QR code per la pagina originale

Wiko Ufeel Prime: non solo convenienza

Wiko Ufeel Prime è uno smartphone Android dotato di schermo da 5 pollici (vetro 2.5D), CPU octa core e 4 GB di RAM, con un buon rapporto qualità-prezzo.

Voto WebNews
7,6
A partire da

€ 200

Giudizi
  • Caratteristiche7,5
  • Design7,5
  • Prestazioni7,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Prezzo accessibile, unibody in alluminio, funzionalità smart

Contro

Foto insoddisfacenti, prestazioni migliorabili

Wiko Ufeel Prime lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 9 febbraio 2017

Wiko Ufeel Prime è stato presentato a Berlino durante l’edizione 2016 dell’IFA e, come emerge dalla recensione, ha una scheda tecnica di fascia media e un prezzo molto intrigante rispetto alle caratteristiche offerte; è disponibile anche in offerta su Amazon, TrovaPrezzi, Unieuro e MediaWorld.

Nato per celebrare i cinque anni dalla fondazione del produttore francese, lo Ufeel Fever è uno smartphone che strizza l’occhio ai più giovani, con uno stile accattivante, un buon rapporto qualità-prezzo e il pieno supporto a tutte le funzionalità tipiche dell’ecosistema Android.

Wiko Ufeel Prime: prezzo e disponibilità ()

È possibile acquistare Wiko Ufeel Prime in Italia nei negozi e nelle catene di prodotti elettronici, così come su tutti i principali store online. Il prezzo (aggiornato al febbraio 2017) si aggira intorno ai 220 euro. Come già detto, sono tre le colorazioni disponibili: Argento, Antracite e Oro.

Wiko Ufeel Prime: design

Ciò che si nota fin da subito del design di Wiko Ufeel Prime è senza dubbio la presenza del vetro 2.5D sulla parte frontale che ricopre lo schermo, conferendo al dispositivo un profilo curvo ed elegante. Il telaio realizzato in metallo contribuisce poi a veicolare una sensazione di robustezza e resistenza alle sollecitazioni. Il tutto racchiuso all’interno di una scocca con dimensioni pari 142,5×69,9×8,7 mm e con un peso che si attesta a 150 grammi. Per quanto riguarda le colorazioni, è possibile scegliere fra le tinte Argento, Antracite e Oro, così da adattarsi al meglio al proprio stile.

Il design Wiko Ufeel Prime nelle sue varie colorazioni della scocca

Il design Wiko Ufeel Prime nelle sue varie colorazioni della scocca: Argento, Antracite e Oro.

Wiko Ufeel Prime: scheda tecnica ()

Le specifiche tecniche di Wiko Ufeel Prime vedono un display da 5 pollici Full HD (risoluzione 1920×1080 pixel, 441 ppi) integrato per soddisfare i più attenti in termini di intrattenimento multimediale. Una diagonale che ha inoltre consentito al produttore di non eccedere in termini di dimensioni, semplificando così l’utilizzo del dispositivo con una sola mano.

La potenza di calcolo è sufficiente a gestire anche le applicazioni più esigenti, grazie alla presenza di un processore octa core Qualcomm Snapdragon 430 (MSM8937) da 1,4 GHz affiancato dalla GPU Adreno 505 e da 4 GB di RAM. Per quanto riguarda la memoria interna, lo spazio a disposizione per lo storage dei dati è 32 GB, ma grazie alla presenza dello slot dedicato alle schede microSD può essere estesa di altri 64 GB.

Sul retro trova posto una fotocamera da 13 megapixel con flash doppio LED, registrazione video 1080p a 30 fps e autofocus a rilevamento di fase, mentre sulla parte frontale un sensore da 8 megapixel anch’esso dotato di flash per i selfie. L’utente ha inoltre la possibilità di installare due schede nano SIM (dando così vita a una configurazione dual SIM) oppure una nano SIM e una microSD.

Dal punto di vista della connettività, lo smartphone affianca il modulo per i network 4G-LTE a quello WiFi 802.11 b/g/n (con modalità hotspot), Bluetooth 4.1, GPS, sintonizzatore radio FM e jack audio da 3,5 mm per gli auricolari. Infine, la batteria da 3.000 mAh assicura fino a 450 ore autonomia in modalità conversazione, 28 ore in navigazione su reti 2G e 21 ore in 3G. Accelerometro, bussola, giroscopio e sensore di prossimità completano la scheda tecnica.

Wiko Ufeel Prime: caratteristiche touch ()

Merita una menzione particolare il lettore di impronte digitali integrato nel pulsante Home, che oltre a tornare utile in fase di autenticazione (evita di dover digitare PIN, password o eseguire sequenze segrete) può essere personalizzato. Lo si può infatti configurare in modo che, a seconda del dito appoggiato, vengano eseguite cinque azioni differenti, come l’apertura di un’app, l’accesso ai file riservati, l’avvio di una chiamata verso il contatto preferito ecc.

Il lettore di impronte digitali equipaggiato da Wiko Ufeel Prime può essere configurato in modo da eseguire azioni personalizzate

Il lettore di impronte digitali equipaggiato da Wiko Ufeel Prime può essere configurato in modo da eseguire azioni personalizzate

Passando al comparto software, il telefono è venduto con il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow preinstallato. Non manca inoltre la piena compatibilità con la piattaforma Play Store di Google per il download di giochi e applicazioni di ogni tipo. Ancora, Phone Assist è il nome della tecnologia che permette di gestire tutte le feature da un’unica interfaccia, mentre My Smart Left Page velocizza l’accesso alle funzionalità utilizzate più frequentemente.

Wiko Ufeel Prime: opinioni()

Con il Wiko Ufeel Prime il produttore franco-cinese prosegue la tradizione che l’ha portato a cavarsela più che bene finora nel difficilissimo mercato degli smartphone: vale a dire un prodotto concreto, realizzato con materiali di qualità, dalle buone prestazioni e con un prezzo interessante.

Colpisce anzitutto il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali integrato nel tasto home che Wiko ha usato per alcune funzionalità: sblocco rapido a parte, infatti, alle diverse dita della mano si possono collegare determinate app ad accesso esclusivo o richiamare un contatto dalla rubrica; con un tap, invece, si attiva la funzione back mentre tenendo il dito premuto si apre la schermata multitasking.

Wiko Ufeel Prime accoglie l’utente con un’interfaccia personalizzata poggiante su Android Marshmallow (versione 6.0.1) e arricchita da alcune app proprietarie (rimovibili a scelta). La UI è compatibile con le Smart Gesture e le Smart Action – le ben note scorciatoie di sistema per interagire rapidamente con lo smartphone – e introduce la My Smart Left Page (accessibile alla destra della homescreen), che permette di raccogliere app, news e contatti preferiti. Per efficacia, semplificazioni e numero di strumenti extra, Wiko offre una delle migliori interfacce.

Le prestazioni complessive sono discrete, merito di un profilo hardware bilanciato, ma non sono nemmeno da primato per la fascia media. La resa è infatti altalenante: le app più pesanti partono in ritardo tuttavia i giochi, anche i più impegnativi, scorrono fluidi a frame rate elevati. Va però detto che sotto stress la temperatura sul retro si fa sentire.

Lo schermo è piuttosto convincente sebbene non perfetto: non ha un angolo di visuale particolarmente ampio come altri IPS, tuttavia è molto luminoso, ben contrastato e molto ben visibile anche alla luce diretta del sole.

Il comparto multimediale si completa con uno speaker buono rispetto alla fascia di prezzo del Ufeel Fever e con una fotocamera di qualità sufficiente. Nel dettaglio di quest’ultima, le foto mancano un po’ di definizione il che è un peccato vista anche l’interfaccia ben progettata e ricca di funzionalità. Meglio l’obbiettivo frontale, che scatta buoni selfie ed ha un flash dedicato.

L’autonomia è buona, forse più per merito delle basse richieste del processore adottato ma la batteria è pur sempre da 3000 mAh e va apprezzata per questo. Inoltre non mancano le funzioni dedicate al risparmio energetico, fra cui quelle proprietarie che bloccano l’accesso alla Rete.

Wiko Ufeel Prime è inoltre Dual SIM Dual Standby il che vuol dire che è possibile gestire pienamente le assegnazioni di funzione alle due nano SIM distintamente (in alternativa uno dei due slot può ospitare una microSD.

Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni