STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Might & Magic: Clash of Heroes

Quando puzzle game, RPG e strategia a turni si fondono in un composto esplosivo!

Voto WebNews
8,5
Data di uscita

18 Febbraio 2010

Giudizi
  • Giocabilità9,0
  • Grafica8,5
  • Sonoro8,5
  • Multiplayer7,5
  • Longevità9,0
Pro

Struttura di gioco estremamente appagante. Combattimenti in stile puzzle stimolanti. Longevità ai massimi livelli. Massima cura per i dettagli

Contro

Mancanza di una modalità multiplayer online. Impossibilità di visionare le forze nemiche prima dello scontro

Di ,

Giocabilità

La struttura di gioco di Might & Magic: Clash of Heroes è, come abbiamo già anticipato, un giusto connubio di gioco di ruolo, puzzle e strategia. L’eroe impersonato dal giocatore si muove lungo la mappa del mondo di Ashan tramite waypoint, in prossimità dei quali è possibile imbattersi in dialoghi con NPC, battaglie, tesori, punti di acquisto, quest secondarie e quant’altro caratterizzi un classico RPG.

Le battaglie sono il punto focale di Might & Magic: Clash of Heroes, in quanto basate su di una struttura a puzzle immediata e molto stimolante: ogni volta che l’eroe si trova a dover affrontare uno scontro, la mappa di esplorazione lascia il posto alla visuale del campo di battaglia; sullo schermo superiore sono schierate le unità nemiche, mentre sul touch screen quelle del giocatore.

Entrambi gli eserciti sono schierati in colonne e la battaglia si svolge a turni solitamente composti da tre mosse. Obiettivo del giocatore è quello di portare a zero i punti vita dell’avversario utilizzando le proprie unità per attaccare e difendersi. Per caricare una formazione di attacco è necessario incolonnare tre unità dello stesso tipo, mentre è possibile erigere vere e proprie mura difensive mettendone in riga almeno tre, il tutto tramite il solo spostamento dell’ultima unità della colonna o attraverso la sua eliminazione, nel caso si trovi nel mezzo di una fila.

All’inizio del turno, le formazioni che avranno terminato il proprio caricamento sferreranno degli attacchi frontali verso l’eroe avversario. Durante ogni turno sarà possibile chiamare rinforzi sul campo di battaglia, che accorreranno per sostituire le unità eliminate nelle varie fasi dello scontro. Ovviamente, sono disponibili numerose e più efficaci combinazioni di attacco attivabili creando due o più formazioni della stessa unità o colore nello medesimo turno, oppure creandone un’altra, sempre formata dalla stessa tipologia di unità, nella stessa colonna.

La composizione del proprio esercito è completamente personalizzabile, ogni schieramento possiede tre slot per unità base, dotate ognuna di proprie caratteristiche di attacco e difesa, e due per unità elite o campione. La maggior parte delle risorse conquistate trovando tesori o vincendo combattimenti viene impiegata per l’acquisto di attacchi speciali negli appositi waypoint. Sfortunatamente, non è possibile selezionare la composizione del proprio esercito prima di ogni incontro, a seconda della tipologia di nemico che si sta per affrontare, ma è possibile farlo solo durante la modalità di esplorazione.

Ogni eroe dispone, inoltre, di uno slot dove posizionare artefatti magici e di un’abilità speciale da utilizzare sul campo di battaglia, dopo aver riempito l’apposita barra di caricamento.

Oltre alla trama principale, la cui longevità si attesta sulle 25 ore di gioco, sono presenti numerose quest secondarie in grado di portare la longevità totale del titolo a ben 40 ore! La varietà di queste ultime non è poi molta. a dire il vero, ma davvero esaltanti risultano quelle in cui il giocatore si troverà a dover sconfiggere l’avversario, in un solo turno, con sole tre mosse a disposizione e nessun rinforzo.

L’unica grave mancanza di Might & Magic: Clash of Heroes risulta essere la mancanza di una modalità online, in quanto il comparto multiplayer del gioco poggia unicamente su una modalità 1vs1 via Wi-Fi. Il divertimento è comunque assicurato anche in questo caso.

Giudizio tecnico

Il comparto tecnico di Might & Magic: Clash of Heroes si fa apprezzare sotto tutti i punti di vista. I comandi sono semplici e intuitivi, il touch screen risponde bene in ogni situazione, donando alla fase tattica dello scontro un valore aggiunto.

La scelta di una grafica 2D sfruttata al massimo risulta azzeccata, una volta valutata nel suo complesso, nonostante il carachter design strizzi l’occhio allo stile anime, lasciando perplessi numerosi cultori della serie.

Sicuramente dal gusto un po’ retrò è la fase di esplorazione, che riporta alla mente, con nostalgia, titoli illustri affacciatisi sulle vecchie console targate Nintendo, mentre gli effetti visti sul campo di battaglia fanno la loro parte durante gli attacchi e l’uso di abilità speciali. Davvero impressionante, inoltre, è l’attenzione posta dagli sviluppatori anche sui più piccoli dettagli.

Il comparto sonoro svolge egregiamente il suo lavoro: musiche epiche e di atmosfera si alternano sapientemente durante ogni fase di gioco, ricordando titoli quali Chrono Trigger e Final Fantasy.

Might & Magic: Clash of Heroes si è dunque rivelato una sorpresa tanto inaspettata quanto straordinaria, arrivando persino a candidarsi a titolo dell’anno (almeno per ora) per la piccola di casa Nintendo. Questo perché i Capybara sono riusciti nell’intento di fondere con maestria caratteristiche di gioco attinte a piene mani da almeno tre generi diversi in un unico, fantastico prodotto, pronto a regalare almeno quaranta ore di gioco e un’esperienza appagante per qualsiasi videogiocatore.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni