STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Monster Hunter Freedom: Unite

Espansione molto curata con tante novità, tra cui un multiplayer coop divertente

Voto WebNews
8,2
Data di uscita

26 Giugno 2009

Giudizi
  • Giocabilità8,0
  • Grafica7,5
  • Sonoro7,5
  • Multiplayer9,0
  • Longevità9,0
Pro

Buona resa tecnica. Notevole longevità. Ottimo multiplayer cooperativo. Numerose missioni e equipaggiamento vastissimo. Buon approccio strategico

Contro

Alla lunga può risultare ripetitivo. Alcune pecche nell’interfaccia utente

Di ,

Giocabilità

Come da tradizione della serie, il gameplay di Monster Hunter Freedom Unite si svolge all’interno di un certo numero di mappe, in cui è possibile spostarsi liberamente (a patto di subire dei brevi caricamenti).

Per rendere più efficace la propria azione, è possibile sfruttare una serie di ausili visivi, come ad esempio una pratica mappa utile per visualizzare il punto preciso in cui sono posizionati sia il giocatore sia eventuali minacce o mostri da combattere. Una volta sconfitti gli ostili è possibile inoltre esaminarne i cadaveri in modo da reperire oggetti o elementi utili per costruire o riparare le proprie armi.

Come da tradizione della serie, nei combattimenti di gioco è necessaria una certa strategia, che riesce con efficacia a elevare la serie da mero arcade a un più interessante RPG d’azione. La modalità cooperativa multiplayer rappresenta una delle caratteristiche più efficaci e riuscite del gioco. Grazie a una connessione wireless ad hoc fra un massimo di quattro PSP, è possibile affrontare le missioni di gioco insieme a un party di amici, elemento in grado di incrementare considerevolmente il coinvolgimento offerto.

La modalità cooperativa rappresenta il punto più elevato del divertimento garantito da Monster Hunter Freedom Unite, fino a oscurare la modalità a singolo giocatore, che alla lunga può rivelarsi un po’ noiosa e ripetitiva… In assenza di amici con cui giocare, è comunque possibile affrontare la campagna in singolo avvalendosi di un Felyne, un fedele compagno di battaglia simile a un gatto, in grado di aiutare il giocatore nei combattimenti e nel reperimento di oggetti ed elementi.

Restando in tema di trasferimento dati, è anche possibile importare i cacciatori da Monster Hunter Freedom 2, una funzione sicuramente gradita agli appassionati più fedeli della serie. Il gioco comprende circa 400 missioni, divise in quattro categorie principali (Caccia, Raccolta, Cattura ed Evento) e calibrate in base alla difficoltà, in modo da consentire un progresso graduale basato sui passaggi di livello del proprio personaggio.

Alcuni dei mostri sono piuttosto ostici da sconfiggere in singolo, soprattutto a causa dei potenti e rapidi attacchi a loro disposizione. In alcuni casi, con l’aiuto di uno o più cacciatori umani sarà possibile aver ragione con relativa facilità anche dei mostri più potenti. Ad esempio, un giocatore può colpire il nemico mentre l’altro, o gli altri, cercano di distrarlo in modo da fargli perdere l’orientamento, aggiungendo ancora più gusto e divertimento alla modalità cooperativa.

Anche se è possibile giocare a Monster Hunter Freedom Unite in maniera quasi indefinita, sottolineiamo l’elevato tempo necessario per completare le missioni principali, che si aggira sulle 500 ore di gioco, un fattore che costituisce una garanzia di longevità per gli acquirenti del titolo Capcom.

Giudizio tecnico

Il comparto grafico di Monster Hunter Freedom Unite appare di tutto rispetto, anche se non è tale da far gridare al miracolo. Lo stile grafico è simile ai precedenti capitoli, ma appare leggermente più rifinito e soddisfacente.

Gli ambienti di gioco sono curati, così come le fattezze dei personaggi principali e dei mostri, nonostante qualche piccolo calo tecnico. I modelli tridimensionali del titolo Capcom appaiono abbastanza dettagliati, mentre il livello medio in termini di texture è piuttosto incostante, con mappe di qualità eccelsa (in particolare relative ad alcuni mostri) e altre approssimative e poco definite.

Per quanto riguarda le animazioni, invece, riscontriamo una qualità più che soddisfacente: il personaggio principale si muove con sufficiente realismo e agilità mentre è da sottolineare l’efficacia della sensazione di peso restituita dai mostri di generose dimensioni.

La telecamera di gioco, però, è spesso fuori registro, complicando la vita al giocatore, in particolare durante i combattimenti. La poco snella interfaccia di gioco rappresenta un altro punto di demerito del comparto tecnico, che, a causa di alcune discutibili e incomprensibili scelte progettuali, può rischiare di innervosire molti utenti.

Ben più riusciti sono gli effetti atmosferici presenti in alcune mappe, che aggiungono realismo e varietà alle situazioni di gioco. Sottolineiamo l’estrema varietà e fantasia delle armi e degli equipaggiamenti disponibili, che consentono di personalizzare l’aspetto dei cacciatori soddisfacendo le manie collezionistiche dei giocatori (non a caso Monster Hunter è un franchise molto popolare in terra nipponica).

Segnaliamo la possibilità di installare parte del gioco su Memory Stick, funzionalità che garantisce un’interazione più fluida e scorrevole rispetto al solo utilizzo dell’UMD e una maggiore durata della batteria della PSP.

In sintesi, Monster Hunter Freedom Unite si dimostra un prodotto di buona qualità, dotato di un gameplay interessante anche se non molto vario e una notevole dotazione di oggetti e di mostri da affrontare. Vanta un reparto tecnico ben realizzato, nonostante qualche occasionale caduta di livello, e un’eccellente modalità cooperativa multiplayer. Si tratta di un acquisto consigliato per gli appassionati di genere, in grado di garantire ore ed ore di divertimento a patto di entrare in sintonia con il cuore del gioco, vale a dire la preparazione delle battaglie, l’azione di combattimento e la collezione di armi, corazze ed oggetti.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni