QR code per la pagina originale

Guitar Hero Greatest Hits

Un’espansione che raccoglie il meglio di Guitar Hero da eseguire in full band

Voto WebNews
7,9
Data di uscita

19 Giugno 2009

Giudizi
  • Giocabilità8,5
  • Grafica7,0
  • Sonoro9,0
  • Multiplayer8,0
  • Longevità7,0
Pro

Brani da master originale. Possibilità di interpretare i classici di Guitar Hero pre-World Tour con gli altri strumenti. Ottimo audio. Buona selezione dei brani. Gameplay immediato

Contro

Poco appetibile per i veterani. Prezzo pieno. Graficamente sufficiente

Di ,

Giocabilità

Guitar Hero Greatest Hits si avvale di un comparto ludico molto simile agli ultimi capitoli del fortunato franchise di casa Activision. Il gioco consente di interpretare ben 48 classici rock del periodo compreso fra gli anni ’80 e ’90, con qualche incursione nei gloriosi Seventies.

Come già anticipato in precedenza, Guitar Hero Greatest Hits consente di eseguire i brani già presenti nei precedenti capitoli di Guitar Hero anche con gli altri strumenti (batteria e microfono) del set Activision e, come anticipato, sfruttando tracce estrapolate direttamente dai master digitali da cui sono state derivate le registrazioni originali su disco dei brani in oggetto.

Si tratta di un fattore di importanza fondamentale per gli appassionati del rock: stavolta sarà possibile suonare direttamente tracce registrate dagli artisti originali e non delle mere cover version.

Questo capitolo conferma molte delle innovazioni inserite nei capitoli più recenti della serie come, ad esempio, le serie di note sequenziali che, durante gli assoli, è possibile eseguire facendo scivolare le dita sulla sezione touch della chitarra Activision.

Fortunatamente anche per gli esperti più accaniti di Guitar Hero, l’esecuzione delle tracce proposte in versione originale comporterà qualche piccola differenza d’interpretazione e di tempo, utile a conferire un minimo di mordente anche per gli aficionados più navigati.

La possibilità di utilizzare anche gli altri strumenti del set aggiunge interesse a Guitar Hero Greatest Hits, consentendo d’interpretare i classici proposti anche in versione Full Band, incrementando così il fattore di coinvolgimento generale.

Anche l’interfaccia è stata leggermente ritoccata, in modo da consentire una migliore interazione nella modalità multigiocatore locale. È adesso possibile visualizzare più agevolmente l’efficacia dell’azione cooperativa, anche restando coinvolti nell’esecuzione della propria partitura, spesso molto veloce e difficile.

In generale, la modalità multiplayer appare molto più rifinita ed efficace, indicando una chiara direzione futura per il prodotto. Anche in termini di struttura, il gioco appare molto più snello, seguendo lo stile degli ultimi prodotti come ad esempio Guitar Hero Metallica.

Giudizio tecnico

Guitar Hero Greatest Hits aggiunge poco dal punto di vista tecnico rispetto a World Tour, Metallica e Aerosmith. Il fattore cosmetico è, come da tradizione, piuttosto gradevole, con una grafica colorata, effetti briosi e personaggi in stile cartoon di discreta fattura e animazione.

Il tutto è molto allegro, con simpatici effetti che accompagnano il fluire delle note eseguite. Neanche le animazioni, da sempre un punto debole della serie, non si distaccano particolarmente dai capitoli precedenti, così come la qualità non eccelsa dei modelli 3D, compensata da una buona resa della classica atmosfera “on stage” delle più spettacolari esibizioni live.

Il sonoro, ovviamente, si attesta su livelli eccellenti, grazie a una notevole resa audio, alla fedeltà delle versioni originali da master dei brani proposti e alla sensazione di sbagliare dal vivo, esperienza davvero raggelante per chiunque abbia mai calcato, strumento in mano, un palco reale!

La risposta dei controlli è eccellente anche nei frangenti più concitati. Si dimostra molto efficace anche il multiplayer, che aggiunge mordente presentando diversi brani sotto una nuova veste musicale, grazie all’utilizzo di tracce direttamente estrapolate dai master originali e alla possibilità di interpretarle in multiplayer con l’ausilio di batteria, basso e voce.

In conclusione, si tratta di un gioco appetibile per chiunque non abbia mai acquistato un titolo della serie, di cui rappresenta appunto una sorta di Greatest Hits al massimo della qualità artistica e tecnica relativamente al comparto audio.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni