QR code per la pagina originale

MotorStorm: Arctic Edge

Dopo le corse su PS3, MotorStorm si fa "mini", cambia scenario e debutta su PSP

Voto WebNews
7,4
Data di uscita

23 Settembre 2009

Giudizi
  • Giocabilità7,5
  • Grafica7,0
  • Sonoro8,0
  • Longevità7,0
Pro

Lo scenario glaciale è ben realizzato e divertente. La sensazione di velocità è incredibile

Contro

Graficamente non è il top neanche per la PSP. Il gioco, alla lunga soffre di una certa mancanza di varietà

Di ,

Giocabilità

La location fredda di MotorStorm: Arctic Edge porta subito delle novità a livello di parco macchine: oltre alla solita carrellata di jeep, auto, camion e moto, abbiamo infatti a disposizione due vetture tipicamente da neve come lo Snowcat e lo spazzaneve!

A prima vista ingombranti, ma decisamente divertenti da guidare, offrono anch’essi la possibilità di essere personalizzati con parti aggiuntive e modifiche di vario tipo, per migliorarne la prestazione in gara.

Anche nel caso di MotorStorm: Arctic Edge, nessun stravolgimento a livello di struttura di gioco è stato introdotto. Lo schema “vinci la gara e sblocca il circuito” è rispettato in lungo e in largo, il che è forse un peccato, visto che ci saremmo aspettati delle novità da questo punto di vista… Invece, si procede senza grandi sussulti e il livello di sfida è abbastanza basso perché non ci sono grandissimi obiettivi da raggiungere, se non quelli classici della medaglia d’oro e del miglior tempo…

Non che manchino i tracciati o gli eventi a cui partecipare. La lista è lunga e ne comprende un centinaio, ma un’attenzione riposta nella varietà delle cose da fare sarebbe stata un toccasana per un gioco che invece rischia di non lasciare grandissime tracce di sé. I tracciati sono ben strutturati, con scorciatoie, strade secondarie e salti da urlo che rendono davvero spettacolari alcuni tratti di corsa.

Quello che non manca è il senso di velocità e di precarietà dato dallo scivolare sul ghiaccio! Sotto questo aspetto, Arctic Edge è assolutamente fantastico, perché vi mette in guardia dall’affondare il pedale del gas (sebbene una strategia legata a velocità e tamponamenti studiati è sempre la migliore se si vuole arrivare sul gradino più alto del podio, NdR).

Il sistema di controllo non paga il prezzo del passaggio dal pad PS3 ai tasti, a volte scomodi, della PSP, per cui la manovrabilità di mezzi a forte rischio di cappottamento è comunque garantita. Se poi non siete soddisfatti della modalità single player, c’è sempre il Time Attack, che permette di provare l’intero garage prima ancora di bloccarlo, o la possibilità di organizzare degli eventi multigiocatore, anche online.

Giudizio tecnico

Una volta caricato sulla PSP, MotorStorm: Arctic Edge mostra da subito una buona personalità. D’altronde l’averne fatto una sorta di spin-off del fratello maggiore per PS3 gli conferisce un’identità precisa e non un mero “copia & incolla” portatile.

Questo aspetto è rafforzato dalla nuova ambientazione, dalla colonna sonora “pompante” (con una tracklist davvero invidiabile, con i suoni psichedelici dei Prodigy e dei Chemical Brothers) e da un parco macchine di discreta varietà.

Quel che davvero manca a MotorStorm: Arctic Edge è l’impatto grafico. Forse, per garantire una buona sensazione di velocità e per evitare qualsiasi tipo di calo nel frame rate (il motore di gioco è pulito e gira senza particolari affanni), ci si limitati in termini di pixel e precisione nei modelli poligonali, che appaiono molto spigolosi e poco dettagliati.

Altra nota negativa è la gestione degli avversari e della relativa Intelligenza Artificiale. Le routine elaborate dai Bigbig Studios che incidono sul comportamento delle altre macchine in pista non sono molto verosimili… Gli avversari si limitano a starvi col fiato sul collo per trequarti di gara per poi risvegliarsi nell’ultimo giro e tentare sorpassi impossibili. È dunque un po’ frustrante non vederli mai sbagliare una curva!

Tutto questo riassume il contenuto di MotorStorm: Arctic Edge, una produzione divertente, ma senza grandi pretese.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni