QR code per la pagina originale

Adobe presenta la nuova offerta post-Macromedia

Adobe presenta l'offerta conseguente all'ufficializzazione dell'acquisizione fattiva del gruppo Macromedia. Già in commercio Adobe Design Bundle (2.199 €) e Adobe Web Bundle (2499 €); nel 2006 in arrivo Adobe Video Bundle.

,

L’unione fattiva tra Adobe e Macromedia partirisce i primi frutti sul mercato. Adobe ha infatti presentato ufficialmente i nuovi prodotti risultanti dalla fusione delle due precedenti distinte offerte. Il comunicato ufficiale annuncia: «Adobe Systems Incorporated ha annunciato tre nuovi bundle di prodotto che uniscono le grandi capacità di design e publishing di Adobe Creative Suite 2 e strumenti video Adobe con la forza interattiva dei nuovissimi software Macromedia Flash Professional 8 e Macromedia Studio 8». Questa l’offerta nel dettaglio:

Adobe Design Bundle
«Adobe Design Bundle offre l’ambiente di design completo di Adobe Creative Suite 2 Premium insieme a Macromedia Flash Professional 8, la scelta per eccellenza nel settore della creazione di contenuti interattivi avanzati». Il prezzo suggerito è di 2.199 Euro (Iva esclusa) ed il pacchetto comprende i seguenti prodotti:

  • Adobe Photoshop CS2
  • Adobe Illustrator CS2
  • Adobe InDesign CS2
  • Adobe GoLive CS2
  • Adobe Acrobat 7.0 Professional
  • Version Cue CS2
  • Adobe Bridge
  • Adobe Stock Photos
  • Macromedia Flash Professional

Adobe Web Bundle
«Adobe Web Bundle offre Macromedia Studio 8, la soluzione essenziale per la progettazione e lo sviluppo di siti Web, insieme all’ambiente di design completo di Adobe Creative Suite 2 Premium». Il prezzo suggerito è di 2.499 Euro (Iva esclusa) in quanto al pacchetto precedente vengono aggiunti Dreamweaver 8, Fireworks 8, Contribute 3 e FlashPaper 2.

Adobe Video Bundle
L’offerta video rimane temporaneamente in sospeso: «Adobe Video Bundle, il cui rilascio è previsto per l’inizio del 2006, riunisce insieme le soluzioni video Adobe e Macromedia Flash Professional 8. Video Bundle sarà disponibile in tutto il mondo in inglese, francese, tedesco, italiano e giapponese».