QR code per la pagina originale

Venduto!, dai Navigli a eBay

Si chiama Venduto! ed apre a Milano per la coraggiosa iniziativa di 4 ragazzi: trattasi di un negozio specificatamente dedicato alla vendita ed all'acquisto sulla piazza virtuale di eBay. Il cliente porta i propri oggetti e poi attende che siano venduti

,

«Il modo più semplice ed efficace per vendere i tuoi oggetti su eBay. Tutto ciò che devi fare è passare nel nostro negozio dal martedi al sabato (orari 12.00-14.00, 15.00-22.00) e portarci l’oggetto che vuoi vendere, noi ci occuperemo di tutto il resto: scattare le foto, creare una descrizione completa in due lingue, inserire l’annuncio su eBay, rispondere alle domande dei possibili acquirenti, incassare il pagamento e spedire l’oggetto in modo rapido, dopodichè riceverai il pagamento. Nessun bisogno di aprire account su eBay, di lasciare i propri dati personali, di fare code alle Poste o in banca.»: si presenta così Venduto!, negozio che ha aperto ai Navigli di Milano ma che vende sulla piazza virtuale di eBay.

Venduto!, semplicemente, si offre di sostituire gli utenti in tutte quelle macchinose procedure che portano un oggetto ad assumere giusta visibilità su eBay per essere vendute (fotografie, descrizioni, eccetera). Ferdinando, Francesco, Fabio e Raoul sono i quattro ragazzi che si sono lanciati nell’avventura e che ora mettono a disposizione il proprio locale per quanti vogliono approfittare delle opportunità di eBay pur passando per una via facilitata. Non solo: lo staff di Venduto! si offre anche di aiutare l’utenza negli acquisti, usando sempre e solo come riferimento eBay. Ancora, il negozio aiuta i clienti nella valutazione degli oggetti ed un meritevole servizio gratuito a domicilio è stato messo a punto per i disabili impossibilitati a trasportare la propria merce.

Il sito web spiega nei dettagli il funzionamento del negozio: il ricavo del cliente è ovviamente decurtato di una somma proporzionale alla cifra di vendita che va a rappresentare la commissione destinata a Venduto! per le operazioni di preparazione del’articolo, di invio della merce e di organizzazione della vendita. Sul totale il negozio trattiene circa il 30% sul ricavato offrendo però la possibilità di vendere prima e meglio i propri prodotti grazie all’affidabilità del nome sulla piazza eBay ed al risparmio di risorse (e tempo) conseguito.