QR code per la pagina originale

Microsoft: in Vista altri ritardi?

Windows Vista potrebbe ulteriormente tardare di qualche mese. secondo un report Gartner il sistema operativo Microsoft potrebbe giungere solo tra un anno se il gruppo seguirà la roadmap seguita con i precedenti prodotti. Microsoft nega

,

Microsoft Windows Vista avrà un ulteriore consistente ritardo. E’ questa la conclusione a cui giunge un report Gartner, gettando così nuovo fango sul sistema operativo Microsoft dopo il precedente rinvio che già ha posticipato il tutto da Dicembre 2006 a Gennaio 2007 (con la relativa perdita dell’appuntamento con il periodo natalizio, ottimo momento per il lanco di un prodotto). Il report è disponibile a pagamento (6 pagine per 195 dollari) ed è firmato Michael A. Silver, David Mitchell Smith, Stephen Kleynhans e Neil MacDonald.

La teoria proposta da Gartner è decisamente semplicistica ma basata su numeri e fatti del passato. Il concetto di base è quello secondo cui Microsoft abbia usualmente impiegato da 9 a 12 mesi per portare i propri prodotti dalla beta release all’uscita ufficiale. Se la cosa si procrastinasse nel futuro, vista la ormai prossima uscita della beta pubblica, ci sarebbe da attendere Windows Vista sugli scaffali tra un anno circa, nel secondo trimestre del 2007. Secondo Gartner i tempi per XP sono stati minori, ma sarebbe con Windows 2000 che il raffronto andrebbe fatto con maggior affidabilità. E in quel caso i tempi furono decisamente lunghi.

Microsoft nega e ribadisce che tutto andrà come previsto: a Novembre la prima versione, a Gennaio la distribuzione per utenti consumer e business. Mentre Microsoft usa l’ufficialità di un comunicato per respingere le teorie del report, Ed Bott per il blog ZDNet ricorda le precedenti previsioni degli analisti Gartner evidenziando come gli errori siano stati maggiori che non quelli di Microsoft stessa.

Negli ultimi giorni il titolo Microsoft ha subito pesanti ribassi a Wall Street e la pressione delle ultime notizie relative ai dividenti per le prossime trimestrali ha sospinto la quotazione a 24 dollari, valore ormai ai minimi storici dal 2003 a questa parte. Secondo gli analisti il tutto è causato dal fallimento relativo ai risultati di breve termine, ma Steve Ballmer rivendica una politica di lungo periodo necessitante di investimenti e non di ritorni immediati. Nel contempo è ormai certo come la sentenza definitiva sulla multa dell’antitrust europea arriverà ad inizio 2007, dunque in piena concomitanza con lo sprint per Vista.