Speciale Surface Pro 4

Microsoft Surface Pro 4

Surface Pro 4, plasmato su Windows 10

Surface Pro 4 è il nuovo ibrido con cui Microsoft punta al rilancio della sua immagine. Plasmato ad immagine e somiglianza di Windows 10, il nuovo Surface Pro 4 offre tutti i vantaggi del nuovo sistema operativo in aggiunta ad una piattaforma hardware di altissimo profilo. Sarà disponibile a partire dal mese di ottobre e nelle specifiche dimostra una forte evoluzione rispetto al precedente Surface Pro 3. Molte novità sono integrate nella tecnologia del pennino in dotazione, ora pensato per offrire un'alta sensibilità al tocco e pertanto una maggior utilità in molte situazioni. Sulla Type Cover è inoltre stato previsto un lettore di impronte digitali in favore della sicurezza dell'utilizzatore.

Di

Surface Pro 4 ha il compito di mostrare al mondo tutti i vantaggi ed i benefici di Windows 10 sia in ambito casalingo che in quello professionale. Il progetto di Surface Pro 4 è stato plasmato su Windows 10 (ombelico della strategia del gruppo) e dunque incarna la perfetta sintesi di tutte le più importanti novità tecnologiche che Microsoft ha voluto offrire alla propria clientela all’interno del suo nuovo ecosistema software. Grazie alla sua natura ibrida ed alla piattaforma hardware di primissimo livello, infatti, Surface Pro 4 si presenta come un prodotto perfetto per essere utilizzato sia come piattaforma d’intrattenimento che come agile strumento per la produttività. Inoltre, grazie alla leggerezza ed alle dimensioni compatte può essere tranquillamente portato in una borsa per essere utilizzato ovunque in ogni momento della giornata.

Surface Pro 4: prezzi disponibilità

Surface Pro 4 sarà disponibile in più varianti. Di seguito tutte le declinazioni del nuovo ibrido di Microsoft con i prezzi validi per l’Italia. Disponibilità a partire dal 19 novembre.

  • Surface Pro 4 128 GB/Intel Core m3 – 4 GB di RAM: 1029 euro
  • Surface Pro 4 128 GB/Intel Core i5 – 4 GB di RAM: 1129 euro
  • Surface Pro 4 256 GB/Intel Core i5 – 8 GB di RAM: 1499 euro
  • Surface Pro 4 256 GB/Intel Core i7 – 8 GB di RAM: 1839 euro
  • Surface Pro 4 256 GB/Intel Core i7 – 16 GB di RAM: 2049 euro
  • Surface Pro 4 512 GB/Intel Core i7 – 16 GB di RAM: 2499 euro

Surface Pro 4: plasmato su Windows 10

Microsoft ha sviluppato Surface Pro 4 partendo da due punti fisso: Windows 10 ed il Surface Pro 3. Il nuovo ibrido della casa di Redmond offre agli utenti il pieno supporto a tutti i vantaggi della nuova piattaforma software di Microsoft ottimizzando e migliorando quanto già visto nel precedente modello. Durante la sua presentazione, infatti, Microsoft ha sottolineato come il nuovo Surface Pro 4 sia il Surface più sottile e più veloce di sempre. Un prodotto che strizza l’occhio non solo al mercato consumer ma anche a quello professionale. Grazie alla qualità del suo hardware tutti coloro che acquisteranno questo nuovo prodotto potranno tranquillamente utilizzarlo per eseguire applicazioni corpose e pesanti come il CAD per la elaborazione di progetti 3D. Una potenza che secondo la casa di Redmond è superiore del 30% rispetto a quella del Surface Pro 3 e del 50% rispetto ad un MacBook Air.

Inoltre, grazie a Windows 10, il Surface Pro 4 supporta tutti le ultime tecnologie come Windows Hello, cioè il sistema di autenticazione biometrica integrato in Windows 10 che permette lo sblocco dei PC tramite l’iride o le impronte digitali

Inoltre, il Surface Pro 4 potrà essere gestito con il semplice ausilio della voce grazie a Cortana e potrà sfruttare tutti i vantaggi di servizi come OneDrive ed Office 365.

Surface Pro 4: un ibrido di fascia alta

Surface Pro 4 dispone di una piattaforma hardware di altissimo profilo, basata sulla sesta generazione dei processori Intel Core. Inoltre, come per l’attuale Surface Pro 3, il Surface Pro 4 sarà venduto in più versioni caratterizzate da diversi processori e diversi tagli di memoria RAM e di memoria Flash. Oltre ad una speciale fotocamera dedicata a Windows Hello, il Surface Pro 4 disporrà anche di una classica fotocamera posteriore per registrare video. Non mancano anche tutti quei supporti e sensori oggi indispensabili per un terminale di tale caratura come, per esempio, il WiFi, il Bluetooth, l’USB, il supporto alle MicroSD ed altro.

In particolare, il nuovo Surface Pro 4, pur mantenendo il medesimo design del modello precedente, presenta dimensioni leggermente più compatte, 292.10 x 201.42 x 8.45 mm, per un peso complessivo compreso, a seconda del modello, tra i 766 e i 786 grammi. Particolare attenzione è stata rivolta allo schermo che adesso utilizza la tecnologia PixelSense e presenta una diagonale da 12,3 pollici con risoluzione 2763 x 1824 pixel a cui corrisponde una densità d 267 PPI per oltre 5 milioni di pixel (Aspect Ratio: 3:2 e sino a 10 tocchi simultanei). Particolarità, il vetro che ricopre il touch screen utilizza la tecnologia Gorilla Glass 4 e presenta uno spessore di appena 4 millimetri.

All’interno del Surface Pro 4 batte un cuore Intel e precisamente quello deii nuovi processori Intel Skylake disponibili in diverse varianti a seconda del modello scelto. La dotazione di RAM può arrivare sino a 16 GB. All’interno del nuovo ibrido potranno trovare posto dischi SSD sino a 1 TB. Per quanto concerne, invece, la dotazione grafica, il Surface Pro 4 adotta, a seconda dei modelli, m3 Intel HD graphics 515, i5 Intel HD graphics 520 o i7 Intel Iris graphics. Due le fotocamere presenti. Quella anteriore da 5 MP può essere utilizzata con Windows Hello. Il modulo posteriore offre un sensore da 8 MP e permette registrazione sino a 1080p. Ben strutturato l’impianto audio grazie alla presenza del Dolby audio.

Presenti sensori e supporti come USB 3.0, lettore per le MicroSD, jack per le cuffie, Mini DisplayPort, Surface Connect, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.0, sensore di luminosità, accelerometro, giroscopio e magnetometro. Non è prevista una variante LTE. Secondo Microsoft, l’autonomia del Surface Pro 4 dovrebbe consentire sino a 9 ore d’utilizzo. Il Surface Pro 4 dispone di una licenza Windows 10 Pro e nella confezione, oltre al dispositivo, gli acquirenti troveranno una Surface Pen, un alimentatore ed un piccolo manuale.

Trattasi, in buona sostanza, di un terminale ibrido che sarà posizionato nella fascia alta di mercato, quella occupata oggi dal Surface Pro 3. I prezzi del nuovo ibrido non saranno, dunque, alla portata di tutti anche per differenziare maggiormente il nuovo ibrido dal “piccolo” Surface 3. Il Surface Pro 3 non sarà probabilmente rimosso subito da mercato ma riceverà comunque un taglio di prezzo.

Galleria di immagini: Surface Pro 4, le immagini

Surface Pro 4: design

Design che vince non si cambia. Microsoft ha mantenuto nel tempo sostanzialmente invariato il design di tutti i prodotti della linea Surface limitandosi ad affinarne i dettagli. Dunque, anche il Surface Pro 4 è caratterizzato da un design sottile ed elegante con la scocca realizzata in lega di magnesio che dona al nuovo ibrido leggerezza, ma anche tanta robustezza. Non manca nemmeno il ben noto cavalletto estraibile che permette al dispositivo di rimanere in piedi da solo e che consente un uso più facile del Surface Pro 4 indipendentemente dalla superficie d’appoggio. A differenza del Surface 3, la base estraibile posteriore può essere regolata in qualsiasi posizione, consentendo pertanto qualsivoglia inclinazione si desideri per il display.

Il design ha donato a Surface forte riconoscibilità e difficilmente Microsoft potrà pertanto rinunciare alle prerogative che hanno reso Surface unico, apprezzato da alcuni ed accantonato da altri, ma in ogni caso iconico e caratteristico. La riconoscibilità è infatti uno dei tratti più importanti per un dispositivo che, nella visione di Satya Nadella, deve anzitutto riportare alla forte identificazione di ciò che è Windows. Una scelta coraggiosa, peraltro, rapidamente premiata: Surface è il primo vero ibrido che mostra con orgoglio la propria natura nella terra di mezzo tra i tablet e i notebook, ma nel far ciò Apple è stata spinta al progetto di un iPad Pro che ne avvicini il form factor. Questa, prima di ogni altra, è la vittoria nel design su cui Redmond dovrà ora costruire la propria strategia.

Surface Pro 4: la nuova Surface Pen

Oltre il 50% degli utilizzatori di un Surface Pro 3 sfruttano la Surface Pen del dispositivo. Partendo da questo punto fermo, Microsoft ha voluto migliorare ulteriormente il pennino incluso nella dotazione di serie del nuovo Surface Pro 4. La nuova Surface Pen dispone innanzitutto di un’elevata autonomia. Microsoft assicura che la batteria stilo, non ricaricabile ma sostituibile, dovrebbe garantire un’uso sino ad un anno. Inoltre, grazie ad un supporto magnetico può essere collegata direttamente al Surface. Migliorata anche l’interazione con lo schermo. La nuova Surface Pen supporta sino a 1024 livelli di pressione. Inoltre, il pennino consente di richiamare rapidamente le funzioni di Cortana.

La scelta di non optare per un pennino ricaricabile sarebbe dettata dalla volontà di offrire uno strumento sempre disponibile, mai scarico, la cui sostituzione della batteria è l’unico momento di sosta all’interno di un flusso di lavoro continuo. In questo Microsoft ha voluto quindi optare per qualcosa di diverso rispetto ad Apple: una scelta meno “smart” ma più utilitaristica, meno affascinante e più concreta, per strizzare l’occhio a coloro i quali pensano al device come al proprio strumento di produttività.

Surface Pro 4: la nuova Type Cover

Microsoft, accanto al Surface Pro 4, ha annunciato anche la nuova Type Cover che agganciata all’ibrido consente di trasformarlo in un vero e proprio notebook. Per realizzare questo nuovo prodotto, la casa di Redmond è partita dai feedback dei clienti che chiedevano un’esperienza di digitazione migliore. In particolare, tra le principali critiche mosse all’attuale Type Cover del Surface Pro 3, la difficoltà d’uso del trackpad (vedi la nostra prova).

Partendo dalle richieste dei clienti, Microsoft ha realizzato una Type Cover in grado di soddisfare tutti quanti. Innanzitutto, i tasti sono stati completamente rivisti e presentano adesso una corsa di 1.3 mm e la distanza tra di essi è stata aumentata a 1.9 mm. Il trackpad ha ricevuto una rivisitazione totale. Molto più amplio di prima, è adesso realizzato in fibra di vetro e supporta sino a 5 tocchi simultanei.

La nuova Typve Cover, disponibile nei colori Bright Blue, Black, Blue, Red e Teal, sarà messa in vendita in due varianti. Microsoft ha, infatti, previsto anche un modello dotato di lettore per le impronte digitali in maniera tale da poter supportare l’autenticazione attraverso la funzionalità Windows Hello di Windows 10. Le nuove Type Cover potranno essere utilizzate anche con il Surface Pro 3. Prezzi a partire da 154,90 dollari.

Una piccola novità accompagna la nuova tastiera: la scomparsa del pulsante “Windows”. Il nuovo menu di Windows 10 non ne richiede più la presenza, infatti, ed in quanto elemento superfluo è stato eliminato in favore di leggerezza e spazio.