QR code per la pagina originale

Xiaomi Mi 6

Lo Xiaomi Mi 6 è uno smartphone con telaio in acciaio e vetro, schermo da 5.15 pollici, processore Snapdragon 835, 6 GB di RAM e Android 7.1.1 Nougat.

Xiaomi Mi 6 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 19 aprile 2017

Dopo mesi di indiscrezioni e immagini sfocate, l’azienda cinese ha annunciato oggi il nuovo top di gamma. Il fondatore e CEO Lei Jun ha dichiarato che lo Xiaomi Mi 6 è il risultato di sette anni di ricerca e sviluppo che hanno permesso di ottenere uno smartphone avanzato non solo dal punto di vista dei componenti utilizzati, ma soprattutto per quanto riguarda il design, i materiali e le tecnologie produttive. Questa volta non è stata presentata una versione Plus, come avvenuto con il precedente Mi 5s. Tuttavia sarà possibile acquistare due “edizioni speciali” con finitura a specchio e in ceramica.

Design ()

Il Mi 6 è il primo smartphone di Xiaomi con “four-side 3D glass“. Il vetro che ricopre i due lati del dispositivo è curvo su quattro lati, quindi tutti gli angoli sono arrotondati. Il risultato finale è stato ottenuto mediante un processo di hot forming e lucidatura composto da 40 passi. Invece dell’alluminio, utilizzato dalla maggioranza dei concorrenti, Xiaomi ha scelto l’acciaio inossidabile per realizzare il telaio.

Il Mi 6 è inoltre resistente agli spruzzi d’acqua e possiede un design molto ricercato che denota un’elevata attenzione ai dettagli. Le linee delle antenne per la connettività wireless, visibili sui lati, sono allineate al bordo superiore dello schermo, mentre lo slot dual SIM è allineato ai pulsanti del volume. La Silver Edition possiede un superficie posteriore a specchio in acciaio. Per la Ceramic Edition è stata invece usata la ceramica (durezza 8 nella scala Mohs) e gli anelli intorno alle lenti delle fotocamere posteriori sono in oro 18 carati.

Scheda tecnica ()

Lo Xiaomi Mi 6 ha uno schermo da 5,15 pollici con risoluzione full HD (1920×1080 pixel), come quello del Mi 5s. Il produttore ha però migliorato la fedeltà cromatica (94,4% NTSC) e la luminosità (600 nit). È stata inoltre aggiunta la modalità Ultra Dark Night che riduce l’emissione della luce blu, senza alterare i colori. La dotazione hardware comprende un processore octa core Snapdragon 835 a 2,45 GHz, affiancato da 6 GB di RAM LPDDR4X e 64/128 GB di memoria flash UFS. La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0, GPS, NFC e LTE.

L’altra novità rispetto al Mi 5s è rappresentata dalla doppia fotocamera posteriore. Per entrambe è stato scelto un sensore da 12 megapixel, ma uno è abbinato ad un’ottica grandangolo (apertura f/1.8) e alla stabilizzazione delle immagini a 4 assi, mentre l’altro ad un teleobiettivo (apertura f/2.6) che permette di sfruttare lo zoom ottico 2x lossless, oltre allo zoom digitale 10x. Grazie al processore d’immagine e agli algoritmi di machine learning è possibile mettere a fuoco il soggetto in primo piano e sfocare lo sfondo. La funzionalità Beautify 3.0 utilizza invece il riconoscimento facciale per correggere la tonalità della pelle ed eliminare le piccole imperfezioni. La fotocamera frontale ha una risoluzione di 8 megapixel.

Altre caratteristiche interessanti sono gli altoparlanti stereo, posizionati lungo i lati corti, la porta USB Type-C e il lettore di impronte digitali, nascosto sotto il vetro frontale e basato sulla tecnologia Sense ID di Qualcomm. Purtroppo è assente il jack audio da 3,5 millimetri, quindi è necessario un adattatore per collegare gli auricolari. La batteria da 3.350 mAh offre un’autonomia massima di un giorno, anche grazie alle ottimizzazioni della MIUI 8. Il sistema operativo installato è Android 7.1.1 Nougat.

Disponibilità e prezzo ()

Lo Xiaomi Mi 6 sarà disponibile in tre colori (blu, nero e bianco) a partire dal 28 aprile. I prezzi sono 2.499 yuan (6GB+64GB) e 2.899 yuan (6GB+128GB). La Ceramic Edition (6GB+128GB) costa invece 2.999 yuan. Il mercato di riferimento rimane ovviamente la Cina, ma ci sono buone probabilità di trovare lo smartphone anche in Europa. Se il produttore cinese non dovesse avviare la distribuzione internazionale, l’unica alternativa saranno gli store online, come GearBest.

Notizie su: ,