QR code per la pagina originale

Web-essere

,

Durante il WEbExpo 2007 sono state presentate delle applicazioni e dei servizi 2.0 abbastanza interessanti. Una in particolare, per la quale sto attendendo ancora la conferma al beta testing, ha attirato la mia attenzione, non tanto per la sua bellezza estetica, quanto per la sua idea: portare a contatto degli utenti del web il concetto del benessere.

Un servizio incentrato sulla persona, sulla qualità della vita, sulla condivisione delle proprie esperienze in vari campi del quotidiano o del lavoro, del proprio modo di essere e di poter migliorare tramite il confronto con la comunità.

Più esattamente si basa sul concetto di “healt”, così come definito dalla World Health Organization.

Come si legge sul blog di Inpowr:

The Self-Discovery Experience
By drawing upon one’s own experiences, a person constructs a definition of self.
Similarly, by referring back to those experiences, the person can compare sensations that are perceived in the present, to similar sensations experienced in the past, through the process of differentiation.

Ad accrescere l’autorevolezza del servizio contribuisce la partecipazione di un preparatore Olimpico: Serge Jeudy.

Onestamente, il concetto di healt e di benessere sono difficili da interpretare e seguire e quindi spero che un servizio del genere non serva a fuorviare tutti quegli utenti che hanno davvero bisogno di un aiuto più personale di un gruppo di incontro via web.

Per chi volesse seguire più da vicino l’evolversi del servizio consiglio MyBlogLog comunity e Wikipedia

Video:Chef Barbieri e Learning360 Award Pasquale Ruju