QR code per la pagina originale

Napster scopre l’Europa prima di iTunes

Con un annuncio a sorpresa Napster apre i battenti in Gran Bretagna e inaugura l'arrivo dei grandi Music Store in Europa. iTunes rimane per ora alla porta e promette di arrivare dopo l'estate. Parte la corsa al mercato europeo.

,

La musica digitale sbarca sul vecchio continente. La notizia era nell’aria da tempo ma è giunta a sorpresa sia nei tempi che nelle modalità. Le attese erano infatti rivolte all’arrivo di iTunes per la fine dell’anno, poi Napster ha accorciato i tempi lasciando presupporre un arrivo a fine estate, oggi la verità: il primo Music Store europeo d’Oltreoceano sarà Napster e metterà radici a partire dalla Gran Bretagna.

Per Roxio, titolare di Napster, si tratta di un grosso colpo inferto ai rivali di Apple in quanto giungendo prima sul mercato Napster avrà la possibilità di affermare la propria posizione in modo del tutto eguale a ciò che Apple è riuscita a fare negli States.

L’approdo in Gran Bretagna non è certo casuale: il mercato inglese è infatti tra i maggiori al mondo, valutato attorno ai 2 miliardi di dollari, e può costituire dunque il terreno fertile dal quale Napster lancerà l’attacco a quel mercato europeo che tanti ostacoli ha finora posto sulla strada del nuovo settore emergente. Il resto dell’Europa dovrà presumibilmente attendere la fine dell’anno prima di poter accedere ai servizi di Napster, tempistica in linea con le promesse di alcuni mesi or sono.

Napster offrirà i download con una prezzistica differenziata in base al tipo di servizio richiesto: 1.09 sterline (1.62€) è il costo per una singola traccia, 0.99 pence (1.47€) per gli iscritti. Questi ultimi possono altresì acquistare un pacchetto da 9.99 sterline (14.84€) per un illimitato numero di canzoni in streaming, canzoni dunque fruibili ma non conservabili. Sconti particolari per l’acquisto di album (a partire da 9.95 sterline) o per acquisti multipli di singole canzoni (-10%). Disponibile inoltre una carta prepagata del costo di 14.85 sterline (22.07€) e valevole per il download di 15 brani.

500.000 le traccie tutt’oggi disponibili, ma entro un solo mese il team Napster promette un incremento fino a 700.000 brani. Le canzoni possono essere condivise su 3 pc. Il sito Napster fa altresì riferimento a Media Center PC, prodotto Microsoft, evidenziando così un interessamento di Redmond nell’affare europeo.

In Gran Bretagna Napster è atteso dalla concorrenza di Wippit (la cui dirigenza offre il proprio benvenuto al nuovo arrivato sicuro di poter riaffermare con sicurezza le proprie posizioni) e OD2 (che ha già annunciato un conseguente calo dei prezzi). Nei prossimi mesi è altresì atteso l’arrivo del servizio Connect di Sony per poi attendere che da Cupertino si svelino le mosse previste per il vecchio continente.