STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

DJ Hero

Mettete la chitarra in cantina, è ora di fare un salto in discoteca!

Voto WebNews
8,7
Data di uscita

30 Ottobre 2009

Giudizi
  • Giocabilità9,3
  • Grafica7,5
  • Sonoro9,5
  • Multiplayer8,5
  • Longevità8,5
Pro

Periferica di gioco collaudatissima. Track list e comparto sonoro straordinariamente assemblati. Modalità multiplayer molto coinvolgente. Grado di sfida bilanciato

Contro

Qualche incertezza di frame rate nell'ambito di determinate animazioni. Colonna sonora poco appetibile per alcune fasce d’utenza

Di ,

Giocabilità

La riuscita dei titoli appartenenti a questa particolare branca del settore videoludico è indissolubilmente legata all’efficienza della periferica integrata. Se l’apparecchio in questione si dimostra capace di adattarsi alle esigenze di chi ne usufruisce, senza costringerlo a prodigarsi in eccessive evoluzioni manuali o mostrare il fianco a eventuali limitazioni di natura concettuale, il gioco finirà col sedurre ogni sorta di utente, a prescindere dai gusti musicali.

Come sappiamo, questo elemento si è rivelato fondamentale nell’affermazione di Guitar Hero ed è essenzialmente per questo motivo che la nostra valutazione di DJ Hero è partita proprio dall’esplorazione della periferica proposta appositamente da Harmonix, prim’ancora di spostarci su schermo…

Ergonomica e funzionale, la consolle di DJ Hero sviluppata dai ragazzi della Freestyle Games non presenta dimensioni eccessive, risultando piuttosto comoda da gestire e altrettanto pratica da collocare nei pressi della postazione di gioco (sebbene sconsigliamo vivamente di tenerla sulle ginocchia, NdR). Grazie alla reattività di tutti gli elementi disposti sul suo chassis, si dimostra tra l’altro in grado di assecondare prontamente ogni esigenza legata alla pratica definita in gergo turntablism: in parole povere, basta toccare con mano la strumentazione, per intuire subito che non sarà affatto difficile destreggiarsi con scratch, beat juggling e cross fading.

Non appena entrati in partita, quanto predetto si trasforma in realtà e anche i meno avvezzi a questo genere di esperienza incontreranno difficoltà modeste nel portare a termine i primi brani. Al di là di ogni reticenza nei confronti del genere musicale proposto, va detto che interagire con la periferica si rivela sin da subito molto appagante ed è davvero straordinario notare la suscettibilità del comparto sonoro alle nostre sollecitazioni, nonché le possibilità di personalizzazione delle track campione.

A tale proposito la track-list conta circa 80 remix – tra cui spiccano classici del repertorio di star come DJ Shadow, Z-Trip, Black Eyed Peas e i Daft Punk - incrementando naturalmente la longevità di DJ Hero. Non di meno, la consueta struttura “a gradini” proposta nell’ambito della modalità storia favorisce la metabolizzazione del grado di sfida, scacciando il rischio che il giocatore medio possa trovare ostacoli verso la piena fruizione di quanto messo “sul piatto” da questo gioco.

Arricchite ulteriormente dalla possibilità di avvalersi di aiuti determinanti come l’Euphoria Button (versione riveduta e corretta del vecchio Star Power, NdR), le esecuzioni dei brani filano via che è un piacere, dando all’utente piena padronanza dei mezzi a disposizione e puntuale supporto nelle fasi più concitate. Tra le novità più interessanti sotto quest’ottica, registriamo l’introduzione del Rewind System, uno stratagemma che si rivelerà fondamentale per conseguire il massimo dei punteggi: previo riempimento di un’apposita barra, è possibile riavvolgere alcune strofe del brano in esecuzione, avendo così la possibilità di rimediare a eventuali errori.

In una produzione tanto curata, poi, non poteva mancare un’adeguata sezione multiplayer, la quale trova la sua massima espressione nella modalità DJ VS DJ. Attivabile sia online che in salotto (serve una seconda periferica però), quest’opzione rappresenta un grande valore aggiunto nell’economia di gioco di DJ Hero. In tal senso  appaiono quanto mai pertinenti l’integrazione di 10 brani supplementari la cui struttura si presta in modo particolare alle esigenze del caso, come pure l’opportunità di usare gli strumenti di Guitar Hero!

Giudizio tecnico

Chiunque abbia mai giocato almeno una partita a Guitar Hero o a qualsiasi altro titolo affine è probabilmente conscio del fatto che il comparto tecnico di questi prodotti assume un valore prettamente marginale rispetto alla giocabilità. Pur non contravvenendo a questa legge non scritta, DJ Hero cerca lo stesso di farsi valere anche in questo ambito, mettendo su uno show gradevole e complementare allo stile della sua colonna sonora.

È dunque possibile assaporare un’atmosfera vicina allo spirito di un Rave, con effetti di luce e eccessi stilistici legati al look dei DJ in consolle. Ne deriva pertanto un titolo dal deciso impatto visivo, in cui modelli poligonali sempre in grado di muoversi con sufficiente disinvoltura sono spesso e volentieri travolti da abbaglianti raffiche di flash, vibranti stroboscopie e caleidoscopici giochi di luce.

Chiaramente, il reparto tecnico di punta è quello sonoro ed è altrettanto evidente che il lavoro svolto in quest’ambito sia stato condotto alla perfezione. In presenza di un sistema dolby in 5.1, DJ Hero se la potrebbe quasi giocare alla pari con una discoteca vera e propria in quanto a pulizia e qualità del suono!

A sfregio di tutte le perplessità avanzabili dagli scettici, DJ Hero si è dunque rivelato un titolo completo, affascinante e coinvolgente che nessun appassionato di rythm game – metallari compresi! – dovrebbe lasciarsi scappare. Sebbene sia ancora presto per parlare di una nuova mania, è lecito prospettare un futuro decisamente radioso per questo nuovo brand, sperando che Activision si ancor più accorta nella gestione di eventuali sequel…

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni