STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Just Cause 2

Siete alla ricerca di una vacanza particolare? Palau è l'isola che fa per voi!

Voto WebNews
8,0
Data di uscita

26 Marzo 2010

Giudizi
  • Giocabilità8,0
  • Grafica8,5
  • Sonoro7,0
  • Longevità8,5
Pro

Palau è un luogo sbalorditivo, pieno di cose da fare, oggetti da distruggere e scorci da osservare. Per visitarla, rampino, paracadute e oltre 140 mezzi a disposizione sono quanto di meglio si possa desiderare.

Contro

Recitazione, doppiaggio e alcuni dettagli grafici di basso livello. Effetti audio e colonna sonora andrebbero rivisti. Migliorabile la fisica dei mezzi.

Di ,

Giocabilità

Come ben sapranno gli appassionati del primo Just Cause, Rico Rodriguez è un agente della CIA, specializzato nel destabilizzare i governi dittatoriali, che, spesso, trovano casa negli arcipelaghi del Sud America. Per riuscirci, in Just Cause 2 Rico può andare a caccia di strutture governative per poi tirarle giù con un sapiente mix di esplosivi e piombo, allearsi con le numerose fazioni in guerra per il controllo di Palau o metterle l’una contro l’altra o, più semplicemente, irrompere in caserme e basi militari per sfoltire un po’ le linee nemiche!

Effettuando questo tipo di incursioni, divise fra obiettivi sensibili da visitare a piacimento e vere e proprie missioni (tutte molto diverse tra loro e davvero ben orchestrate, al contrario di quanto accadeva nel primo Just Cause) aumenteremo anche il livello del caos, rappresentato nel gioco da un vero e proprio punteggio. Raggiunta una cifra sufficiente, potremo finalmente svolgere una delle missioni principali, ovvero quelle assegnate dall’agenzia governativa per cui Rico lavora, e avanzare in questo modo lungo la ricca trama di Just Cause 2.

Una struttura quindi molto più organica della precedente, sempre pronta a ricompensarci per ogni azione, per ogni scoperta, rendendo l’esplorazione di Palau sempre remunerativa, mai fine a se stessa, divertente sempre e comunque.

È nelle incredibili azioni, però, che Rico Rodriguez mostra l’essenza di Just Cause 2. Rico è un tipo eccezionale, capace di portare a 1000 piedi d’altezza il suo aereo e passeggiare sulle sue ali come se niente fosse, per poi buttarsi a testa bassa e aprire il suo onnipresente paracadute, quando oramai è possibile distinguere le facce dei passanti che guardano attoniti la scena. Inoltre Rico ha una sorta di rampino con cui agganciare e tirare giù i cecchini appostati su una torre di sorveglianza o su un palazzo, oggetto utilissimo anche per scalare palazzi e montagne, o per appendersi a un elicottero al volo, per poi buttarne giù il pilota e prenderne il controllo.

Un rampino che, come avete avuto modo di vedere nei video e nella demo da qualche giorno disponibile, offre soluzioni di gameplay originali e appaganti, permettendo di agganciare a due diversi oggetti o soggetti fra loro come, ad esempio, una bombola del gas e un soldato nemico, una macchina a un motoscafo, un tir a una statua, e così via, senza soluzione di continuità, con le conseguenze che tutti potete immaginare e che vale davvero la pena sperimentare di persona.

A rendere il menu ancor più ricco, ci pensano i centoquaranta veicoli disponibili, fra aerei, elicotteri, imbarcazioni, moto, macchine e carri armati, tutti un po’ legnosi da guidare, ma comunque in grado di soddisfare ogni capriccio e intuizione.

Giudizio tecnico

In totale controtendenza con quanto detto finora, sappiate che l’inizio di Just Cause 2 è terribile!I primi dieci minuti, dal punto di vista del game design, presentano un errore dopo l’altro, proponendo sfide che il giocatore non ha ancora imparato a gestire, nascondendo i migliori scorci che Palau ha da offrire e riempiendo la scena con tutti i punti più deboli del gioco: filmati e recitazione su tutto.

In questi due aspetti Just Cause 2 dimostra ancora di essere un gioco piccolo e ingenuo, come un bambino nel corpo di un adulto, un corpo che, all’apparenza, non deve certo temere la concorrenza.

Pur essendo debole nel dettaglio, Palau è un arcipelago a dir poco magnifico, che, nella sua interezza, splende di una magnificenza che lascia a bocca aperta. Si passa da montagne innevate a calde spiagge tropicali, da deserti da cavalcare su moto da cross ad altopiani che vi faranno girare la testa con i loro improvvisi strapiombi! E tutto è talmente vasto che c’è letteralmente da perdersi.

Sopra a tutto ciò, uno splendido cielo, popolato, giorno e notte, da enormi ammassi di nuvole che avvolgono montagne e inghiottono aerei all’orizzonte, aumentando ancor più quel senso di vastità. È come se l’aria di Just Cause 2 si potesse respirare!

È davvero un peccato, quindi, che per quel che riguarda effetti audio e colonna sonora si sia lavorato al risparmio, tanto da spingerci quasi subito a stipare un po’ di MP3 nell’Xbox360 per personalizzare il nostro tour di Palau.

Just Cause 2, in definitiva, è un gioco che merita tutto il nostro sostegno. Acquistandolo, infatti, non solo porteremo a casa un biglietto di sola andata per un luogo meraviglioso e divertente come pochi nel panorama videoludico, ma daremo modo agli Avalanche Studios di portare avanti un progetto che, da adesso in poi, può solo migliorare. Complimenti!

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni