QR code per la pagina originale

Il mercato dei computer tra ripresa ed incentivi

Europa meglio dell'Italia, ma la ripresa inizia a farsi largo: invertita la tendenza al ribasso, si torna ad acquistare. Gli incentivi del governo sosterranno il trend positivo e il settore sembra così vicino al rilancio.

,

La luce in fondo al tunnel è sempre più vicina. Così sostengono gli analisti del settore, tra slogan e cautele, alla luce dei risultati dell’ultimo trimestre. Se il valore delle vendite ancora rimane costante, è in aumento il numero dei pezzi venduti, ora a quota 754.000 in Europa nel periodo analizzato.

In Italia la ripresa segna il passo. Rispetto all’Europa il gap è significativo e preoccupante è soprattutto il mercato consumer, ancora in piena fase depressiva. Un palliativo di una certa consistenza potrà essere il progetto “Vola con Internet“, l’iniziativa ministeriale volta a favorire l’acquisto di computer per i più giovani. I 175 euro di incentivo sono indirettamente votati a ridonare slancio ad un mercato in piena stasi, conferma ne è l’assenso esteso ed incondizionato che le case produttrici hanno dato nei confronti dell’iniziativa.

In Europa uno dei principali motivi di ottimismo è la prevista ondata di acquisti causata dalla necessità di rinnovare il parco macchine acquisito nella foga dell’anno 2000, quando in molti corsero al riparo per fronteggiare il pericolo del Millennium Bug. A distanza di pochi anni un’ondata di riflusso dovrebbe spingere gli acquisti a livelli più incoraggianti ridonando momentaneo ossigeno ad un settore da tempo nell’incertezza.