FIFA 17 – Video Recensione

FIFA 17, lanciando la sfida al rivale PES, migliora ulteriormente il gameplay della serie e con la modalità Il Viaggio è riuscito persino ad emozionarci.

,

Se il calcio femminile era la ciliegina sulla torta dell'edizione passata, confermata in FIFA 17, quest'anno EA Sports punta forte su Il Viaggio, un'inedita modalità di gioco in cui si vestono i panni di una fittizia giovane promessa del calcio inglese, nonché figlio e nipote d'arte, Alex Hunter, dalle giovanili fino ai top team della Premiere League passando per la gavetta in club minori. Una strada lunga e tortuosa quella che si andrà ad affrontare nei panni del rampante centravanti, ricca di ostacoli, momenti di gioia, amicizie, rivalità e tutto ciò che ruota attorno al bellissimo quanto duro mondo del calcio.

Il primo approccio con FIFA 17 non è immediato come con il rivale di sempre PES: FIFA è più macchinoso, complesso e difficile da metabolizzare nell'immediato, ad esempio per una partitina mordi e fuggi con gli amici. Ma una volta dedicatogli il tempo necessario e assorbito le meccaniche, ci si rende conto di essere di fronte ad un prodotto davvero raffinato, che ha cercato di portare sul campo ogni sfumatura del calcio.

Sulla falsa riga dell'ID Team di PES che simula il comportamento delle squadre reali, anche FIFA 17 ha deciso di rompere con il passato dove anche la squadra di provincia adottava un atteggiamento di possesso palla in stile tiki taka. Ora ci si troverà di fronte squadre dotate di una personalità propria e capaci di stupire sia per azioni ben manovrate che per errori più umani.

Il nuovo capitolo del calcistico EA Sports offre un gameplay ancora più raffinato e spettacolare che in passato e la nuova modalità Il Viaggio riesce a raccontare il mondo del calcio come nessun altro videogioco è mai riuscito a fare.

Tutto su FIFA 17
Speaker: Marco Locatelli • Notizie su: ,