QR code per la pagina originale

iTunes sbarca in Cina preinstallato nei PC

iTunes lancia l'attacco al mercato cinese («Mac attack» titola la CNN parafrasando un noto slogan dell'NBA) grazie ad un accordo con il secondo maggior venditore del paese: iTunes sarà preinstallato nei PC Founder Technology.

,

Colpo grosso per iTunes. Nel pieno della battaglia per l’imposizione degli standard che reggeranno il futuro dell’industria della musica digitale, il marchio di Apple spunta una stretta di mano con il secondo maggior produttore di personal computer in Cina, ovvero Founder Technology. L’accordo prevede che iTunes venga preinstallato nelle macchine in vendita, facoltà che al momento era riservata in esclusiva a Hewlett Packard (ora alle prese con la creazione di un proprio iPod griffato HP).

Il software marchiato con la mela di Cupertino sarà distribuito in versione 4.5 per Windows. Il tutto costituisce un vantaggio non indiretto anche per il marchio di Bill Gates, il quale per l’ennesima volta si ritrova a braccetto con Steve Jobs in una concorrenza empia di sfumature ambigue. Il rapporto cinese tra le due aziende non può che essere reciprocamente fecondo e tale da favorire l’entrata dei due marchi in un mercato con molte barriere all’ingresso e nel quale Linux mantiere una certa solidità.

E’ al momento impraticabile, e per il prossimo futuro improponibile, la via di un iTunes Music Store cinese. Per questo motivo iTunes sarà usato a mezzo servizio, con una fruizione limitata a “rippare” i CD, a condividere file in reti locali ed a renderli disponibili per il supporto iPod.

Wei Xin, portavoce Founder Technology, offre il proprio benvenuto ad Apple sottolineando: «la musica digitale sta diventando molto importante per il mercato cinese dei PC, e Apple si sta muovendo verso la leadership del settore». In tutto ciò non vanno inoltre dimenticati gli effetti positivi che ricadranno sul mercato della stessa Founder, la quale sfrutterà l’effetto traino offerto da iTunes per scalare ulteriori fette di mercato.