QR code per la pagina originale

Nokia Lumia 625: recensione e prezzo

Nokia Lumia 625 è uno smartphone di fascia media con connettività 4G, schermo IPS da 4,7", fotocamera da 5 megapixel e OS Windows Phone 8.

Prezzo

€ 299

Giudizi
  • Caratteristiche7
  • Connessioni8,5
  • Design8
  • Qualità prezzo8
Pro

Connessione 4G, elegante e ben costruito, schermo dall'ampia diagonale, slot microSD, buona autonomia

Contro

Schermo di qualità migliorabile, solo 512 MB di RAM, batteria non rimovibile

Nokia Lumia 625 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 20 settembre 2013

Scheda tecnica ()

Con Lumia 625, Nokia lancia sul mercato uno smartphone mid-range molto curato dal punto di vista estetico e dotato di una scheda tecnica bilanciata per il suo prezzo. Tra le specifiche, brillano sicuramente l’inclusione di un modulo 4G, ancora inusuale in dispositivi di questa fascia, e uno schermo da 4,7 pollici di diagonale, il più grande attualmente disponibile sui modelli Nokia.

Meno impressionante, invece, è il resto dei reparti: abbiamo infatti un processore Qualcomm Snapdragon S4 (dual core da 1,2 GHz), una GPU Adreno 305, 512 MB di RAM, 8 GB di memoria interna (espandibile tramite slot microSD fino a 64 GB), una fotocamera posteriore da 5 megapixel e una batteria, non removibile, da 2.000 mAh.

Il tutto è gestito, ovviamente (e più che mai dopo l’acquisto di Nokia da parte di Microsoft), dall’OS Windows Phone 8.

Qualità costruttiva e controlli

Come praticamente tutti gli smatphone Nokia degli ultimi anni, anche il Lumia 625 fa della sua realizzazione costruttiva un punto di forza. Sebbene impieghi per la maggior parte materiale plastico, il Nokia Lumia 625 è infatti molto gradevole sia dal punto di vista estetico sia nell’impiego quotidiano, risultando molto solido, ben bilanciato nella mano e decisamente colorato (grazie alla presenza di cover dalle scelte cromatiche molto esuberanti).

Galleria di immagini: Nokia Lumia 625, le foto

Il vetro frontale è un Gorilla Glass piacevolmente smussato verso i bordi, che conferisce una grande impressione di solidità ed eleganza al telefono. Unico difetto: la cover posteriore risulta abbastanza difficile da rimuovere, tanto da far sorgere il dubbio di poterla addirittura danneggiare durante l’operazione. Raccomandiamo quindi una certa cautela.

Per quanto riguarda la presenza di controlli fisici, sul lato destro del terminale abbiamo il consueto tasto di accenzione/sblocco e il bilanciere del volume, cui va ad aggiungersi il classico (per Nokia) tasto dedicato all’impiego della fotocamera. Quest’ultimo, con una scelta molto azzeccata, consente due livelli di pressione: uno intermedio per la messa a fuoco e uno completo per lo scatto dell’immagine, offrendo dunque un funzionamento da vera macchina fotografica.

Per il resto, sul fondo del Nokia Lumia 625 abbiamo gli immancabili tre soft keys (indietro, home e ricerca) e la consueta porta micro-USB per il caricamento della batteria e il collegamento al PC, mentre sul retro della scocca troviamo la fotocamera da 5 megapixel, a cui si accompagna un piccolo flash LED. Più al di sotto, ecco la griglia dello speaker (piuttosto piccola) mentre, sulla parte superiore, troviamo il solito jack per le cuffie.

Prestazioni e usabilità ()

Nokia Lumia 625

Nell’impiego pratico, il Nokia Lumia 625 si rivela uno smartphone abbastanza agile e piacevole da usare, a dispetto di una scheda tecnica senz’altro non esplosiva. Windows Phone è notoriamente un OS piuttosto snello, difatti questo terminale lo gestisce con fluidità e senza singhiozzi praticamente in ogni operazione. Il lancio delle applicazioni, specialmente quelle più corpose, non sempre è fulmineo, ma nel complesso l’esperienza di utilizzo è senz’altro buona.

Ovviamente, per quanto riguarda il gaming e il multitasking estremo bisogna avere aspettative adeguate: CPU e GPU in questo smartphone non sono certo le più potenti in circolazione, ma il vero collo di bottiglia è costituito dai soli 512 MB di RAM, forse l’unica specifica che suona leggermente sbilanciata verso il basso, anche per un terminale di questa fascia di prezzo. Ad ogni modo, i titoli meno impegnativi (e oggettivamente più diffusi in ambito smartphone) gireranno sul Lumia 625 senza alcuna fatica.

L’altra vera pecca di questo telefono è lo schermo: il pannello LCD IPS da 4,7″ si ferma infatti a 800×480 pixel di risoluzione, dando un valore di circa 200 ppi di densità, che risultano decisamente stiracchiati sull’ampia diagonale. Il problema non si nota molto nel normale utilizzo dei menu (anche vista la natura “low res” dell’interfaccia Windows Phone), ma diventa evidente, per esempio, in fasi di browsing, dove i testi più piccoli risultano veramente difficili da leggere. Inoltre anche la qualità di colori e contrasti, nonché l’angolo di visuale, sono piuttosto sotto la media. Sulla parte bassa dello schermo si nota persino un fenomeno di sovra-illuminazione, molto facile da percepire sugli sfondi neri.

Nokia Lumia 625

L’esperienza multimediale a tutto tondo resta comunque discreta: lo speaker, pur essendo mono e di dimensioni molto contenute, è abbastanza potente (attenzione, però, a non collocare il telefono di schiena su superfici morbide: l’audio risulterà quasi completamente attutito), la fotocamera è reattiva e cattura immagini di discreta qualità, nonostante la risoluzione di “soli” 5 megapixel, e anche la registrazione di video in HD (fino a 1080p) e la loro visione non lasciano a desiderare per un device di questo prezzo. Troviamo gradevole la funzione Nokia Smart Cam, che cattura più immagini per poi proporci una serie di soluzioni creative diverse mentre, a difesa dello schermo, va citata l’eccellente sensibilità touch, che è capace di rilevare il tocco anche quando le dita sono coperte da guanti leggeri.

Ovviamente, molto interessante risulta la connettività, grazie all’inclusione di un modulo 4G, standard che sta prendendo finalmente piede anche in Italia e che garantisce velocità di download e upload molto superiori rispetto al vecchio 3G, ovviamente dove e quando l’operatore lo consente (attenzione: il Nokia Lumia 625, come tutti o quasi gli smartphone di questa serie, impiega una scheda microSIM). È dunque buona la parte telefonica e anche il resto delle antenne (Wi-Fi, Bluetooth) e il modulo GPS nel nostro test hanno funzionato correttamente, mostrando una ricezione adeguata e, nel caso del GPS, un aggancio dei satelliti veramente rapido.

Ottima, infine, è l’autonomia: forse anche grazie alla sua potenza contenuta, il Nokia Lumia 625 riesce ad arrivare tranquillamente a fine giornata con un utilizzo mediamente intenso e raggiunge anche le 48h, se non particolarmente stressato.

Verdetto e prezzo ()

Il Nokia Lumia 625 è uno smartphone interessante, ben costruito e dal look piacevole. La scheda tecnica non esagerata non costituisce un problema nell’impiego quotidiano e risulta ben proporzionata al prezzo (299 €), anche se avremmo gradito un quantitativo di RAM superiore. Ottima è la connettività, grazie all’inclusione del formato 4G; peccato, invece, per lo schermo, in cui la natura economica di questo dispositivo risalta in modo più evidente.

Ovviamente, nel valutare o meno l’acquisto va considerata anche la presenza dell’OS Windows Phone, che generalmente o si ama o si odia. Tra i suoi pregi vi sono una grande agilità e semplicità, tra i suoi difetti una certa rigidità e una quantità di App ancora non alla pari della concorrenza Apple e Google (nel momento in cui scriviamo, ad esempio, ancora non è presente una App di YouTube funzionante). Qui, però, troviamo pre-installata la suite di Office mobile, che potrebbe costituire un punto d’interesse.

In ultima analisi, dunque, se Windows Phone è già il vostro OS prescelto, il Nokia Lumia 625 vi consentirà di impiegarlo con soddisfazione e senza un colpo troppo duro al portafogli.

Notizie su: ,