QR code per la pagina originale

Band Hero

Quando Guitar Hero si fa più casual e il giocatore sogna di essere una pop star

Voto WebNews
8,2
Data di uscita

6 Novembre 2009

Giudizi
  • Giocabilità8,0
  • Grafica8,0
  • Sonoro8,5
  • Multiplayer8,5
  • Longevità8,0
Pro

Difficoltà molto ben calibrata. Giocabilità sempre di alto livello. Ottima interazione tra Wii e Nintendo DS. Chi ama il pop amerà questo gioco

Contro

Alcune sezioni sono monotone. In alcuni punti, anche se impostato con la difficoltà minima, può essere frustrante

Di ,

Giocabilità

C’è da premettere che Band Hero, dal punto di vista del gameplay, offre un’esperienza praticamente identica a quella di Guitar Hero. Tramite le periferiche a forma di strumento musicale che ormai consociamo tutti, si premono i tasti a ritmo seguendo gli indicatori a schermo.

In Band Hero si ha, inoltre, anche la stesso modo di suonare le canzoni del predecessore, con i tasti colorati delle chitarre o della batteria. Quel che è di diverso si nota subito è, ovviamente, il tipo di musica: i migliori brani pop di tutti i tempi.

La scaletta è molto variegata e presenta ben 65 canzoni (anche se c’è da dire che Guitar Hero 5 ne ha ancora di più), tra cui: Steal My Kisses di Ben Harper and the Innocent Criminals, Let’s Dance di David Bowie, Rio dei Duran Duran, Bring Me to Life degli Evanescence, So Yesterday di Hilary Duff, She Will Be Loved dei Maroon 5 e ancora pezzi dei Jackson Five, di Nelly Furtado, dei No Doubt e molti altri ancora.

Una volta inserito il disco di Band Hero ed entrati nel menu principale, scopriamo quante nuove modalità sono state aggiunte e quante affinate: Carriera, Quick Play, Party Play, Sing-Along e Studio.

La modalità Carriera è stata resa più semplice e vi permetterà di cambiare strumenti e difficoltà quando più ne avrete voglia, c’è da dire che, per semplificare la difficoltà della voce nel cantato, non dovrete sforzarvi necessariamente per produrre vocalizzi acuti i più simili possibile a quelli dei cantanti pop, ma durante l’esecuzione potrete utilizzare note basse di un ottava rispetto al pezzo originale. Il software le indicherà comunque come corrette. In questa modalità potrete scegliere anche l’alter ego tra quelli predefiniti, o crearlo attingendo alle varie personalizzazioni disponibili (si va dai vari accessori alle acconciature).

Da menzionare il fatto che se possedete la copia per Xbox 360, potrete inserire il vostro avatar pre-esistente.

Anche in Band Hero la modalità Carriera vi farà scalare le classifiche fino ad arrivare a varcare la soglia dei palchi più importanti del mondo, cominciando le performance da quel che sembra un Mall (un tipico centro commerciale americano). Da lì, voi e il vostro gruppo suonerete in posti caratteristici, dove il pop la fa da padrone, come gli studi di programmi televisivi.

Per approfondire il discorso delle modalità, a sottolineare la natura ancora più casual del gioco, segnaliamo l’inedita Sing-Along, un vero e proprio Karaoke: il testo è molto più visibile e situato in un’area decisamente più grande e centrale in fondo allo schermo, e le parole cambiano colore con il  proseguire della canzone. Pur eseguendo al microfono le canzoni in scaletta che preferite, non si viene giudicati da un punteggio, per il massimo del casual.

Nella modalità Studio, invece, come avveniva negli altri Guitar Hero, è possibile registrare e condividere le canzoni. Nelle modalità Party Play (le quali comprendono anche le sfide RockFest di Guitar Hero 5), infine, possono suonare insieme fino a quattro giocatori e, novità, tutti possono suonare lo strumento preferito, senza dover pensare alla composizione della band. Band Hero, infatti, consente di suonare quattro batterie o quattro chitarre o un mix degli strumenti a piacimento.

Per regalare un’esperienza il più possibile “user friendly”, il videogioco permette anche di far entrare altri utenti a canzone già iniziata, senza interruzioni di sorta.

La versione Wii, pur essendo uguale alle altre, presenta inoltre una modalità del tutto originale che sfrutta la connessione tra la console casalinga e DS. Pur non possedendoci, infatti, la cartuccia di Band Hero per il Nintendo DS, potrete scegliere la playlist dei brani da eseguire direttamente dal touch-screen del portatile, così aumentando ulteriormente il numero delle periferiche da poter utilizzare nell’esperienza di gioco.

Per chi possiede la cartuccia di Band Hero per Nintendo DS, poi, ci sono persino ulteriori possibilità, decisamente più complete dal punto di vista del gameplay. C’è addirittura una modalità Roadie, nella quale due chitarre si sfidano su Wii, ma possono essere aiutate da due utenti che, con il DS, possono sabotare gli strumenti della squadra avversaria!I sabotaggi si traducono su schermo in effetti fastidiosi per il giocatore, quali note invisibili, velocità aumentata o altre azioni di disturbo.

Giudizio tecnico

Dal punto di vista tecnico, Band Hero, come tutti i capitoli di Guitar Hero, non sfrutta appieno la potenza delle console su cui gira, Xbox 360, Playstation 3 o Wii che sia. Né ci sono sostanziali differenze tra le tre versioni, con la sola differenza del Wii, che ha minore risoluzione, texture meno definite e modelli poligonali meno particolareggiati.

Il fatto è che il titolo, per sua natura, non ha l’ambizione di avere grafiche da next-gen e, aldilà delle piste per le track list, tutto il resto è superfluo. L’interfaccia è chiara e priva di fronzoli, senza elementi che potrebbero solamente disturbare l’esecuzione.

Particolarmente riusciti, invece, i modelli dei cantanti famosi: dalla pop star americana Taylor Swift ad Adam Levin dei Maroon 5, tutti i cantanti sono stati riprodotti fedelmente anche nelle movenze. Queste ultime sono il risultato di molte sessioni di motion-capture fatte dalle pop star originali per permettere maggiore fedeltà nelle animazioni del proprio clone virtuale.

Il sonoro, ovviamente è una delle punte di diamante. Le canzoni sono ben selezionate e chi ama il pop non riuscirà a smettere di ascoltare la colonna sonora. Anche gli effetti del pubblico sono buoni e vi faranno sentire realmente acclamati dai vostri fan.

In conclusione, Band Hero è una variante molto riuscita di Guitar Hero e, aldilà dei dati di vendita, ha tutte le carte in regola per essere il capostipite di un nuovo filone, più casual, di rythm game.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni