QR code per la pagina originale

Oltre un Terabyte per LaCie e Maxtor, ma è abbastanza?

,

La recente introduzione di applicazioni che fanno largo uso di contenuti audio e video in alta definizione ha messo sotto pressione le case produttrici di hard-drive, che sono state costrette, vista la forte domanda, ad accelerare la costruzione di hard-disk di grandi capacità.

Maxtor e LaCie sono state le prime a rispondere alle esigenze degli utenti proponendo due soluzioni esterne con una capacità di storage pari a un Terabyte (1000GB).

Non siamo però di fronte ai primi veri drive da un Terabyte, in quanto entrambi i prodotti prevedono l’utilizzo di due dischi da 500GB all’interno dello stesso case.

Anche i nuovi modelli rispettivamente da 1,5 Terabyte e 2 Terabyte per Maxtor e LaCie, si basano sullo stesso principio di inserire più drive in un solo case.

Questo dimostra come la sempre crescente domanda di mercato in questo settore metta in difficoltà le case produttrici, impegnate in una lotta su due fronti: se da una parte vi è la necessità di capacità di memorizzazione sempre maggiori, dall’altra vi è la necessità di costruire dischi veloci che non causino un collo di bottiglia nelle prestazioni dei sistemi moderni.

Una soluzione a questi problemi (già fruibile sul sitema operativo Windows Vista) è quella di utilizzare in una configurazione Raid un disco a piatti magnetici di grandi capacità affiancato da un meno capiente ma ben più veloce disco SSD (Solid-State Disc) che, utilizzando memoria flash come mezzo di archiviazione, riduce drasticamente i tempi di latenza.