STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Star Wars Battlefront: Elite Squadron

Un divertente sparatutto portatile in terza persona su licenza Guerre Stellari

Voto WebNews
7,5
Data di uscita

6 Novembre 2009

Giudizi
  • Giocabilità7,0
  • Grafica7,0
  • Sonoro8,5
  • Multiplayer8,0
  • Longevità7,0
Pro

Estremamente valido in multiplayer. Comparto audio sempre splendido. Nuovo sviluppo delle missioni davvero niente male!

Contro

La storia della modalità single player è mal sviluppata. Scarsa varietà nella struttura delle missioni. Telecamera ancora troppo nervosa

Di ,

Giocabilità

Sul fronte della giocabilità, le cose non sono cambiate molto rispetto al passato, in particolar modo per quanto riguarda il sistema di controllo. Ancora una volta la telecamera rappresenta un problema piuttosto evidente, in particolar modo nelle sessioni di Star Wars Battlefront: Lo Squadrone Speciale ambientate all’interno di astronavi o edifici, dove, nelle zone più strette, la visuale diventa davvero difficile da digerire.

Il sistema di puntamento automatico messo a punto si ripresenta anche qui, e ancora una volta rende i combattimenti meno caotici che in passato, gestendo in modo ordinato i bersagli da abbattere. Purtroppo, esattamente come accadeva nel capitolo precedente, il fatto che non sia possibile scegliere autonomamente a chi sparare elimina gran parte del divertimento, rendendo gli scontri a fuoco delle semplici formalità da completare con ordine.

La novità più interessante del gioco, però, è rappresentata dalla struttura delle missioni, che, per la prima volta nella serie, non è più ancorata a un’unica situazione, ma spazia cambiando le carte in tavola, spingendo il giocatore a passare dalla fanteria a piedi alle postazioni antiaeree, per poi saltare a bordo di un’astronave e attaccare direttamente la flotta nemica che staziona nell’orbita del pianeta.

Questa nuova organizzazione è davvero divertente, e riesce a movimentare il titolo quel tanto che basta per garantire un’esperienza gratificante e sicuramente piacevole. Peccato solo che dopo aver inserito all’interno del gioco questa meccanica fantastica, i programmatori abbiano inspiegabilmente deciso di non svilupparla… Già dalla seconda missione, infatti, non si può fare a meno di notare come la struttura generale sia sempre la stessa, con il medesimo ordine di missioni da eseguire. Questo accade con tutte le scene della campagna, rendendo l’intera modalità molto meno appagante di quanto avrebbe potuto essere.

Fortunatamente, come accade per ogni capitolo di Star Wars Battlefront, anche questa volta è il multiplayer a fare la parte del leone, offrendo un gran numero di modalità, la personalizzazione del proprio eroe (con la scelta di un gran numero di parametri su PSP e della semplice classe su Nintendo DS) e la possibilità di giocare con altre 15 persone (online sul portatile Sony) o con tre (naturalmente su DS).

Giudizio tecnico

Dal punto di vista tecnico, Star Wars Battlefront: Lo Squadrone Speciale non si discosta da quanto mostrato dal capitolo precedente. Il motore grafico svolge il proprio dovere in maniera adeguata, pur senza far gridare al miracolo. La necessità di gestire una gran quantità di elementi e personaggi contemporaneamente su schermo ha costretto i programmatori a rinunciare alla pulizia visiva e a un gran numero di dettagli.

Nonostante questo, comunque, il gioco si difende piuttosto bene, con modelli poligonali ben riconoscibili e caratterizzati da una certa varietà. Come in ogni gioco di Guerre Stellari che si rispetti, inoltre, il comparto audio è ai massimi livelli, con le splendide musiche originali e gli effetti sonori ormai segno distintivo di Star Wars.

Peccato solo che il doppiaggio della campagna single player vada a macchiare l’altrimenti impeccabile prestazione sonora.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni