QR code per la pagina originale

Xbox, PS3, Wii: gli intoppi dell’esordio

Microsoft Xbox, Sony PlayStation 3 e Nintendo Wii: le tre console che si contenderanno il mercato di Natale inciampano all'esordio portandosi ognuna appresso un proprio problema: lettori blu ray difettosi, errori fatali, video scomparsi. Lavori in corso

,

La fretta è cattiva consigliera e proprio la necessaria fretta di arrivare sul mercato a competere con la concorrenza ha fatto sì che le principali console di gioco lasciassero qualcosa di incompleto sulla propria strada. I primi giorni di PS3 e Wii hanno fatto registrare qualche problema e non da meno è stato l’esordio di Xbox Live Marketplace.

Il servizio Live Marketplace collegato alla Xbox ha dato problemi fin dalle prime ore: i video acquistati, infatti, spesso e volentieri sono spariti subito dall’hard disk impedendone l’uso da parte di chi aveva già provveduto al regolare pagamento tramite i Microsoft Point acquistati. Spiega “Major Nelson” dal blog dedicato al servizio: «come sapete abbiamo avuto alcuni problemi tecnici correlati all’estremamente alto numero di download nelle ultime 24 ore. Sappiamo che questi problemi tecnici determinano esperienze spiacevoli per i nostri membri, inclusi download estremamente lenti o il mancato ricevimento dei contenuti acquistati»: il team è impegnato nella risoluzione di quanto emerso, si tranquillizza l’utenza circa il recupero dei Microsoft Point dedotti dal credito acquistato e si predica pazienza in attesa che il tutto torni a regime.

I problemi per Wii sono tutti in un errore “110213”, «fatal error» che Nintendo non ha al momento saputo descrivere. Secondo quanto riportato da Engadget, l’assistenza telefonica avrebbe proposto la sostituzione gratuita dell’apparecchio e nessun altro dettaglio è al momento emerso circa un problema che appare comunque confinato a pochi casi.

Per la PlayStation 3 i problemi registrati sono di 2 tipi: da una parte v’è un video che dimostra un’entrata poco agevole dei DVD all’interno della console; dall’altra v’è la mancata compatibilità con alcuni tipi di televisioni ad alta definizione (i primi arrivati sul mercato in passato e dotati di connettori differenti da quelli attuali): in quest’ultimo caso Sony avrebbe già ammesso il problema (particolarmente circoscritto) rinviando però ad una non meglio precisata data il momento della risoluzione.