QR code per la pagina originale

Sun, il tracollo è lontano

Secondo gli analisti Sun va divisa in due settori distinti: se il primo segna il passo con forti pendenze e gravi perdite, il secondo è la putna di diamante dell'intero settore. Il quadro completo, insomma, non è assolutamente nero.

,

Nubi nere si erano addensate su Sun. Un miliardo di dollari di pendenze, previsioni non ottimistiche, mercati in calo, una serie di indizi che avevano fatto propendere per ipotesi di collasso per il colosso a capo del nome Java. Oggi però nuove rivelazioni vanno a cancellare le nubi dei giorni passati apportando alla vicenda maggiore obiettività analitica.

Secondo gli analisti del settore, in pratica esisterebbero due diverse Sun. La prima, troppo dipendente da Unix, starebbe effettivamente segnando il passo a causa di perdite eccessive e scarsa dinamicità. La seconda parte, facente capo maggiormente al nome Java, è viceversa la punta di diamante dell’azienda nonchè traino dei lati tecnologicamente più avanzati del settore.

Un giudizio obiettivo deve tener conto di entrambe le facce della medaglia, e dunque il panorama è ben diverso da quello pessimistico tracciato affrettatamente dopo gli annunci di perdite resi noti da Sun. Secondo Stephen O’Grady, analista Redmonk, la maggior ricchezza dell’azienda sta in progetti ed innovazioni ancora da capitalizzare e l’azienda alla fin fine “avrà una bella storia da raccontare”.

Nel frattempo arriva un importante annuncio da casa Sun: è in procinto di arrivare UltraSparc IV, processore annunciato all’esordio per Giugno 2004 con una velocità iniziale di 1.2GHz. Un nuovo significativo rivale, dunque, per IBM ed Intel.