QR code per la pagina originale

Macromedia, presentato ufficialmente il nuovo Flex

Macromedia presenta ufficialmente il nuovo Flex. Il prodotto offrirà la possibilità di operare a livello server grazie alla combilazione dei linguaggi Macromedia Flex Markup Language e ActionScript 2.0. Presto disponibile inoltre l'editor testuale Brady.

,

“Presentational server and application framework”. Così nel Novembre veniva presentato Flex, il nuovo futuro prodotto Macromedia. La promessa era quella di rendere disponibile il prodotto entro la prima metà del 2004: promessa mantenuta, il futuro è oggi presente e Flex è ufficialmente in commercio.

Il prodotto incarna una vera e propria estensione delle facoltà e degli orizzonti che Macromedia pone al proprio mondo di sviluppo. Flex è basato su MXML (Macromedia Flex Markup Language) e ActionScript 2.0 e permette di creare interfacce grafiche dinamiche operando a livello server (estendendo dunque l’interpretazione client offerta finora da HTML e Flash). Basato su piattaforma J2EE, presto flex sarà disponibile anche per piattaforma .NET.

Flex sarà inoltre presto accompagnato da Brady, editor testuale basato su Dreamweaver 2004 che, pur non costituendo un’appendice indispensabile (anzi risulta sostituibile da qualunque editor) offre la massima flessibilità di sviluppo. Flex è disponibile in versione trial (60 giorni di prova) e distribuito in versione completa ad un prezzo base di 12mila dollari per server bi-CPU.