Il PDMS per le finestre intelligenti

Arriva dai laboratori del MIT una tecnologia innovativa che potrebbe essere impiegata in futuro per la realizzazione delle cosiddette “smart windows”.

,

Arriva dai laboratori del MIT (Massachusetts Institute of Technology) una nuova tecnologia che potrebbe essere impiegata in futuro per la realizzazione delle cosiddette "smart windows". Si tratta di una teoria predittiva basata sulle peculiarità ottiche del polimero PDMS (polidimetilsilossano): conoscendo la luce che attraversa il materiale, sfruttando la sua abilità di cambiare spessore o larghezza, sarebbe possibile costruire finestre in grado di reagire in modo intelligente ai raggi solari. In termini concreti, questo si tradurrebbe in un risparmio sulle utenze domestiche per quanto riguarda riscaldamento, condizionamento e illuminazione degli ambienti.