QR code per la pagina originale

Cosa vuoi cambiare nel mondo?

,

What Do You Want to Change in the World?
Così titola change.org, un sito di “social proposte” che offre la possibilità di raccogliere adesioni per iniziative “sociali”. Un social al quadrato?

Se tanto mi da tanto, nell’epoca del web2.0 in cui tutti collaborano, scrivono, teorizzano, dissertano sul passaggio dal read al read/write, allora perchè non deve far nascere un servizio che proponga di segnalare cosa vuoi cambiare nel mondo?
Il problema però è sempre lo stesso: OK io dico cosa voglio cambiare, ma chi mi ascolta?

Forse la grandezza dei font nel tagging mi daranno più voce?

Forse se davvero credo di dover salvare dai raggi ultravioletti, faccio un esempio, il gelato alla vaniglia allora potrò trovare chi vuole salvare il gelato al cioccolato e quindi vedere il tag “raggi ultravioletti” oppure “global warming up” crescere e così capire che forse se per me il problema è il gelato per qualcun altro è bere acqua e che il surriscaldamento della terra genera altri problemi oltre quello che penso io?

Allora ecco il trucco: forniamo questi dati alle associazioni noprofit… geniale, direi ;)
OK, hai segnalato: ti chiedo ora di investire tempo, denaro, o quello che vuoi per supportare la tua causa, magari in collaborazione con altre persone nel mondo e con delle organizzazioni no-profit, tipo Amnesty International o Greenpeace

Video:Chef Barbieri e Learning360 Award Pasquale Ruju