QR code per la pagina originale

«Il file-sharing? È solo sesso»

Secondo due studi del Congresso americano, gli adolescenti che utilizzano il file-sharing per trovare immagini dei propri idoli ottengono per la maggior parte foto pornografiche.

,

In due rapporti che saranno presentati oggi al Congresso USA i servizi di file-sharing vengono descritti come facili strade verso la pornografia, compresa quella minorile.

Secondo gli studi promossi dal General Accounting Office e dal Comitato sulla Riforma del Governo, i giovani, che sono i maggiori utilizzatori di servizi come KaZaA e WinMX, potrebbero incappare involontariamente in materiale pornografico, dal momento che questo viene spesso mascherato da file più innocenti.

Gli ufficiali del GAO hanno condotto dei test inserendo in KaZaA chiavi di ricerca contenenti nomi di celebri popstar o serie televisive; nel 56 per cento dei casi hanno trovato file di tipo pornografico, l’8 per cento dei quali riguardante minori.

«I genitori devono sapere che innocenti ricerche di immagini contenenti personaggi dei cartoni animati, cantanti e attori possono produrre migliaia di immagini pornografiche», ha dichiarato Thomas M. Davis, un esponente repubblicano del Congresso.