QR code per la pagina originale

Ancora DVD Jon: Apple minaccia nuove azioni legali

Torna agli onori delle cronache il nome del giovane Jon Johansen (alias DVD Jon), il quale torna ad infastidire l'impero eretto da Apple con iTunes/iPod. Playfair, programma creato da DVD Jon, è stato così vietato prima negli USA ed ora in India.

,

Jon Johansen, alias DVD Jon, si rivolge all’India per ospitare la propria ultima creazione: PlayFair (ingegnoso, ironico e provocante anagramma di Fairplay).

Il piccolo tool offre la possibilità di ottenere copie di brani musicali da iTunes prive di protezione DRM. Posto sotto accusa dalla DMCA americana, DVD Jon ha spostato l’host del programma da SourceForge.net (statunitense) all’indiano Sarovar (fisicamente situato a Trivandrum: le normative indiane non hanno nulla da obiettare all’offerta del codice incriminato negli USA).

Apple non ci sta e scatta la lettera di minaccia: se Playfair non viene rimosso dal server, scatta l’azione legale. I titolari del servizio Sarovar bloccano così immediatamente i download (già 30.000 quelli eseguiti) e spiegano la propria posizione: «Abbiamo eliminato PlayFair dopo l’avviso legale inviato da Apple circa la violazione di copyright […] non concordiamo, ma in assenza di fondi per combattere una battaglia legale abbiamo chiesto alla Free Software Foundation indiana di battersi per noi».

I titolari dell’host prendono inoltre le parti al programma ospitato sottolineando come in PlayFair vi sia nulla di illegale in quanto non distribuisce musica illegalmente, non permette alcuna masterizzazione e richiede addirittura la chiave iTunes per azionare i file. Secondo il titolare del gruppo no profit Sarovar S. Rajkumar, nulla di eccepibile dunque anche dal punto di vista della DMCA statunitense. In attesa di sviluppi, Sarovar ha seguito l’esempio di SourceForge e PlayFair è al momento indisponibile.

Emerge sempre più con maggior forza come DVD Jon non abbia eretto la propria notorietà sull’abilità tecnologica nell’aggirare le protezioni anti-pirateria, quanto sull’identificazione di un preciso bug normativo: nulla vieta, in nome del libero utilizzo personale, la conversione del formato del file. Distribuzione e copia sono altre questioni. DVD Jon rimane, così, la spina nel fianco di chi, come Apple, sta ergendo sul copyright il proprio impero commerciale.