QR code per la pagina originale

CoolStreaming, altra vittoria su Sky per la tv via P2P

La tv via P2P mette a segno la seconda vittoria legale contro l'appello portato avanti da Sky: mettere online i link utili a 'scaricare' le partite di Serie A no è dunque un reato. Non sono al momento disponibili le motivazioni della sentenza

,

«Coolstreaming Vs SKY 2-0»: così lo staff del famoso sito che elencava i riferimenti per godere via P2P delle partite della Serie A comunica esultante la propria vittoria legale contro l’appello mosso da Sky. I dettagli (le motivazioni in particolare) della sentenza non sono al momento disponibili ma il gruppo ne garantisce la disponibilità a breve termine. Il servizio rimane al momento bloccato ma sul dominio coolestreaming.it (quello inizialmente fermato in attesa di indagini di approfondimento) campeggia già la notizia: «News: Coolstreaming vince ancora! Il tribunale del riesame di Milano ha respinto l’appello del PM. Grazie a tutti! Molto presto torneremo online!».

Una prima sentenza di dissequestro (8 Febbraio) aveva liberato CoolStreming dopo la denuncia iniziale di Sky. Contro il servizio si erano scagliate più voci in quanto l’eventuale libertà d’azione per le tv tramite P2P avrebbe messo in seria discussione tutto il sistema costruito attorno ai diritti del pallone. A distanza di un mese una nuova sentenza sembra voler chiudere la questione, ma solo una attenta lettura della documentazione del tribunale saprà offrire la corretta interpretazione a questo nuovo passaggio.

Sul forum CoolStreaming si sono moltiplicate le scene di giubilo per quello che viene avvertito come il gol decisivo. Mentre lo il gruppo ringrazia l’avv. Giuseppe Briganti per il proprio contributo e per i risultati conseguiti, la richiesta dell’utenza è quella di tornare a mettere online i link utili all’attività di P2P: lo staff sta procedendo con moderazione e, in attesa di chiarire ogni dettaglio circa le decisioni dei legali, l’attività non è ancora ufficialmente ripresa.