STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Tiger Woods PGA Tour 10

Tiger Woods non ha rivali, che si tratti di realtà o videogioco

Voto WebNews
8,6
Data di uscita

3 Luglio 2009

Giudizi
  • Giocabilità9,0
  • Grafica8,0
  • Sonoro8,5
  • Multiplayer8,0
  • Longevità9,3
Pro

Concept di gioco molto curato. Sistema di controllo collaudato ed efficiente. Buona resa grafica. Sorprendente longevità

Contro

Poche differenze sostanziali rispetto alle precedenti edizioni

Di ,

Giocabilità

In un panorama in cui l’unica opportunità di mettere le mani su una simulazione di golf a tutto tondo consiste nell’acquisto di Tiger Woods PGA Tour Golf 10, per avere un termine di paragone non si può che mettere a confronto l’attuale edizione con le precedenti e sperare che le novità non siano superflue…

In effetti, Tiger Woods PGA Tour 2010 di novità ne propone diverse e tutte piuttosto pertinenti. Si comincia con l’introduzione delle nuove regole varate dalla United State Golf Association nel corso del 2009, diretta conseguenza dell’acquisizione dei diritti dello US Open. Tali norme hanno imposto delle modifiche sulla portata delle mazze, sull’ampiezza dei campi e sulle distanze tra le buche, andando a influenzare in maniera significativa anche il gameplay dello stesso gioco, a favore di un approccio ancor più riflessivo del solito.

Al fine di agevolare al meglio lo studio dei percorsi, gli sviluppatori hanno abbinato a tale innesto la possibilità di muoversi liberamente lungo il campo prima di effettuare i colpi: in questo modo sarà finalmente possibile valutare al meglio fattori come la pendenza del terreno, l’incidenza del vento e le conseguenze che un determinato effetto possa maturare sull’esito del colpo. Grazie alla possibilità di affrontare un percorso a scelta nell’ambito della Modalità Pratica, ora vi sarà ora anche modo di metabolizzare appieno il sistema di controllo.

Ancora una volta basata sull’uso delle levette analogiche, l’interfaccia appare oggi ancor più realistica che in passato, il che agevola senz’altro le prestazioni dei giocatori più navigati, ma finirà tuttavia col rendere la vita più difficile ai neofiti.

Tra le altre innovazioni proposte, segnaliamo inoltre l’introduzione del Weather Channel: un network consultabile liberamente attraverso il menu, in cui poter ottenere utili informazioni circa le condizioni meteorologiche durante i tornei. Una novità, quest’ultima, che va ad aggiungersi all’inedita opzione Tournament Challenge, in cui bisognerà prodigarsi al fine di riprodurre alcuni dei più spettacolari colpi mai eseguiti da Tiger Woods e soci nel corso dei più noti tornei PGA.

Sebbene la raffinatissima IA degli avversari saprà costituire da sola un ostacolo non indifferente alla conquista dei vertici della classifica mondiale, è come sempre il multiplayer a svelare tutta la complessità del gameplay di Tiger Woods PGA Tour Golf 2010. Partecipare a uno dei tanti tornei giornalieri accessibili online, senza finire travolti dall’abilità degli avversari umani, costituirà un’impresa molto avvincente, ma che richiederà la completa padronanza del sistema di controllo.

Giudizio tecnico

Se il gameplay di Tiger Woods PGA Tour 2010 offre spazio a diverse innovazioni, il comparto tecnico non sembra offrire un bagaglio di novità altrettanto corposo. Questo non vuol dire che la cosmesi del progetto non abbia subito efficaci ritocchi qua e là, ma il tutto si limita sostanzialmente a innesti di natura scenografica che poco o nulla aggiungono all’esperienza di gioco stessa.

A un ulteriore affinamento dei modelli poligonali e dell’espressività dei protagonisti, si vanno ora ad aggiungere animazioni senz’altro più complete. Tra queste spiccano per credibilità le routine riservate agli spostamenti degli atleti lungo i vari percorsi, i quali verranno finalmente gestiti direttamente dagli utenti.

Spostando l’obiettivo su aspetti più contestuali come i paesaggi e i dettagli che li riempiono, abbiamo notato un sensibile incremento della risoluzione delle texture, che ben si sposa con orizzonti molto più nitidi e giochi di illuminazione straordinariamente realistici. Pollice alto anche per la realizzazione dei tifosi a bordo campo, che appaiono ora molto più vivi e dinamici, nonché per la cura riservata alla realizzazione dell’erba, dell’acqua e degli agenti atmosferici.

Nel segnalare l’assenza di significativi episodi di clipping, tearing o aliasing e confermare la presenza di un completissimo editor di personalizzazione degli atleti e del loro equipaggiamento, rimarchiamo infine la validità del comparto sonoro che amalgama con incredibile nonchalance le moderne canzoni dei menu ai placidi effetti naturalistici in-game.

Come abbiamo anticipato in apertura, la completezza sfoggiata da ogni episodio di Tiger Woods PGA Tour Golf sembrerebbe rendere quasi pretestuoso il rilascio di ulteriori capitoli. Tuttavia, alla fine le novità non mancano mai.

Al di là dell’aspetto tecnico ed estetico, potendo contare su una modalità Carriera molto articolata, sulla presenza del già citato Tournament Challenge e di un multiplayer mode molto consistente, Tiger Woods PGA Tour Golf 10 garantisce un’esperienza di gioco ampia, incredibilmente longeva e avvincente.

Notizie su
Commenta e partecipa alle discussioni