QR code per la pagina originale

Panasonic DMR-BWT745EC: upscaling 4K di qualità

Il Panasonic DMR-BWT745EC è un potentissimo Blu-ray/DVD recorder con funzioni evolute e un ottimo upscaling dei contenuti alla risoluzione 4K.

8,5
  • Recensione
Prezzo

€ 649

Giudizi
  • Caratteristiche9,3
  • Design8
  • Prestazioni9,3
  • Qualità prezzo7,5
Pro

Doppio tuner DVB-T, upscaling a 4K, registrazione simultanea di due programmi, design elegante, pieno supporto di tutti i formati Blu-ray/DVD/CD, uscita HDMI compatibile 1080/24p, potente media player, funzioni Smart TV

Contro

Solo un’uscita HDMI, manca il manuale completo, menu migliorabile, le numerosissime funzioni possono spaventare il neofita

Panasonic DMR-BWT745EC lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 30 gennaio 2015

Funzioni evolute

Panasonic è uno dei brand che crede nel mondo iper specializzato dei recorder Blu-ray/DVD. L’evoluzione della serie di prodotti dedicata prosegue con DMR-BWT745EC, il nuovo top di gamma che segue il precedente DMR-BWT735.

Il Panasonic DMR-BWT745EC è un lettore/masterizzatore Blu-ray 3D/DVD con funzioni di registrazione avanzate e un disco fisso integrato da ben 500 gigabyte. La principale innovazione rispetto al predecessore DMR-BWT735 è la funzione di upscaling dei contenuti alla risoluzione Ultra HD 4K grazie al processore dedicato, oltre all’incremento della capacità dell’hard disk da 250 a 500 gigabyte.

Il vantaggio per gli utenti è di avere una soluzione pensata ad hoc per il proprio archivio di DVD e Blu-ray, indipendente da quella del nuovo televisore 4K.

La lista delle qualità è lunga: il Panasonic DMR-BWT745EC dispone di doppio tuner per il digitale terrestre, con la possibilità di registrare due programmi in contemporanea, o semplicemente guardarne uno mentre se ne registra un altro. Grazie alla funzione DIGA e al lavoro svolto insieme al doppio tuner, inoltre, è possibile inviare un programma registrato o in diretta a un televisore Panasonic Viera, a un altro lettore Blu-ray o a un dispositivo mobile – smartphone o tablet – in modalità wireless per guardarlo in qualsiasi punto della casa.

Integrazione mobile

Sul device sarà necessario installare la DIGA Player App (disponibile per iOS e Android), che abilita anche il controllo delle registrazioni oltre alla semplice funzione di telecomando completo di ogni funzione.

La app sviluppata da Panasonic è convincente, funzionando a braccetto con la guida al palinsesto televisivo EPG per la registrazione remota: basta essere connessi a Internet per compiere ricerche e attivare il timer per registrare il programma preferito, senza interrompere quello che si sta guardando.

Inoltre, grazie all’integrazione Smart Network-Miracast e alla funzione DLNA, possiamo replicare lo schermo dello smartphone o del tablet sul pannello del televisore domestico, o semplicemente inviare e condividere contenuti multimediali (foto, musica, video).

 

Smart TV

Non mancano neppure quelle funzioni che possono fare felici i possessori di un televisore con almeno due anni sulle spalle e che vogliono abilitare alcune funzionalità evolute delle più recenti Smart TV.

Collegati alla rete domestica – via Wi-Fi o con cavo – si può sfruttare il browser web e l’accesso al servizio Panasonic Viera Connect con alcune delle app più diffuse e conosciute in ambito social e non solo – YouTube, Facebook, Skype, ecc, – oltre all’immancabile catalogo di video on-demand, con film, documentari e programmi sportivi in alta definizione.

Le funzionalità DIGA e Viera Connect sono implementate in modo efficace e rappresentano un concreto valore aggiunto, raggiungendo un’enorme fetta di utenti, notevolmente superiore a quella rappresentata dai possessori di un TV 4K, interessati dall’upscaling nativo dei contenuti riprodotto da Blu-ray/DVD. Solo il menu è migliorabile, con una grafica ormai datata, fermo restando un accesso rapido e chiaro alle varie sezioni.

Passando alla connettività, non si può affermare che la disponibilità di porte soddisfi in pieno. Abbiamo una sola porta USB 2.0, una HDMI 1.4 (compatibile 1080/24p), un ingresso video composito, una porta di rete, connettori audio ottico e coassiale, e un vano per schede SD.

Probabilmente Panasonic ha ritenuto di dover investire in altri ambiti, come il doppio tuner, il disco fisso da 500 GB, il lettore Blu-ray/DVD/CD compatibile con tutti i formati esistenti, e le funzionalità evolute di Smart TV, un potente media player integrato, e perché dargli torto?

Quantità e qualità

La prova sul campo rende merito al lavoro svolto da Panasonic nel rendere questo Blu-ray recorder il più potente e versatile. Il telecomando è assimilabile in tutto e per tutto a quello di un tradizionale lettore ottico. Un rimpianto è l’assenza di un controller opzionale con area touch, che avrebbe facilitato e reso più intuitivo l’accesso alle funzionalità evolute.

Dobbiamo ammettere che la curva di apprendimento non è né semplice né rapida, anche e soprattutto per l’assenza di un completo manuale allegato. Il controllo delle funzioni essenziali non è problematica, per tutto il resto è necessario richiedere il Pdf in lingua italiana a Panasonic per un utilizzo realmente proficuo e soddisfacente. La app per smartphone/tablet, con la sua guida integrata, supplisce solo parzialmente (un supporto cartaceo è tutta un’altra cosa).

In ogni caso, una volta raggiunta la padronanza del Panasonic DMR-BWT745EC, diventa un piacere sfruttare le possibilità di registrazione evoluta – sino a due programmi in contemporanea – sul capiente hard drive integrato, che supporta fino a 129 ore in qualità HD a 8 Mbps (max 341 ore in SD), così come condividere contenuti da e per dispositivo mobile su cui è installata la DIGA Player App.

Conclusioni

Il Panasonic DMR-BWT745EC dimostra di essere un ottimo strumento per riprodurre e registrare contenuti in alta definizione, migliorando quanto di buono si era visto sul predecessore DMR-BWT735.

La qualità ottenuta con i dischi Blu-ray è eccellente per nitidezza e precisione delle immagini. Convincente anche la sezione audio, grazie al convertitore audio D/A a 192 kHz/24 bit, con un suono ricco e pieno a patto di abbinarlo a un set esterno multicanale.

Il disco fisso da 500 GB supera il limite della generazione precedente, con un apprezzabile incremento in fatto di flessibilità e longevità. Purtroppo i menu non sono stati migliorati nel design, anche se l’accesso e la gestione delle impostazioni rimane agevole.

Considerata la ricchezza di funzionalità e la qualità delle immagini, questa limitazione passa in secondo piano, per un lettore/registrazione tuttofare, altamente consigliabile per chi cerca il massimo in questo segmento del mercato.

Notizie su: ,