QR code per la pagina originale

Sony VAIO Pro 11: peso piuma

Sony Vaio Pro 11 è un Ultrabook basato su Windows 8 Pro con schermo touch da 11 pollici e chassis in fibra di carbonio, resistente e ultraleggero.

Prezzo

€ 1.119

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Connessioni8
  • Dimensioni9
  • Qualità prezzo7,8
Pro

Schermo Full HD dall’ottima resa, leggerezza e manegevolezza, nuova generazione di processori Intel Core, utility e software pre-installati

Contro

Prestazioni oscillanti a seconda dei carichi computazionali, costo elevato, spazio di archiviazione limitato

Sony VAIO Pro 11 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 29 luglio 2013

Design e assemblaggio

Il Sony Vaio Pro 11 è un Ultrabook con schermo da 11,6 pollici animato da Windows 8 e sostenuto da un profilo hardware di tutto rispetto, che poggia le proprie fondamenta sulla quarta generazione di processori Intel Core, quegli Haswell che garantiscono un incremento prestazionale a fronte di una riduzione dei consumi energetici.

A tali premesse il Vaio Pro 11 unisce l’estrema cura per i particolari estetici, unendo spigoli acuti a linee minimaliste con elegante armonia. Quel che davvero stupisce di questo portatile, però, è il fatto che sia un vero peso piuma: coi suoi 1,06 Kg, il Pro 11 è, attualmente, l’Ultrabook da 11 pollici più leggero sul mercato. Questo primato è ottenuto grazie all’utilizzo di fibra di carbonio unidirezionale per l’intero chassis, come avvenuto per la serie Vaio Z, il che, oltre a contenere il peso, dovrebbe garantire la massima resistenza.

A dire il vero, addentrandoci nei nostri test sulla qualità costruttiva, notiamo, con non poca apprensione, che le estremità del lid e della base si flettono quando poste sotto pressione, producendo sinistri scricchiolii. Ovviamente, si tratta di una prova estrema, ma non siamo certi di quali potrebbero essere le conseguenze di una caduta accidentale. Tuttavia, Sony promette il 25% di resistenza in più rispetto all’alluminio.

Galleria di immagini: Sony VAIO Pro 11, le foto

Porte e periferiche integrate

Il Sony Vaio Pro 11 risulta, quindi, molto maneggevole, merito anche delle sue piccole dimensioni (322×17,2×216 mm). Tutto ha un prezzo, però, e, nel caso di questo Ultrabook, i progettisti hanno dovuto fare alcune rinunce come ridurre il numero di porte disponibili. Sono, comunque, riusciti a inserire, sul fianco destro, due porte USB 3.0 (una delle quali con funzione di ricarica per dispositivi mobili, anche con computer in stand-by), una HDMI full size e un jack audio da 3,5 mm per microfono e cuffie e, sulla parte frontale, uno slot per schede SD mentre, a sinistra, è stata collocata l’unica porta di aerazione (altro sacrificio in nome del contenimento delle dimensioni) assieme alla presa per la ricarica.

Per sopperire all’assenza della porta Ethernet e della VGA, oltre alle tecnologie Bluetooth 4.0, Wi-Fi 802.11n, NFC (scopriamo che il chip è posto dietro al touchpad) e Intel Wireless Display (WiDi), nella confezione troviamo anche un adattatore VGA e uno Wi-Fi/Ethernet (si collega direttamente al trasformatore via USB; la stessa presa può essere usata per caricare altre periferiche compatibili), che funge anche da router wireless. Con non poco disappunto, tuttavia , apprendiamo che quest’ultimo è incluso solo con alcune configurazioni, altrimenti va acquistato separatamente per € 45,00.

Sony VAIO Pro 11

Aprendo il lid, notiamo come la sua parte posteriore vada a poggiare sulla superficie del tavolo, sollevando leggermente la base del Vaio Pro 11. In questo modo, la tastiera risulta inclinata, per un accesso facilitato ai tasti; questi sono piccoli e dalla breve corsa, ma ben distanziati fra loro e retroilluminati. Scrivere è abbastanza comodo e, soprattutto, non è mai un problema, ma potrebbe richiedere un’iniziale fase di adattamento. Abbiamo anche notato una certa flessione nella parte centrale, specie se si picchia sui tasti con un certo ritmo.

Il touchpad è circondato da un ampio palmrest, che risulta comodo durante la scrittura. Il pad è di tipo mono tasto multi-gesture (riconosce tutte i movimenti ormai tipici, da una a tre dita, fra cui il pinch-to-zoom), ha una buona risposta e un’area sufficientemente ampia. Inoltre, come anticipato, integra il chip NFC, quindi può essere utilizzato per il trasferimento dati da smartphone e tablet: basta poggiarci sopra i dispositivi compatibili.

Gli unici altri elementi in vista sono il pulsante di accensione e un piccolo tasto denominato Assist per l’accesso immediato al Vaio Care, per la sicurezza e la risoluzione dei problemi dell’Ultrabook. Le casse sono, invece, nascoste fra lo schermo e il retro della base; sono piccole e non particolarmente potenti, e tendono a un suono metallico, se si alza troppo il volume.

Infine, sopra il display, ecco la webcam Sony Exmor R con sensore CMOS, che dà il meglio di sé in ambienti ben illuminati, ma è comunque studiata per sfruttare al massimo la luce anche in condizioni poco ideali; in questi casi il risultato è discreto.

Sony VAIO Pro 11

Display

Lo schermo da 11,6 pollici del Sony Vaio Pro 11 ha una risoluzione pari a 1.920×1080 pixel 16:9, quindi Full HD, ed è IPS. Sony ha deciso di puntare al rialzo con questo pannello, introducendovi la tecnologia Triluminos, la stessa che siamo ormai soliti vedere nei TV della serie Bravia, unitamente al motore grafico X-Reality, votato alla massimizzazione della nitidezza delle immagini.

Il risultato è sorprendente: il Sony Vaio Pro 11 riproduce immagini ricche di dettagli ed estremamente nitide e molto ben contrastate. Inoltre il livello del nero appare molto intenso, i colori ricchi e l’angolo di visualizzazione è ampio. Tutto ciò rende la visione di film in alta definizione con questo Ultrabook pressoché d’obbligo.

Anche la lettura dei testi e la visione di siti Web è ottimale, grazie alla gestione del contrasto e alla definizione elevata. Completa l’ottimo quadro una reattività pressoché immediata e puntuale del touchscreen, l’ideale per godere a pieno delle funzionalità di Windows 8.

Performance

Come anticipato in apertura, il Sony Vaio Pro 11 adotta processori Intel Core di quarta generazione votati all’ottimizzazione delle prestazioni e dei consumi. Sono diverse le configurazioni disponibili, ma quella in esame (SVP1121X9EB) è composta da una CPU i5-4200U dual core da 1,6 GHz con TurboBoost fino a 2,6 GHz, sostenuta da 4 GB di RAM (DDR3L-SDRAM) e dal chip grafico integrato, il consueto Intel HD Graphics 4400. Per la memorizzazione di dati e applicazioni, sfrutta un’unica unità, una SSD da 128 GB, che, fra le altre cose, contribuisce a tempi di avvio molto rapidi.

Una simile configurazione è ormai nella media degli Ultrabook di fascia medio bassa, ma come detto, spendendo cifre superiori, si può attrezzare il proprio Sony Vaio Pro 11 come un vero top di gamma. Ad ogni modo, il nostro modello è in grado di svolgere egregiamente qualsiasi operazione tipica di un ambiente d’ufficio e domestico.

Dove mostra il fianco è nel comparto gaming. A meno che non si scelgano app per Windows 8 o videogiochi datati, il Sony Vaio Pro 11 non è in grado di soddisfare i veri amanti dei videogame.

Sony VAIO Pro 13

Chiaramente, a un incremento del carico computazionale, corrisponde un aumento del calore, che si nota, con un certo fastidio (ma siamo in estate,) specie nella parte posteriore. In questi casi, si attiva la ventola, la quale non si è dimostrata particolarmente rumorosa, fatta eccezione per alcuni brevi picchi di intensità. Ad ogni modo, tramite il Vaio Control Centre, è possibile diminuirne la rumorosità scegliendo fra tre livelli (Prestazioni, Standard e Silenzio), ma questo ha immediate ripercussioni sulle prestazioni, quindi si sconsiglia di passare alle modalità a minor emissione quando si devono svolgere compiti onerosi.

Il quadro prestazionale si conclude con la valutazione dell’autonomia. La batteria, promette Sony, garantisce 9 ore di utilizzo medio, un dato confermato dai nostri test, che hanno tenuto il Vaio Pro 11 lontano dalla presa dalle 8 alle 11 ore, a seconda del tipo di utilizzo e di impostazioni di risparmio energetico utilizzate. Si tratta, comunque, di un’intera giornata lavorativa, il che rappresenta un ottimo dato.

Conclusioni

Il Sony Vaio Pro 11 rappresenta, senz’altro, una gustosa portata tecnologica. Nel piatto, alle specifiche medio alte – e comunque personalizzabili a seconda delle esigenze personali – aggiunge anche un pacchetto software piuttosto curato e completo, che include VAIO Message Center, PlayMemories Home, VAIO Movie Creator, Album e Music di Sony, il supporto VAIO Care, le utility VAIO Transfer Support, VAIO Update e VAIO Control Center, l’abbonamento di 30 giorni a McAfee Internet Security e McAfee Parental Controls e, infine, la versione di prova di 90 giorni di Intel Anti-Theft Service.

Le performance del modello da noi testato sono buone, spesso molto buone, specie in ambito office e navigazione Internet, mentre calano proporzionalmente ai carichi di lavoro più intensi, in particolare con i videogiochi.

Ad ogni modo, in ambito multimediale regala non poche soddisfazioni, merito dell’eccellente display Full HD, che rende la visione dei film particolarmente gradevole; peccato solo per il sistema di speaker, non all’altezza.

Insomma, il Sony Vaio Pro 11 sa fare tutto, ma non tutto gli riesce alla perfezione. Colpa, o merito, di una progettazione votata al contenimento delle dimensioni e del peso, un risultato, questo, raggiunto a pieni voti.

Notizie su: ,