STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

James Cameron’s Avatar

La trasposizione videoludica del kolossal di James Cameron non convince appieno

Voto WebNews
6,4
Data di uscita

4 Dicembre 2009

Giudizi
  • Giocabilità6,0
  • Grafica8,0
  • Sonoro6,0
  • Multiplayer6,0
  • Longevità6,0
Pro

Due fazioni tra cui scegliere per una rigiocabilità discretamente alta. Divertente modalità Conquista. Buono l'aspetto grafico, soprattutto in 3D

Contro

Controlli imprecisi. Telecamera spesso frustrante. Struttura delle missioni ripetitiva

Di ,

Giocabilità

Come già detto, il gameplay di James Cameron’s Avatar varia a seconda della fazione scelta, portando il giocatore ad affrontare un’avventura di una decina di ore, che però raddoppia nel caso in cui si voglia provare entrambe le parti. L’idea di ricreare uno stile diverso per ogni fase è certamente interessante, per quanto le missioni delle due fazioni siano quasi identiche. Purtroppo le premesse non coincidono con una realizzazione di alta qualità…

Combattendo per conto dell’RDA, il gioco concede una certa fluidità del gameplay presentando delle fasi tipiche dello sparatutto in terza persona senza troppi fronzoli e sufficientemente divertenti. Anche la struttura delle missioni è piuttosto semplice, con veloci incarichi in successione da affrontare senza troppi pensieri.

La situazione diventa quasi ingestibile nelle fasi in mischia, nel caso in cui la scelta sia ricaduta sulla fazione dei Na’vi, con una frustrante telecamera e controlli piuttosto imprecisi.

Ad ogni modo, per qualsiasi fazione si decida di lottare, sarà inevitabile fare i conti con una mal calibrata IA, che avrà modo di limitare o addirittura annullare il divertimento di combattere contro i nemici più ostili.

James Cameron’s Avatar si sforza di mostrare alcuni elementi ruolistici, con tanto di punti esperienza e passaggi di livello. Purtroppo, anche in questo caso la buona volontà non è abbastanza: i miglioramenti di cui si godrà aumentando di livello sono automatici nonché quasi irrisori.

Ciò che invece funziona e si mostra interessante è l’interazione tra il gioco principale e la modalità Conquista, una sorta di minigioco di strategia in cui i punti esperienza possono essere convertiti in crediti, per acquistare nuove unità utili in battaglia, forse una delle caratteristiche più coinvolgenti e meglio realizzate dell’intero prodotto.

Mostrando ancora una volta buona volontà, James Cameron’s Avatar presenta diverse modalità multiplayer che supportano fino a 16 giocatori, tra cui il classico match a squadre, cattura la bandiera e dethmatch, ponendo uno contro l’altro ancora una volta l’RDA e i Na’vi. Tuttavia, anche qui si ripetono i medesimi difetti che affliggono il gameplay della modalità in singolo…

Giudizio tecnico

Mettendo da parte le animazioni, che mostrano un ampio margine di miglioramento, l’aspetto grafico di James Cameron’s Avatar è di certo il punto di forza dell’intero gioco, soprattutto se si guarda alla realizzazione degli ambienti.

Per quanto, in generale, Pandora non manifesti la stessa magia che intende trasmettere nel film, la fitta vegetazione pulsante di vita, le cascate e l’ambiente esplorabile sono certamente convincenti ed evocativi.

Non bisogna, poi, dimenticare che tutto acquista maggior valore grazie alle funzionalità della tecnologia 3D che James Cameron’s Avatar sfrutta a dovere. La versione del gioco per PlayStation 3 e Xbox 360 ha certamente un importante valore aggiunto, nel caso si sia in possesso di un televisore ad alta definizione dotato di stereoscopia. I fortunati a poterne godere, troveranno quanto mai esaltante vagare per Pandora e sentirla viva, magari osservando gli Avatar a pochi centimetri dai propri occhi.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni