte al minimo anche alzando il volume quasi al massimo.

Molto gradevole è anche l’effetto di spazializzazione del suono, sfruttando i profili predefiniti abilitabili dal menu dedicato dell’interfaccia video, e il supporto fondamentale dell’efficace subwoofer integrato.

Smart TV

Sul 65LA970V ritroviamo la stessa identica interfaccia dei televisori LG Full HD, e questo non è un bene. Infatti, per la migliore resa con risoluzione 4k sarebbe stato necessario un intero restyling. Purtroppo è stato compiuto un semplice e puro upscale da 1.920×1.080 a 3.840×2.2160 pixel, con la nitidezza che paga pegno.

In ogni caso la qualità dei contenuti e l’organizzazione dei menu è di livello più che buono, con un’ottima fluidità e reattività operativa. Rispetto all’immediato passato, sono cambiati il processore grafico e il decoder 4k e HEVC, quest’ultimo una novità graditissima che gestisce fonti esterne in formato MP4/MKV (collegate via USB 3.0) e future trasmissione UHD tramite il modernissimo sintonizzatore DVB-T2.

Per gestire il 65LA970V LG mette a disposizione l’innovativo telecomando Magic Motion, espressamente pensato per rendere al meglio con la Smart TV, ma si fa sentire la mancanza di un metodo tradizionale per la classica selezione dei programmi televisivi. Da questo punto di vista è molto più intuitiva e funzionale l’app Quick Remote integrata sui più recenti device mobile LG, come lo smartphone G2 e il tablet LG Pad 8.3.

LG 65LA970V

Interfacce

Anche sul versante connettività, cambia poco o nulla tra i top di gamma con risoluzione Full HD e 4k/UHD, ed è un peccato. Infatti, le tre porte HDMI sono in standard 1.4 e così capaci di gestire fonti 4k sino a 30 Hz, e non il più recente e appropriato 2.0 con campionamento a 60 Hz espressamente pensato per l’altissima definizione, sia 2D sia 3D.

A parte questo aspetto, la connettività non ha nulla su cui si possa eccepire: interfaccia di rete Ethernet, Wi-Fi con supporto Miracast e Wi-Di, slot Common Interface CI+, doppio tuner Sat e DVB-T2, NFC, tre porte USB di cui due 2.0 e una 3.0 e classica dotazione di ingressi A/V compresa la presa SCART.

Verdetto

Il pacchetto offerto da LG con la serie LA970V, disponibile nei tagli da 55” e 65”, è veramente appetibile. Infatti, la parte TV è completata dall’ottima Soundbar 4.1 con design a scomparsa, per un esperienza cinematografica quasi senza pari nel settore.

Il televisore 65LA970V ci ha convito per l’ottima qualità video (al momento godibile purtroppo solo con le demo 4k realizzate per l’occasione, o nel gaming collegando un PC con scheda video compatibile con l’altissima definizione). Forse, è meno convincente l’upscale di contenuti HD e Full HD, che necessitano di una qualità originale elevata per rendere l’esperienza realmente soddisfacente.

Analizzando altri aspetti che contribuiscono a determinare il reale valore di un televisore, purtroppo notiamo alti e bassi: se da un lato abbiamo un decoder DVB-T2 già pronto per le trasmissioni UHD e un media player altrettanto compatibile, dall’altra notiamo l’assenza delle porte HDMI 2.0 e di un’interfaccia Smart TV espressamente pensata per la risoluzione 4k.

Particolarmente interessante è il fratello minore, il 55LA970V, soprattutto per chi intende acquistare ora un TV di altissima gamma, dal prezzo concorrenziale rispetto ad analoghe soluzioni Full HD equipaggiate con Soundbar, e comunque già pronto per i contenuti 4k.

Notizie su: ,