Alta sicurezza nel wireless? ecco la PCMCIA WPC4400N di Linksys

La Linksys, azienda facente capo a CISCO system, non ha voluto lasciarsi scappare le opportunità rappresentate dalla nuova tecnologia wireless 802.11n ed ha lanciato sul mercato una gamma di prodotti che usufruiscono del nuovo standard. Fra questi uno fra i più interessanti è rappresentato dalla PCMCIA WPC4400N una scheda PCMCIA pensata per applicazioni veloci ed

La Linksys, azienda facente capo a CISCO system, non ha voluto lasciarsi scappare le opportunità rappresentate dalla nuova tecnologia wireless 802.11n ed ha lanciato sul mercato una gamma di prodotti che usufruiscono del nuovo standard. Fra questi uno fra i più interessanti è rappresentato dalla PCMCIA WPC4400N una scheda PCMCIA pensata per applicazioni veloci ed in totale sicurezza grazie alle possibilità di usufruire del WPA2, tecnologia di protezione che offre chiavi fino a 256 bit. Queste caratteristiche la rendono ideale per le applicazioni business, per le PMI ed in generale ogni qualvolta è richiesta la sicurezza dei dati congiunta ad una affidabilità e qualità di connessione abbastanza ampia.

La velocità massima (in quasi assenza di rumore) raggiungibile è di 135 Mbps, leggermente inferiore a quella (sempre nominale) dichiarata da altre case produttrici, ma compensata dall’alto range di operatività ambientale (da 0 a 60 gradi) che la rende adatta anche ad un uso in ambienti outdoor senza pericolo di surriscaldamento. Il corollario di software è abbastanza standard ed include i driver, un wizard di installazione rapida con allegato software di gestione e la guida utente (disponibile anche in formato cartaceo). E’ da segnalare che i requisiti di sistema per l’installazione di questo hardware sono abbastanza alti (a livello di software Windows xp service pack 2 o 2000 service pack 4; hardware processore a minimo 600 Mhz e RAM da 256 mb) e quindi poco compatibili con notebook piuttosto datati. Unica pecca: il prezzo, circa 100 ? per un adattatore pcmcia sono un po’ tantini, ma ovviamente dipende tutto da che livello di sicurezza abbiamo bisogno per le nostre reti.

Ti potrebbe interessare