QR code per la pagina originale

ArmA 2

Simulazione di guerra ultra realistica e coinvolgente anche in single player

Voto WebNews
8,0
Data di uscita

19 Giugno 2009

Giudizi
  • Giocabilità7,5
  • Grafica8,1
  • Sonoro7,9
  • Multiplayer8,0
  • Longevità8,6
Pro

Impegnativo, estremamente vasto e longevo. Offre una fanteria dotata della più incredibile I.A. bellica in circolazione

Contro

Una simulazione rigorosa e impegnativa, forse troppo per il giocatore occasionale a caccia di emozioni facili

Di ,

Giocabilità

L’esperienza di gioco offerta da ArmA II è strettamente correlata alla tecnologia che si cela sotto il luccicante involucro da videogioco. Il motore di gioco, Real Virtuality, è giunto ormai alla terza generazione e offre una raffinata Intelligenza Artificiale non vincolata a script di nessun genere o a percorsi obbligati. In altre parole: ArmA II è sempre diverso in base alle sollecitazioni che il giocatore imprime al sistema.

Le unità nemiche, così come i membri del proprio team, reagiscono in tempo reale alle situazioni e sono in grado di sfruttare l’ambiente circostante a proprio vantaggio. Inoltre il motore di gioco simula minuziosamente la balistica relativa alle armi, la resistenza offerta dalle superfici in base al materiale e perfino le condizioni climatiche posso influenzare uno scontro a fuoco!

In un contesto di simulazione pura è facile comprendere quanto una partita possa essere complessa rispetto a una sessione di gioco a un Call of Duty qualsiasi… Basta soffermarsi per un attimo sulla facilità con cui si può prendere la mira in altri titoli e confrontarla con la complessità delle situazioni offerte da ArmA II, in cui una cattiva postura, la stanchezza o perfino una vegetazione avversa possono trasformare uno scontro a fuoco in un vero incubo. Una complessità non per tutti, che, però, regalerà grandi soddisfazioni a chi avrà la giusta perseveranza.

La vasta e dettagliata ambientazione di gioco è un grande pregio di questo titolo. La libertà di movimento è ai massimi storici, tanto che gli spostamenti stessi assumono la stessa valenza degli scontri a fuoco. Volendo essere pignoli, ArmA II offre il massimo per quanto riguarda la pura esperienza di fanteria, mentre per coloro che sono a caccia di emozioni su veicoli, c’è meno di cui gioire.

L’I.A. dei piloti non è brillante e non è raro che un elicottero, in mano a un personaggio gestito dalla CPU, vada a colpire la cima di qualche albero o pilone dell’elettricità. Frustrante… Così come non è eccelsa la riproduzione a livello poligonale di veicoli corazzati, privi oltretutto di interni adeguatamente modellati. La perfezione non è di questo mondo, ma era auspicabile un passo in avanti, rispetto al primo ArmA, che oggettivamente non è stato compiuto.

Nei confronti del predecessore, la vera, grande novità riguarda la caratterizzazione del personaggio principale; non più un emerito nessuno, ma un membro di una squadra d’elite finalmente meritevole del proprio nome in codice: Cooper. L’immedesimazione ne giova, così come il senso di appartenenza a un gruppo affiatato di specialisti nell’arte della guerra.

Altra miglioria apportata in questo secondo capitolo è la presenza di un sistema di pronto soccorso. L’intervento tempestivo di un compagno di squadra vi toglierà spesso dai guai, obbligandovi a rendere il favore in caso di situazioni di pericolo che vedano i vostri commilitoni a rischio.

Giudizio tecnico

Gli appassionati di simulazioni belliche devono certamente essere grati al team di sviluppo. Bohemia Interactive Studio ha confezionato un titolo tecnicamente imponente, bello da vedere, realistico, coinvolgente e avvolgente con i suoi 225 chilometri quadrati di ambientazione.

Ciò che colpisce è il livello di dettaglio, raggiunto utilizzando dati geografici reali conditi con oltre un milione di oggetti a corredo di tanta grazia grafica. Si parla di 235 megapixel di accurate mappe aeree, 350 Km di rete stradale, 50 città e villaggi. La cosa più sorprendente è che questo vasto mondo è anche popolato da personaggi non giocanti che reagiscono realisticamente a ogni azione.

Intrigante la modalità di gioco cooperativa, senza contare le incredibili battaglie multiplayer online. ArmA II è in grado di gestire fino a cinquanta giocatori contemporaneamente, offrendo diverse varianti di gioco fra cui la cosiddetta Warfare, introdotta in ArmA: Armed Assault, una combinazione unica di elementi strategici e azione in tempo reale.

La ciliegina sulla torta di tritolo è offerta da un ottimo editor di missioni, capace di ampliare a dismisura la longevità di ArmA II garantendo l’accesso a un arsenale praticamente infinito con cui riempire il vasto ambiente di gioco. Eppure i 136 veicoli, le 81 armi fedelmente replicate e gli oltre 200 modelli poligonali assumono tutt’altro significato quando si considerano i potenti tool di personalizzazione, che permettono agli utenti di creare nuovi modelli e modifiche da condividere con la comunità di appassionati di tutto il mondo.

ArmA II è previsto anche per PS3 e 360, ma resta difficile credere che un titolo così complesso e impegnativo non verrà adattato alle diverse esigenze dei giocatori console, meno propensi di norma a esperienze di gioco di stampo simulativo…

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni