QR code per la pagina originale

Nikon Coolpix P340: pensata per gli appassionati

Nikon Coolpix P340 è una fotocamera compatta da 12 megapixel per utenti avanzati, con luminoso obiettivo f/1.8, Wi-Fi e video Full HD.

Prezzo

€ 380

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Dotazione8,5
  • Prestazioni8
  • Qualità prezzo7,8
Pro

Design compatto e funzionale, buona qualità di immagine, ottimo livello di comando, luminoso obiettivo f/1.8, filtro ND integrato, Wi-Fi

Contro

Apertura massima in posizione tele solo f/5.6, durata della batteria limitata, ricarica in-camera, assente il GPS, usabilità complessa per i principianti

Nikon Coolpix P340 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 1 agosto 2014

Una micro-reflex

Il settore delle fotocamere compatte avanzate sta conoscendo una nuova giovinezza in questi anni, con numerosi produttori che continuano a offrire modelli tascabili sempre più interessanti. L’ultima proposta di Nikon in questo segmento è la Coolpix P340, una fotocamera che, con il suo sensore a dimensione maggiorata, il suo obiettivo luminoso e il suo profondo layout di comandi, è chiaramente destinata al target dei fotografi più esperti, in cerca di uno strumento dalle dimensioni contenute da affiancare alla propria reflex per l’utilizzo di tutti i giorni. Il tutto a un costo abbastanza premium per una compatta: il prezzo ufficiale in Italia è, infatti, di 380 euro.

Caratteristiche tecniche

Il sensore equipaggiato dalla Nikon Coolpix P340 è un CMOS da 12 megapixel di risoluzione e caratterizzato da una diagonale di 1/1.7 di pollice. Un sensore, dunque, più grande rispetto a quelli solitamente equipaggiati dalle compatte (1/2.3″), anche se non quanto quello che si può trovare in alcuni recenti modelli di grande successo (e maggior costo) come, ad esempio, la Sony RX100 Mk II, che raggiunge addirittura una diagonale di 1″. La conseguenza è una migliore raccolta di luce e dunque meno rumore digitale negli scatti.

L’obiettivo è altrettanto ambizioso: zoom 5x stabilizzato che parte da un grandangolo di 24 mm, con un’eccellente apertura massima di f/1.8, fino a un tele di 120 mm, che purtroppo risulta molto meno luminoso: soltanto f/5.6. Avere almeno uno stop di apertura in più a pieno zoom e raggiungere f/4.0 sarebbe stato molto utile per staccare meglio gli sfondi nei ritratti “spalle e volto”, ma nel complesso l’obiettivo montato da Nikon in questa compatta è senz’altro degno di nota.

Galleria di immagini: Nikon Coolpix P340, le foto

Il resto della scheda tecnica comprende una modalità video a 1080p (ma limitata a 25/30 fps), con opzioni high frame-rate a risoluzione ridotta fino a 120 fps, una raffica da 8 fps per un massimo di 10 immagini consecutive e una modalità macro con messa a fuoco a soli 2 cm dall’obiettivo.

A bordo della Nikon Coolpix P340 c’è anche un’antenna Wi-Fi per la connessione a dispositivi mobile, mentre è assente il modulo GPS: i dati sul geotagging dovranno dunque essere acquisiti dal proprio tablet o smartphone.

Ottima, infine, è l’inclusione di un filtro a densità neutra integrato, che consente di impiegare la massima apertura di f/1.8 anche in situazioni di luce intensa.

Design e usabilità

Il design e i controlli della Nikon Coolpix 340 sono, forse, il suo aspetto più interessante. La macchina è molto compatta (103x58x32 mm per 194 g di peso) e costruita con buoni materiali, resistenti e piacevoli al tatto. Pur essendo abbastanza squadrata, questa fotocamera offre un grip sufficiente e risulta comoda da utilizzare con una sola mano.

Sul retro c’è un bel display da 3″ di diagonale e 921.000 punti, ben nitido e visibile (anche se piuttosto soggetto ai riflessi in luce solare), circondato dai controlli, che sono davvero abbondanti e molto ben disposti per una macchina di questa categoria. Ci sono addirittura tre ghiere di controllo (una posteriore, una superiore e una frontale posta intorno al barilotto dell’obiettivo), che consentono di avere un’esperienza di utilizzo molto simile a quella di una reflex, con grande facilità nell’aggiustare i valori di esposizione fondamentali (tempi, diaframmi e compensazione). È gradita anche l’aggiunta di un tasto fn programmabile, anche se il suo posizionamento non è felicissimo: si trova sul frontale della macchina, sotto l’obiettivo, e non risulta immediato da raggiungere.

Un’assenza che si fa notare, per una macchina di questa ambizione è quella di una porta di comunicazione per agganciare un eventuale mirino elettronico, che avrebbe reso decisamente più profonda l’usabilità.

Altro dettaglio negativo è la durata della batteria, che ammonta a una media di soli 220 scatti: in caso di utilizzo intenso, sarà probabilmente necessaria una ricarica a mezza giornata. Inoltre Nikon ha deciso di non includere nella confezione un caricabatterie tradizionale: la ricarica avviene infatti in-camera, quindi non è possibile caricare a parte una seconda batteria, da tenere sempre pronta per la sostituzione, mentre si sta utilizzando la fotocamera.

Performance e qualità di immagine

Le prestazioni della Nikon Coolpix P340 sono buone per una compatta. L’accensione avviene in circa un secondo, il meccanismo di zoom è rapido e relativamente silenzioso (consente anche di impostare focali fisse tradizionali come 24, 28, 35 mm e così via) e la navigazione dei menu, seppure non fulminea, è senz’altro adeguata per una macchina di questa categoria.

Anche la messa a fuco è di buon livello: in posizione grandangolare e con buona luce, l’AF è molto rapido nell’acquisizione dei soggetti e, anche con l’impiego di focali tele o in ambienti bui, la prestazione resta sufficiente, sebbene meno scattante.

La reattività nello scatto è soddisfacente, con l’otturatore che non si fa mai attendere troppo e una buona raffica da 8 fps, che però risulta limitata a 10 scatti consecutivi e blocca la macchina per diversi secondi nella successiva fase di scrittura su scheda SD. Interessanti sono anche le modalità di scatto ultra-rapido a 60 e 120 fps: queste ultime impiegano un otturatore elettronico e riducono nettamente la risoluzione e la qualità delle immagini, ma possono aiutare a catturare espressioni e movimenti davvero particolari.

Il quadro è completato da una qualità di immagine generale che, per quanto riguarda il settore delle compatte da taschino, è molto buona. Le foto scattate dalla Nikon Coolpix P340 sono di media ben esposte e colorate, con un bilanciamento del bianco automatico piuttosto affidabile e una discreta gamma dinamica. Ai valori ISO base (da 80 a 400), anche il dettaglio è molto buono, evidenziando una discreta prestazione ottica dell’obiettivo, abbastanza nitido per tutta la sua escursione focale. Superati i 400 ISO, il rumore digitale comincia a farsi sempre più presente, ma la qualità di immagine resta piuttosto buona e di certo superiore a quella della compatta media.

I filmati non sono il punto forte di questa fotocamera (a partire dall’assenza di una modalità 1080p60), ma offrono comunque una qualità discreta sia in termini di video che di audio e, nel complesso, possono essere usati con soddisfazione, a patto che si abbiano aspettative moderate.

Verdetto

La Nikon Coolpix P340 è una fotocamera compatta premium molto interessante. La sua qualità di immagine è senz’altro superiore a quella della fotocamera tascabile media e, pur non raggiungendo il vertice della categoria (dominato saldamente dalla RX100 di Sony e da altri modelli con sensore da 1″), riesce a offrire buone soddisfazioni.

Il vero punto forte di questa Coolpix è, però, il sistema di controllo, che, grazie alla presenza di ben 3 ghiere, risulta profondo e molto personalizzabile, offrendo un’esperienza di scatto che sarà sicuramente apprezzata dai fotografi più esperti.

Il quadro sarebbe risultato più completo con l’aggiunta di un mirino elettronico o di una porta per collegare accessori esterni, e una luminosità maggiore in posizione di tele avrebbe senz’altro reso più interessante l’obiettivo, ma nel complesso la Nikon Coolpix P340 è una compatta valida e dalle doti peculiari, che vale il prezzo di 380 euro per chiunque cerchi queste caratteristiche in uno strumento super-compatto.

Notizie su: ,