QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S8: design e oltre

Il design è quel che più contraddistingue il nuovo Galaxy S8: Samsung ha ridisegnato il concetto di smartphone con un nuovo form factor e molte novità.

Prezzo

€ 829

In offerta su Amazon

€ 612

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Design9
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Schermo molto bello. Design borderless innovativo ed ergonomia al top. Ottima velocità del sensore dell’iride e del volto.

Contro

La collocazione del sensore di impronte digitali che rende scomodo e difficoltoso lo sblocco.

Samsung Galaxy S8 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 6 aprile 2017

Elegante, innovativo grazie al suo schermo infinito e alla spinta decisa verso la biometria. Samsung Galaxy S8+ è per certi versi già un telefono del futuro grazie alle sue caratteristiche tecniche e di design che lo collocano in cima alla classifica dei top di gamma Android (e non solo), anche se non è esente da difetti.

Design ()

L’estetica è certamente il punto forte di Galaxy S8+. L’effetto “wow” quando lo si impugna per la prima volta è garantito. L’ergonomia è eccezionale ed eccezionale è anche lo schermo, un Super AMOLED con risoluzione Quad HD+ (2960×1440 pixel) che straccia la concorrenza degli smartphone di fascia alta grazie alla quasi totale assenza di bordi. Certamente un salto in avanti che in monti imiteranno dopo Samsung che con S8+ ha alzato decisamente l’asticella.

Tanta cura nel disegnare lo schermo è stata messa anche sotto il profilo dell’ergonomia complessiva del terminale. Non era facile realizzare un telefono da 6.2 pollici che si tiene così bene in mano ed è così sottile. Impugnandolo si ha la netta sensazione di avere un oggetto che ha poco in comune con il resto degli smartphone sul mercato. Tuttavia questa cura “maniacale” del design da parte di Samsung non ha salvato il device da un un grosso difetto, condiviso anche con S8: la posizione del lettore di impronte posizionato accanto alla fotocamera principale. In quella collocazione è difficilmente raggiungibile impugnando il telefono con una mano ed è anche facilmente confondibile con la fotocamera. È molto frequente nell’uso comune appoggiare il dito sulla fotocamera invece che sul lettore di impronte, andando a sporcare inevitabilmente la lente.

Un errore grave dei designer (dovuto apparentemente alla necessità di una modifica dell’ultimo minuto e dalla necessità di non tardare ulteriormente l’approdo sul mercato), che però è compensato dalla possibilità di sblocco tramite viso o iride, due modi molto comodi per accedere al telefono. Per quanto riguarda invece i materiali non c’è nulla da dire: Samsung ha utilizzato vetro, alluminio e plastiche di alto livello per dare un look and feel elegante al Galaxy S8+.

Galaxy S8: prezzo e disponibilità ()

Il Samsung Galaxy S8 è disponibile in Italia a partire dal 28 aprile. In questa data sarà disponibile con prezzi pari a 829,00 euro per il Galaxy S8 e 929,00 euro per il Galaxy S8+ (in attesa delle offerte dagli operatori).  Il Galaxy S8 può essere prenotato fin da oggi su Amazon.

Samsung Galaxy S8

Samsung Galaxy S8

Software e specifiche ()

Il sistema operativo che equipaggia Galaxy S8+ è Android Nougat con nuova la UI Samsung Experience 8.1. L’ottimizzazione software è molto buona, il telefono è sempre fluido e reattivo in ogni circostanza. Nelle nostre prove con applicazioni molto usate come Netflix, Mario Run, MS Word, Chrome non abbiamo mai riscontrato problemi di sorta. Questa ottimizzazione software si riscontra anche sotto l’aspetto dell’autonomia garantita. Si arriva tranquillamente fino a sera e oltre anche con un utilizzo intenso di telefono, Skype, WhatsApp e email. Lato software viene sfruttata al meglio la capiente batteria da 3.500 mAh, a cui contribuisce certamente il nuovo processore Exynos 8895 che è molto attento all’efficienza energetica. Inoltre grazie alla ricarica rapida si riesce ad avere sempre un terminale pronto all’azione in pochi minuti, anche quando siamo a corto di batteria.
Molto comoda la funzione di gestione delle applicazioni in finestre sovrapponibili tipica di Samsung che in s8+ funziona molto bene anche grazie all’ampio schermo che ne permette un uso ottimale. Estremamente comoda anche pannelli tag Edge che grazie a uno swipe da destra a sinistra permette di avere App Edge, per il richiamo delle app più usate, People Edge per avere sempre a portata di swipe i contatti telefonici più utilizzati e altre funzioni personalizzabili.

Sempre lato software va segnalata la notevole velocità nel riconoscimento dell’iride, del volto e delle impronte digitali. In particolare il riconoscimento dell’iride è talmente veloce da lasciare stupefatti le prime volte che lo si usa. Ha solo qualche problema quando lo si utilizza sotto la luce diretta del sole che inevitabilmente diminuisce la precisione del rilevatore dell’iride. Lo stesso si può dire per il riconoscimento del volto che lavora sicuramente meglio se non esposto direttamente ai raggi solari.

Un unico difetto che abbiamo notato lato software (o almeno crediamo sia attribuibile ad esso e non a difetti hardware) è la ricezione non ottimale in luoghi dove generalmente non abbiamo mai riscontrato problemi con altri terminali. Nei test effettuati utilizzando come operatore Vodafone la ricezione non è stata sempre eccellente, inoltre in chiamata abbiamo riscontrato spesso difficoltà da parte degli ascoltatori nel ricevere la nostra voce senza disturbi. È probabile che tali difetti siano da attribuire alla versione software presente sul terminale di test avuto in prova e vengano risolti prima che Galaxy S8+ arrivi nei negozi. Un altro piccolo difetto a nostro avviso è il suono che rimbomba nella parte posteriore del telefono quando si sta effettuando una chiamata. È piuttosto fastidioso l’effetto che si percepisce e c’è il “rischio” che chi si trova nelle nostre immediate vicinanze possa carpire parti delle nostre conversazioni.

Non vi sono difetti invece nel comparto audio-video, la fotocamera è il top sul mercato, ha una velocità di scatto e messa a fuoco sorprendente e una qualità degli scatti che supera ampiamente i top di gamma Android e compete senza timori reverenziali con iPhone 7. Nelle prove effettuate ci ha stupito quanto sia semplice con impostazioni automatiche riuscire a scattare ottime fotografie, senza badare troppo alla luce e alla messa a fuoco: Galaxy S8+ semplicemente non manca uno scatto e le foto fatte sono sempre di alta qualità, con una resa dei colori e della luce di alto livello.

Le ottime performance della fotocamera principale si ritrovano non solo negli scatti, ma anche nelle riprese video. Il Galaxy S8+ è infatti in grado di registrare dei video sempre a fuoco e ben stabilizzati con una risoluzione che va dal VGA (640×480), passando per il FHP (anche a 60fps) fino ad arrivare al UHD (3840×2160).
Ottima anche la fotocamera anteriore, su cui Samsung ha lavorato efficacemente per migliorare rispetto ad S7, garantendo la possibilità di scattare selfie di qualità.

Last but not least veniamo a Bixby, l’assistente software che debutta con S8 e S8+ e che dovrebbe rappresentare un concorrente di Google Now e Siri. Grazie a Bixby dovremmo riuscire a usare S8 e S8+ usando i comandi vocali, usiamo il condizionale perché purtroppo le funzioni di comando vocale non funzionano in italiano al momento ma solo in inglese, spagnolo, coreano e cinese.

L’utenza italiana dovrà quindi aspettare per poter testare questa funzionalità. È presente invece già da ora un’altra funzionalità interessante: Bixby consente di utilizzare la fotocamera per il riconoscimento automatico degli oggetti consentendo azioni come l’acquisto dell’oggetto fotografato ad esempio. Seppure divertente da provare, nelle prove effettuate ha dimostrato di non essere ancora ottimizzata. Nei nostri test il riconoscimento ha fallito con oggetti poco noti anche se di uso comune, è andato invece molto meglio con “oggetti famosi” come un iPhone, un portatile Dell è un monitor Acer.

Bixby infine, un po’ come Google Now, raggruppa in una scheda chiamata Hello Bixby informazioni sul meteo, sulla propria attività fisica quotidiana, notizie e tanto altro. Diciamo che se dovessimo giudicarne ora l’utilità Bixby non passerebbe l’esame. C’è ancora molto da migliorare, ma potrebbe diventare davvero interessante se gli ingegneri Samsung ci lavoreranno con cura nelle prossime release, offrendo davvero tutte le funzioni promesse di questo assistente virtuale.

Confezione e dotazione ()

Una nota di merito va in ultimo alla confezione e alla dotazione inclusa. Capita raramente, anche nei top di gamma, di vedere una cura così elevata sia al packaging sia a quanto viene incluso in confezione. All’interno c’è davvero di tutto e di più: cuffie AKG di qualità con filo anti aggrovigliamento, connettore OTG per agganciare pendrive esterne o tastiere, adattatore da USB Type-C a microUSB, caricatore rapido Adaptive Fast Charging, pin per l’estrazione del carrellino per la nano SIM e la microSD, manualistica e foglio di garanzia.