QR code per la pagina originale

Addonics trasforma le CompactFlash in hard disk

,

Addonics ha introdotto un nuovo adattatore che permette di utilizzare, in modo molto economico e semplice, schede Compact Flash come drive di storage per il proprio notebook.

I due modelli forniti da Addonics, provvisti di un connettore IDE 44-pin per dischi da 2,5″, si differenziano per la presenza di uno o due alloggiamenti per le schede Compact Flash.

Gli adattatori, che supportano entrambi gli standard Compact Flash I e Compact Flash II, sono in grado di avviare qualsiasi sistema operativo proprio come un normale drive. Inoltre, sul PCB è presente un led risso che funge da indicatore per gli accessi alla memoria.

Purtroppo al momento non sappiamo ancora se verranno rilasciate delle versioni di tali adattatori in grado di supportare interfacce SATA e USB 2.0.

Il prezzo è molto competitivo: per 25 dollari è possibile portarsi a casa la versione single-slot, mentre per la versione dual-slot sono necessari solo 5 dollari in più.

A titolo di paragone, l’adattarore four-slot prodotto dalla Century, viene venduto all’incredibile prezzo di 265 dollari (poco meno del disco SSD da 32GB prodotto da Sandisk).

Personalmente ritengo che una soluzione del genere non sia adatta ad essere utilizzata come drive di utilizzo giornaliero: le schede Compact Flash, al contrario dei veri e propri dischi SSD, non sono dotate di dispositivi per la gestione delle celle di memoria e degli errori, cosa che le rende poco affidabili dopo un relativamente breve periodo di utilizzo (100.000 cicli di lettura/scrittura).