QR code per la pagina originale

YouTube inserisce ads nei video

,

Nuovi esperimenti di pre-roll e post-roll spot sui siti di video-sharing ci vengono segnalati su Red Herring.

Dopo l’acquisizione di Google a Novembre scorso, il grande contenitore di video user generated che permette l’upload di centinaia di video al giorno in modo gratuito e libero, purché rispettino determinate policy, renderà possibile l’inserimento di video ads espliciti all’interno di tutti i video che saranno presenti sul proprio portale.

Risulta ancora in fase di studio quello che sarà l’esatto posizionamento, la lunghezza e la forma degli ads, una cosa è certa, già a partire da questa estate potremo osservare i primi video ads su Youtube.

Suzie Reider afferma:

We’re looking at executions like a very quick little intro preceding a video, then the video, then a commercial execution on the backside of the content

A quanto pare, ci sarà particolare attenzione alla scelta del posizionamento pubblicitario all’interno dei video. Non sarà replicato lo stile televisivo che sceglie di mandare in onda il video spot prima dei filmati, né il format dalla nuova sezione video di Msn all’interno della quale l’utente visionerà un breve video spot prima di ciascun filmato.

Secondo Jason Hirschhorn, presidente di Sling Media Entertainment Group, gli utenti di Youtube reagiranno più favorevolemente se gli ads saranno posizionati tra il primo e il secondo video visualizzato.

Flessibilità e continua ottimizzazione rimarranno comunque le parole d’ordine, infatti l’erogazione degli ads sarà soggetta ad analisi e aggiustamenti continui per integrarli al meglio tra i video presenti.

Si può ipotizzare che un adeguamento dei parametri di posizionamento, lunghezza e forma terrà conto anche della tipologia e dei contenuti presenti nei video caricati dagli utenti stessi.

L’obiettivo di questa nuova integrazione sarà duplice: attenzione e cura per evitare di disturbare e interrompere la user experience; integrazione di una nuova fonte di profitto per i marketers.

Video:Samsung Galaxy Note 7: le scuse di Tim Baxter