QR code per la pagina originale

Muore Osborne, pioniere dei portatili

Aveva 64 anni. Nel 1981 commercializzò il primo computer portatile. Da alcuni anni viveva in India.

,

Adam Osborne, cofondatore dell’omonima compagnia che nel 1981 lanciò il primo computer portatile, è morto nella sua dimora indiana di Kodiakanal. Aveva 64 anni.

L’Osborne 1 pesava circa 11 chili e venne commercializzato al prezzo di 1.795 dollari nello stesso anno in cui l’IBM lanciava quello che viene ricordato come il primo desktop PC. Nel momento di massimo successo, la Osborne riuscì a vendere 10 mila portatili al mese; una cifra strabiliante per l’epoca.

La compagnia, però, dovette soccombere dopo aver annunciato il successore dell’Osborne 1, il modello Executive, con troppo anticipo, provocando un crollo nelle vendite del prodotto.

Finita l’avventura dei portatili (ripresa con successo da altri) Osborne fondò la Paperback Software International, una compagnia che forniva versioni a basso costo di programmi famosi. In anni più recenti, Osborne si era trasferito in India.