QR code per la pagina originale

L’importanza di chiamarsi Edwards Kerry

Registrare il proprio dominio personale e 8 anni dopo scoprire che il candidato presidente degli Stati Uniti e la sua spalla hanno bisogno dello stesso dominio: è successo a Kerry Edwards, cittadino statunitense che ora nicchia e si fa desiderare.

,

Kerry Edwards, cittadino statunitense. Senza proposito alcuno, K.E. si è ritrovato tra le mani un qualcosa di assoluto valore. Alla vigilia delle elezioni presidenziali, il giorno dopo la decisione della spalla di uno dei due candidati alla presidenza, egli si ritrova infatti ad avere nome e cognome perfettamente corrispondenti ai due cognomi dei due John candidati contro Bush: John Kerry, appunto, e John Edwards.

Il tutto inizia nel 1996 quanto K.E. acquista il proprio dominio personale Kerryedwards.com. Il dominio, improvvisamente, assume oggi importanza fondamentale in una campagna presidenziale quantomai equilibrata. K.E. lascia però trapelare poche intenzioni di vendita, anche se un pensierino non è escluso nel caso in cui qualcuno volesse approfittare del suo spazio per pochi centesimi a contatto. Secondo alcune fonti sul sito kerryedwards.com è comparso un fugace avviso di vendita del dominio, ma ora il tutto è stato svuotato a favore di un semplice augurio di buona giornata: «Have a Blessed day».

Se la vicenda è in questo caso del tutto fortuita, è pur vero che la caccia speculativa al dominio è cominciata già da tempo. In molti hanno tentato la sorte con combinazioni similari di cognomi (investimenti caduti dunque nel vuoto), e le valutazioni di nomi quali Bush2004.org avrebbero raccolto offerte superiori ai 100.000 dollari (per molto meno il dominio sarebbe comunque poi passato nelle mani di chi oggi lo sfrutta come sito ufficiale della campagna presidenziale di Bush e Cheney). Altri nomi a dominio quali GWBush.com rimangono invece in mano a chi preferisce una sana ironia politica piuttosto che un facile lucro.