QR code per la pagina originale

Metro 2033

Dal libro al videogioco, un action horror claustrofobico e suggestivo come pochi

Voto WebNews
8,5
Data di uscita

19 Marzo 2010

Giudizi
  • Giocabilità8,2
  • Grafica9,0
  • Sonoro9,0
  • Longevità7,8
Pro

Grafica a livelli eccezionali, con ambientazioni e atmosfere perfette. Ottimo comparto sonoro. Coinvolgimento assicurato e grande feeling dark e post-apocalittico

Contro

Gameplay lineare. Alcuni limiti nelle animazioni. Assenza del multiplayer. Longevità limitata

Di ,

Giocabilità

Nonostante Metro 2033 sia stato orgogliosamente definito dagli sviluppatori un first person shooter, il gioco – seguendo l’ottima trama del romanzo – presenta uno sviluppo prevalentemente action, con un approccio stealth di attesa e perlustrazione nell’ombra.

La storia si dipana attraverso una serie di livelli e di missioni tutte collegate dal filo conduttore della Metropolitana di Mosca e della sopravvivenza agli eventi, e ai disperati che ci si presentano dinanzi. Durante le transizioni fra le location, ci si deve far strada attraverso i nemici, superando pericoli, trabocchetti e continui attacchi da parte di gruppi di assalitori, che vanno dai classici mostri simil-zombie a umani di altre fazioni (variegate e molto ben caratterizzate), sempre pronti allo scontro.

Questa linearità di fondo viene intervallata da brevi fasi di viaggio sulle rotaie della metropolitana e da qualche rara emersione nel mondo di sopra, molto suggestivo nella sua desolazione e assenza di forme viventi. Pur offrendo un ampio spazio di gioco e location attraenti, questo set di missioni imprimono in Metro 2033 una certa schematicità, allontanandoci dalla libertà di esplorazione garantita ormai da diversi titoli di ultima generazione. Ciononostante, il percorso obbligato (peraltro solo in singolo giocatore, vista l’assenza del multiplayer) non rende Metro 2033 meno divertente.

La missione è quella di sopravvivere fino alla conclusione dei livelli, senza pause puramente esplorative o altri diversivi. A parte le fasi di scontri frenetici, il gioco offre un’evoluzione caratterizzata da ritmi posati, voluti dal team di sviluppo per sottolineare l’angoscia che si può respirare attraverso i tunnel della metropolitana, in perfetto stile horror.

L’azione è resa complicato e difficoltosa, imponendo quindi un buon grado di sfida, dalla carenza costante di proiettili, che, oltre a servire come munizioni, sono anche un’utilissima moneta per acquistare armi migliori. Questo deve quindi mettere in guardia i patiti degli sparatutto puri, che amano rovesciare tonnellate di cartucce esplose in terra: Metro 2033 richiede un approccio accorto all’azione.

La lotta per la sopravvivenza è ulteriormente complicata dalla gestione degli oggetti necessari ad avanzare lungo il percorso: la torcia va ricaricata regolarmente, alcune armi possono incepparsi, la direzione corretta non è sempre indicata dalle mappe (e qui ci aiuterà un vecchio compasso), l’ossigeno rimanente va controllato guardando l’orologio, lo status di salute va monitorato visivamente sul personaggio, e così via… Il tutto per dare il massimo livello di realismo e di coinvolgimento nella trama.

A tale proposito, abbiamo trovato interessante l’idea della maschera a gas – non immune essa stessa da deterioramenti – che ci accompagna nelle esplorazioni in superficie, e quella degli occhialini per la visione notturna.

A bilanciare le cose, interviene una IA tarata verso il basso e una durata poco estesa del gioco, rendendo Metro 2033 un gioco accessibile a chiunque.

Giudizio tecnico

Il comparto tecnico di Metro 2033 è una sopresa molto gradita, grazie soprattutto a una grafica di alto livello, ottima su Xbox 360 ed eccellente in versione PC. Visivamente parlando, le location, pure con il loro percorso obbligato, riproducono un paesaggio davvero verosimile, con ambienti cupi, claustrofobici e perfettamente ispirati all’immaginario post-apocalittico, in cui il buio predomina. Proprio in questa arte del chiaroscuro sta il fascino principale del gioco, col suo essere dark ed estremamente attraente, con la sua cupezza che accentua il senso di attesa e di paura che attanaglia il giocatore durante lo svolgimento della missione.

Il motore grafico 4A Engine, realizzato dai 4A Games per Metro 2033 è fenomenale! Grazie anche alla collaborazione con Nvidia nell’ottimizzazione delle nuove funzionalità Nvidia 3D Vision e Nvidia PhysX (oltre all’esclusiva Direct X 11 per PC, supportata dalle più recenti schede grafiche), la realizzazione è spettacolare. In particolare, la versione PC è quella più impressionante a livello visivo.

La grafica si fa notare nella sua bellezza con superfici ed effetti di luce molto realistici, con pure qualche chicca extra di grande livello (come la condensa del respiro sulla maschera antigas!), oltre che con texture ad altissima risoluzione. I modelli poligonali appaiono dettagliati, realistici e ben caratterizzati.

Le gallerie umide della metropolitana sono davvero suggestive: Metro 2033 apre una finestra in un mondo totalmente inesplorato, con una nota di merito particolare per lo spezzone della Mosca non sotterranea, davvero particolare e suggestivo nel suo impatto visivo. Il look complessivo dell’intera produzione è davvero affascinante.

Il frame rate, settato a 60 fps per la versione PC e a 30 fps per Xbox 360, appare più che sufficiente anche nelle situazioni di gioco più caotiche. A ben vedere, l’unico difetto è rappresentato dalle animazioni di alcuni personaggi e da qualche bug residuo nelle collisioni fra oggetti, ma non nulla che possa guastare l’esperienza complessiva di gioco.

Anche il comparto audio è ottimo livello, a cominciare dalle azzeccate musiche da apocalisse, per continuare con un doppiaggio italiano realizzato con voci credibili ed appropriate e privo di errori linguistici. Piacevoli e accattivanti sono anche gli effetti sonori basati, ovviamente, sui suoni tipici di un action: sparatorie, colpi improvvisi, scatti… Non mancano i suoni cupi tipici dei luoghi chiusi, che aiutano a creare quell’atmosfera da incubo ricercata con ossessione dagli sviluppatori.

Il sentimento di paura e di claustrofobia trasmesso al giocatore nelle prime ore di gioco porta a desiderare di arrivare presto alla conclusione, preghiera accolta dagli sviluppatori, visto che, come detto, Metro 2033 ha una breve durata: una decina di ore circa. Chissà che con l’aggiunta di nuove espansioni non si possa vedere un multiplayer degno delle atmosfere di questo gioco. Il prezzo indicato nella scheda, in alto, è quello più alto, relativo alla versione Xbox 360; la versione PC costa € 49.90.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni