QR code per la pagina originale

I ripensamenti dei portali europei

Excite Europe e Terra Lycos in vendita: i ripensamenti d'oltreoceano sono una ghiotta occasione per stabilire chi entrerà nel limbo dei fornitori mondiali di contenuti.

,

Qualcosa si muove nelle sedimentazioni societarie dei grandi portali europei. Gli assetti in gioco sono destinati a disegnare la geografia dei principali strumenti di accesso alla Rete, assecondando per altro il tendenziale sviluppo del settore che privilegia realtà enormi ed onnicomprensive, concentrate in poche mani.



Sono almeno tre gli avvenimenti collegati ai destini societari dei portali che in questi giorni hanno monopolizzato l’attenzione dei media. In uno scenario in cui i portali principali si conteranno sulla punta di una mano, sono cominciati i giochi per entrare nel limbo dei fornitori mondiali di contenuti, insieme ad AOL, MSN e Yahoo!



La lista dei pretendenti di Excite Europe e l’ago della bilancia
Uno degli eventi più significativi è la vendita di Excite Europe, introno a cui si è scatenata una vera e propria guerra delle previsioni. Quale dei tre grandi ISP europei riuscirà a mettere le mani su Excite Europe, e, quello che più conta sul gruzzoletto di Â… milioni di utenti che ha all’attivo attualmente la filiale europea di Excite@home?



Il WSJ, nell’edizione online del 22 maggio, dà per privilegiato T-Online, che avrebbe avviato serie di colloqui preliminari, anche se non si tratterebbe ancora di vere e proprie trattative. In caso d’acquisto, il gigante tedesco, resterebbe saldamente ancorato alla posizione di primo ISP europeo, dovendo però cedere la filiale di Excite in Germania, per non incorrere nell’accusa di posizione dominante con cui è già costretto a fare i conti in altri contesti.



Tiscali e Wanadoo (rispettivamente il secondo ed il terzo ISP europeo), che pure sono molto interessati alla vendita di Excite, potrebbero vedere pendere dalla loro parte l’ago della bilancia del numero di utenti in grado di fare la differenza. Con l’acquisizione Tiscali scalzerebbe il primato dell’ISP tedesco.



Lycos Europe: i ripensamenti d’oltroceano
Anche Lycos Europe si mette in vendita. Il portale europeo della società americana abbandona l’Europa ma cerca di sistemare le cose in famiglia. Si rivolge agli alleati di sempre: Terra Lycos e Bertelesmann. Il megaportale ispano-americano e la major tedesca sono già soci di Lycos, rispettivamente con il 29,6% e 18,4%. Il ripensamento porterà, quasi sicuramente il controllo maggioritario ad una delle due società.