QR code per la pagina originale

Germania, nasce lo spam di matrice ideologica

Quando un'ideologia estrema sposa un canale di divulgazione come un worm ne scaturisce un fenomeno dai contorni pericolosi che al momento ha già intasato non poche caselle di posta: migliaia di mail contro gli stranieri in Germania

,

«Quello di cui la Germania ha bisogno sono bambini tedeschi», «mi sento uno straniero a casa mia»: il rigurgito razzista ha raggiunto una moltitudine di caselle mail sfruttando il mezzo spam per diffondere un ideale senza troppi scupoli. La novità sostanziale sta nel matrimonio tra l’ideale intollerante ed un worm, sodalizio che è sfociato in caselle mail piene e un ingente traffico di posta-spazzatura.

Lo scopo del Worm è solo quello di fornire al messaggio un canale di diffusione. Tramite infezioni successive il worm sfrutta i vari mail server così creati per moltiplicare il messaggio.

A quanto pare l’80% del totale di questa ondata di spam proviene dall’Università di Rostock, i cui responsabili hanno già garantito massimo impegno al fine di limitare l’accaduto e nel contempo risalire all’untore.

L’entità della massa di posta creatasi e la rapidità dello sviluppo del tutto lascia presupporre un lavoro collaborativo tra chi intendeva propagare il proprio verbo e virus writer di una certa abilità. L’originale e pericoloso mix che sostituisce gli scopi economici a matrici ideologiche estreme, rischia ora un fenomeno emulativo che porterebbe nelle caselle di posta meno viagra ma più razzismo. Di male in peggio.