QR code per la pagina originale

Multe in arrivo per lo sfruttamento indebito delle reti wireless altrui?

,

Curiosando in rete in questi giorni, mi è capitata sotto mano una notizia alquanto curiosa.
Protagonisti i soliti britannici che anche nel passato si sono distinti per scelte discutibili in tema di banda larga e politiche.
Ebbene i protagonisti del caso del giorno sono due persone inglesi che sono state condannate per aver utilizzato una rete wi-fi privata senza averne il permesso.

Multa non esosa, ma sopratutto una bella macchia sulla loro fedina penale, e scoppia il caso….
Tutti noi sappiamo che molti utenti lasciano “aperte” le loro reti wireless, a volte per ingenuità, a volte con scopi ben precisi.

Sappiamo anche quante persone dotate di notebook wireless o di palmare con supporto wi-fi sfruttino queste reti aperte per spedire la posta, usare skype o altro.
Lasciare la propria rete wireless aperta è assolutamente pericoloso in ogni caso, perchè non si sa mai chi potrà sfruttarla e cosa ci farà.

Ma dicevo che alcuni lasciano comunque le reti aperte volendosi trasformare in una sorta di hot spot pubblico per chi necessita di collegarsi ad internet fuori casa.
E’ una sorta di contraccambio di chi “scrocca” le reti altrui in viaggio e per ricompensa lascia a disposizione la propria rete per chi ne avesse bisogno.

C’è da dire però che queste persone conoscono i rischi di una rete aperta e nel 99% dei casi si premuniscono che comunque l’accesso sia limitato ad alcuni servizi basilari.
In Inghilterra dunque da adesso chi sarà beccato verrà multato e condannato, e si teme già che questa pratica potrebbe arrivare presto anche da noi…

Brutta notizia dunque, anche se questa mossa sà molto di tranello verso gli utenti per impedire che le reti gratuite si diffondano in maniera tale da mettere in ombra quelle a pagamento…

Video:Nintendo 2DS, la nuova console portatile senza 3D